La elegancia del erizo

By

Publisher: Círculo de lectores

3.9
(25282)

Language: Español | Number of Pages: 356 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) French , Italian , Catalan , English , Chi traditional , German , Portuguese , Swedish , Galego , Slovak , Russian , Dutch , Finnish , Slovenian , Czech

Isbn-10: 8467228555 | Isbn-13: 9788467228557 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Others , Mass Market Paperback , Softcover and Stapled

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Philosophy

Do you like La elegancia del erizo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Bienvenido. Se encuentra en el número 7 de la calle Grenelle, situada en uno de los barrios más señoriales de París. Está a punto de conocer a dos personas que probablemente nunca olvidará: Renée, una portera fuera de lo común, y Paloma, una adolescente aspirante a suicida tan aficionada a pensar como aquélla. No abren su corazón a todo el mundo, pero está usted de suerte: en cuanto empiece a leer descubrirá que esos corazones ocultan una gran colección de pequeños tesoros.
Sorting by
  • 4

    Un libro interessante, che attraverso una narrazione profondamente introspettiva suscita nel lettore riflessione sull'arte, la bellezza e la vita. Un finale adatto per storia davvero bella.

    said on 

  • 4

    Un bel libro, ma non un capolavoro!
    Mi aspettavo che un libro di successo come questo nascondesse una trama avvincente e invece... no.
    Nonostante tutto ho trovato la lettura davvero molto piacevole e ...continue

    Un bel libro, ma non un capolavoro!
    Mi aspettavo che un libro di successo come questo nascondesse una trama avvincente e invece... no.
    Nonostante tutto ho trovato la lettura davvero molto piacevole e scorrevole.
    Belli i riferimenti a scrittori, registi, film e romanzi. E' vero che potrebbero sembrare un modo per celebrare la cultura della scrittrice, ma è anche vero che rappresentano l'io del personaggio che lei stessa ha creato e, per questo motivo, non l'ho trovato eccessivo. Se non altro ha instillato in me abbastanza voglia e coraggio per leggere alcuni dei romanzi che hanno fatto la storia della letteratura.
    Detto questo... corro a leggere Anna Karenina!

    said on 

  • 4

    Cara Muriel, credo di averti capita: volevi creare una libro raffinato, intelligente, poetico; ci sei riuscita. È così intelligente che non avevi proprio bisogno di ammiccare al lettore con situazioni ...continue

    Cara Muriel, credo di averti capita: volevi creare una libro raffinato, intelligente, poetico; ci sei riuscita. È così intelligente che non avevi proprio bisogno di ammiccare al lettore con situazioni da romanzetto rosa del tipo sono-una-portinaia-acculturata-ma-è-un-segreto-terribile-che nessuno-deve-scoprire o arriva-il-principe-azzurro-che-mi regala-vestiti-e-una-serata-da-sogno. Anche se hai fatto qualche scivolone (il peggiore forse sul finale), mi sei proprio simpatica, Reneé e Paloma mi hanno fatto una dolce e piacevole compagnia e hai stimolato la mia brama di Sapere. Una notevole sorpresa!

    said on 

  • 5

    Letto tutto d'un fiato trasmette anche in lingua non originale tutta la poesia e l'eleganza della letteratura francese sottolineando quanto anche i disperati o coloro che si ritengono tali , nel loro ...continue

    Letto tutto d'un fiato trasmette anche in lingua non originale tutta la poesia e l'eleganza della letteratura francese sottolineando quanto anche i disperati o coloro che si ritengono tali , nel loro guscio , appunto di riccio ....., possano avere tanto che valga la pena di tirar fuori e come basti poco per farlo , fosse l'ultima cosa da poter fare ......Da leggere assolutamente .

    said on 

  • 0

    “La camelia sul muschio del tempio, il violetto dei monti di Kyoto, una tazza di porcellana blu, questo dischiudersi della bellezza pura nel cuore delle passioni effimere non è ciò a cui aspiriamo tut ...continue

    “La camelia sul muschio del tempio, il violetto dei monti di Kyoto, una tazza di porcellana blu, questo dischiudersi della bellezza pura nel cuore delle passioni effimere non è ciò a cui aspiriamo tutti? E che noi, Civiltà occidentali, non sappiamo raggiungere? La contemplazione dell’eternità nel movimento stesso della vita.”
    “La Civiltà è la violenza domata, la vittoria sempre incompiuta sull'aggressività del primate. Giacché primati fummo e primati restiamo, per quanto impariamo a godere della camelia sul muschio. Il ruolo dell'educazione è tutto qui. Che cosa significa educare ? Significa proporre instancabilmente camelie sul muschio come diversivi alla pulsione della specie, la quale non si spegne mai e minaccia continuamente il fragile equilibrio della sopravvivenza.”
    “Perché una camelia può cambiare il destino.”
    “Negli scacchi, per vincere bisogna uccidere. Nel go, bisogna costruire per vivere.”
    “Se penso al go... Un gioco che ha come scopo la costruzione di un territorio è per forza un bel gioco. Ci possono essere delle fasi di combattimento, ma sono solo in funzione della meta finale, far vivere i propri territori. È dimostrato che nel go per vincere bisogna vivere, ma anche lasciare vivere l'avversario, e questo è uno degli aspetti più riusciti. Chi è troppo avido perde la partita: è un sottile gioco di equilibri in cui bisogna essere in vantaggio senza schiacciare l'altro.”

    said on 

  • 4

    Attraverso la narrazione delle scarse vicende di Renè e Paloma, L'eleganza del riccio si rivela una miniera di considerazioni sulla vita e sull'arte.
    Dalle mani della Barbery, che con quest'opera si ...continue

    Attraverso la narrazione delle scarse vicende di Renè e Paloma, L'eleganza del riccio si rivela una miniera di considerazioni sulla vita e sull'arte.
    Dalle mani della Barbery, che con quest'opera si dimostra decisamente snob e dai giudizi dal sapore sciovinista, esce un romanzo godibilissimo.

    said on 

  • 5

    Libro da una scrittura sottile, delicata, che quasi accarezza la pelle. Con un messaggio di incredibile profondità, lascia il segno; qualsiasi libro letto dopo di questo non sarà più lo stesso

    said on 

  • 4

    "È un fuori dal tempo nel tempo... Quand'è stata la prima volta che ho provato questo incantevole
    abbandono, possibile solo in due? La quiete che avvertiamo quando siamo soli, la sicurezza di noi
    stes ...continue

    "È un fuori dal tempo nel tempo... Quand'è stata la prima volta che ho provato questo incantevole
    abbandono, possibile solo in due? La quiete che avvertiamo quando siamo soli, la sicurezza di noi
    stessi nella serenità della solitudine non sono niente in confronto al saper abbandonarsi, al saper
    aspettare e al saper ascoltare che si vivono con l'altro, in una complice compagnia... Quand'è stata la
    prima volta che ho provato questa felice rilassatezza in presenza di un uomo?
    Oggi è la prima volta"

    said on 

Sorting by
Sorting by
Sorting by