Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La donna di Avalon

Le cronache di Camelot, vol.8

Di

Editore: Piemme

3.8
(326)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 444 | Formato: Altri

Isbn-10: 8838454884 | Isbn-13: 9788838454882 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Carena

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , History , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La donna di Avalon?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Da quando la corte di Camelot risuonava dei loro giochi da bambini, Uther e Merlino sono stati amici e compagni inseparabili. Una volta cresciuti, c'è stata solo una persona che Merlino abbia amato più del cugino: sua moglie Cassandra. Alla morte di lei, avvenuta per mano di un assassino sconosciuto, i sentimenti di Merlino verso il cugino, che egli ritiene colpevole dell'omicidio, si tramutano in un odio tanto profondo quanto era stato forte il suo affetto. Oltre a questo episodio, che lo segnerà profondamente, Uther, salito al trono della Cambria, deve affrontare altre difficili prove.
Ordina per
  • 3

    L’ultimo volume de “Le Cronache di Camelot” ci restituisce la dolorosa bellezza di personaggi passati in sordina – Uther, Veronica Varro, Ygraine – e l’attesa verità su ...continua

    L’ultimo volume de “Le Cronache di Camelot” ci restituisce la dolorosa bellezza di personaggi passati in sordina – Uther, Veronica Varro, Ygraine – e l’attesa verità su un’ingiustificata violenza che, stroncando una figura muta, ha inconsapevolmente reso possibile il grande sogno di Merlino. 8

    ps. Gentile Edizioni Piemme, vorrei incontrare, magari davanti un caffè, chi ha deciso di dividere “Uther” in due parti assegnando proprio questi titoli: c’ho pensato e ripensato, ma, da sola, non vedo il nesso.

    ha scritto il 

  • 0

    Adoro questa saga. Mi sono innamorato di ogni singolo personaggio, dei luoghi, dell'aria che si respira. Fra qualche annetto spero di rileggerla nuovamente e farmi trasportare ancora una volta in ...continua

    Adoro questa saga. Mi sono innamorato di ogni singolo personaggio, dei luoghi, dell'aria che si respira. Fra qualche annetto spero di rileggerla nuovamente e farmi trasportare ancora una volta in quel clima magico che J.W. ha saputo così abilmente ricreare.

    ha scritto il 

  • 3

    Ultimo libro dello spin-off dedicato ad Uther. Meglio del primo, anche perchè si entra più nel vivo della storia e finalmente si fà chiarezza su alcuni punti lasciando apposta in ombra nei primi ...continua

    Ultimo libro dello spin-off dedicato ad Uther. Meglio del primo, anche perchè si entra più nel vivo della storia e finalmente si fà chiarezza su alcuni punti lasciando apposta in ombra nei primi libri. Nel complesso soddisfatto di entrambi i libri, utili per avere un'idea più chiara dei fatti, riuscendo a rischiarare la figura di Uther da idee deviate dal punto di vista del cugino. Consigliati per completare correttamente tutto il ciclo.

    ha scritto il 

  • 4

    Questa parte mi ha regalato una visione più umana di Uther. Unico rammarico e non averlo letto prima. Consiglio di non seguire l'ordine di pubblicazione ma di leggerlo dopo "Il forte sul fiume" ...continua

    Questa parte mi ha regalato una visione più umana di Uther. Unico rammarico e non averlo letto prima. Consiglio di non seguire l'ordine di pubblicazione ma di leggerlo dopo "Il forte sul fiume"

    ha scritto il 

  • 3

    Una saga che ho bevuto, letteralmente. L'ho apprezzata tutta, ma i due libri dedicati ad Uther (questo e le porte di Camelot)li ho trovati un po' sottotono. Comunque la consiglio a chi ama la storia, ...continua

    Una saga che ho bevuto, letteralmente. L'ho apprezzata tutta, ma i due libri dedicati ad Uther (questo e le porte di Camelot)li ho trovati un po' sottotono. Comunque la consiglio a chi ama la storia, perchè dà una visione di Camelot realistica, storicamente fondata e credibile.

    ha scritto il 

  • 4

    Vol 8.

    Fa parte di una saga molto coinvolgente, le Cronache di Camelot , che narra la storia di Re Artù sullo sfondo della caduta dell'impero Romano in Britannia.

    In tutta la saga, Whyte non ...continua

    Vol 8.

    Fa parte di una saga molto coinvolgente, le Cronache di Camelot , che narra la storia di Re Artù sullo sfondo della caduta dell'impero Romano in Britannia.

    In tutta la saga, Whyte non menziona minimamente la "magia" ma si concentra molto a livello storico.

    E' una saga che mi ha coinvolta particolarmente.

    Consigliata a chi ama la storia. Molto bella!

    ha scritto il 

  • 2

    Peccato! Dopo aver letto le Cronache di Camelot, mi pregustavo questo libro dedicato a Uther Pendragon ( Le Porte di Camelot e La donna di Avalon , che in inglese sono un libro solo intitolato, ...continua

    Peccato! Dopo aver letto le Cronache di Camelot, mi pregustavo questo libro dedicato a Uther Pendragon ( Le Porte di Camelot e La donna di Avalon , che in inglese sono un libro solo intitolato, appunto, Uther). Speravo di trovare Uther, personaggio un po' sottotono negli altri libri, del quale di intuisce la natura passionale, facile all'ira irruenta.... neinte di tutto cio. personaggio piatto e storia noiosa, a parte la soluzione di alcuni "misteri" lasciati in sospeso nei libri pecedenti. ma siamo sicuri che lo ha scritto davvero Jack Whyte?

    ha scritto il