Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La donna del fiume

Di

Editore: CDE su licenza Arnoldo Mondadori Editore

3.5
(286)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 416 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Russo , Chi tradizionale

Isbn-10: A000181066 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Romance

Ti piace La donna del fiume?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 0

    Delusione

    Decisamente non il migliore che abbia letto della Woodiwiss. Parte bene, scorrevole e coinvolgente, ma dopo il trasferimento a Biloxi crolla tutto. La storia si blocca completamente mentre la protagonista cerca di riacquistare la memoria perduta, al lettore non resta altro che attendere che la st ...continua

    Decisamente non il migliore che abbia letto della Woodiwiss. Parte bene, scorrevole e coinvolgente, ma dopo il trasferimento a Biloxi crolla tutto. La storia si blocca completamente mentre la protagonista cerca di riacquistare la memoria perduta, al lettore non resta altro che attendere che la storia riprenda, mentre accadono sempre le stesse cose e Lieren-Lenore scopre quello che al lettore è già evidente.
    La conclusione è troppo affrettata, dopo pagine e pagine di vuoto mi aspettavo un minimo di spiegazione, un finale come si deve, invece è tutto strizzato in un paio di pagine, rendendo le spiegazioni dovute poco chiare e affrettate. Un libro che l'autrice aveva fretta di concludere, tanto che per un attimo ho pensato che mancassero delle pagine alla mia copia...
    La Woodiwiss a parer mio ha giocato male le sue carte con questo libro, avrebbe potuto sviluppare maggiormente la storia delle due sorelle e la loro vita insieme, invece che concentrare tutto solamente sull'amnesia della protagonista.

    ha scritto il 

  • 2

    Quale gemella sarò? Chi dei due è mio marito?

    K. W. questa volta mi delude un pochino. Non ho trovato ironia e niente di nuovo. Mi aspettavo più intrigo dalla trama, la perdita di memoria della protagonista con tanto di sorella gemella poteva essere sfruttata meglio. Si è dilungata tanto nella ricerca dei ricordi per poi chiudere il finale i ...continua

    K. W. questa volta mi delude un pochino. Non ho trovato ironia e niente di nuovo. Mi aspettavo più intrigo dalla trama, la perdita di memoria della protagonista con tanto di sorella gemella poteva essere sfruttata meglio. Si è dilungata tanto nella ricerca dei ricordi per poi chiudere il finale in due paginette rovesciando come un secchio d'acqua la verità su chi lei fosse fra le due gemelle. In effetti alcuni punti mi sono ancora poco chiari.
    Buone descrizioni dei protagonisti, ma anche qui la Woodiwiss ha fatto molto di meglio.

    Da ricordare:

    (in realtà poco e niente...)
    - simpatia immediata per gli aiutanti/schiavi di colore di Austen
    - divertente la scena in cui i cittadini vanno a minacciare Mr. Wingate e gli si rivolta tutto contro, specialmente al piccolo Mr. Titch
    - odio viscerale per Marelda

    ha scritto il 

  • 4

    Tra i libri della Woodiwiss è uno di quelli che non mi ha lasciato molto... tanto che non riesco a ricordare,a distanza di tempo, il finale...
    La storia era ingarbugliata e interessante nel complesso ma evidentemente mi ha confusa...

    ha scritto il 

  • 3

    ma KEW cosa mi combini?!

    Ho letto "la donna del fiume" anni fa, sono una fan della Woodiwiss, ma questo libro...insomma...nì...idea della perdita della memoria interessante, ma la storia è troppo controversa, a tratti poco credibile e i protagonisti niente..non funzionano. 3 stelline x differenziarlo da "una stagione ard ...continua

    Ho letto "la donna del fiume" anni fa, sono una fan della Woodiwiss, ma questo libro...insomma...nì...idea della perdita della memoria interessante, ma la storia è troppo controversa, a tratti poco credibile e i protagonisti niente..non funzionano. 3 stelline x differenziarlo da "una stagione ardente" che proprio non mi è piaciuto...ma da K.E.W mi aspettavo di più.

    ha scritto il 

  • 3

    Il destino gioca con l'amore di Ashton e Lierin fino allo sfinimento prima li separa per tre lungi e dolorosi anni, poi un incontro molto rocambolesco lì porta a dividere lo stesso percorso ma lei non ricorda più nulla.
    Contrariamente al cuore di Ashton che la riconosce immediatamente come ...continua

    Il destino gioca con l'amore di Ashton e Lierin fino allo sfinimento prima li separa per tre lungi e dolorosi anni, poi un incontro molto rocambolesco lì porta a dividere lo stesso percorso ma lei non ricorda più nulla.
    Contrariamente al cuore di Ashton che la riconosce immediatamente come su ma quando entrambi si adattano alla nuova posizione di Marito e Moglie, tutto cambia quando un losco personaggio dice di essere Malcom marito di Leonor sorella gemella di Lierin (ma la nostra eroina non sa che è delle due).
    Da questo episodio inizia delle interminabili serie di allontanamenti e ritorni che ho trovato a tratti veramente sfiancante noioso salvato da piccoli sprazzi di luce durante la trama.
    Si riprende bene nel finale notevolmente movimentato, anche se non abbiamo avuto il piacere di vedere la reale felicità della coppia che abbiamo visto molto soffrire, ma abbiamo solo la soluzione dell’enigma che avvolgeva tutto come una fitta nebbia.

    ha scritto il 

  • 4

    Bella la trama, i personaggi sono piuttosto interessanti. Premesso questo, vale la pena di leggerlo, perchè nonostante non sia il migliore dell'autrice, cattura il lettore dalla prima all'ultima pagina. l'ambigua identità della protagonista, sprona chi legge a continuare la lettura. chi ama il ro ...continua

    Bella la trama, i personaggi sono piuttosto interessanti. Premesso questo, vale la pena di leggerlo, perchè nonostante non sia il migliore dell'autrice, cattura il lettore dalla prima all'ultima pagina. l'ambigua identità della protagonista, sprona chi legge a continuare la lettura. chi ama il romanzo storico e la woodiwiss, non deve lasciarselo scappare !!! ^^

    ha scritto il