Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La excursión a Tindari

By

Publisher: Salamandra

4.0
(4294)

Language:Español | Number of Pages: 253 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , German , Italian , French

Isbn-10: 8478886680 | Isbn-13: 9788478886685 | Publish date:  | Edition 1

Translator: María Antonia Menini Pagès

Also available as: Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like La excursión a Tindari ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Poseedor de las mejores virtudes del hombre mediterráneo, el comisario Montalbano ha sabido ganarse la simpatía de numerosos lectores con su especial sabiduría para disfrutar de los pequeños placeres y sobrellevar con elegancia el paso del tiempo, sin dejar de lado esa aguda percepción de la realidad, aderezada con la dosis exacta de cinismo, que le permite revelar la cara oculta de las cosas. Toda una filosofía de vida que Andrea Camilleri ha llevado a su máxima expresión con esta novela del inefable inspector siciliano.

Nos reencontramos así con los entrañables personajes que pueblan la imaginaria localidad de Vigàta, en Sicilia: desde Livia, la novia genovesa de Montalbano, hasta Ingrid, su sensual amiga sueca, pasando por el voluntarioso Catarella y Mimì Augello, el fiel subcomisario.

En esta ocasión, sin embargo, el inspector tiene que emplearse a fondo para resolver dos casos que parecen no tener nada en común: el asesinato de un joven y la desaparición de un matrimonio de ancianos durante una excursión a Tindari. Tras profundas reflexiones bajo un añoso árbol, descubre la pista que lo conducirá hasta una siniestra organización con la que más le valdría no haberse topado.
Sorting by
  • 0

    A volte conta anche il contorno.

    I libri di Camilleri sono una garanzia, anche se il film da essi tratti è già stato visto e rivisto più volte. Si sa già cosa succederà, con tutte le differenze del caso, ma leggerli è una goduria.
    Grande Montalbano, ma in questo caso c'è stato un di più: oggi qua a Genova, tanto per cambia ...continue

    I libri di Camilleri sono una garanzia, anche se il film da essi tratti è già stato visto e rivisto più volte. Si sa già cosa succederà, con tutte le differenze del caso, ma leggerli è una goduria.
    Grande Montalbano, ma in questo caso c'è stato un di più: oggi qua a Genova, tanto per cambiare, è piovuto come sotto alla doccia e, tra un'alluvioncella e l'altra, è mancata la luce. Pomeriggio inoltrato, autunno, cielo molto nuvoloso, insomma, buio assoluto. Niente tivù, niente computer, non si poteva uscire. Come gli antichi mi sono acceso tre candele e, alla loro tremolante e rossastra luce, mi sono messo a leggere le ultime 50 pagine del romanzo.
    Meraviglioso, esperienza davvero meravigliosa. Gli occhi avranno dato un po' di diottrie all'ammasso, il collo mi fa un po' male perché dovevo stare vicino al foglio e ai lumini, ma leggere così è davvero leggere.

    said on 

  • 5

    Meraviglioso. Le storie, gli intrecci delle vicende e dei personaggi, sono magistralmente orchestrati. Un page-turner. Assolutamente da leggere.
    Inoltre, c’è un pezzo che mi è piaciuto molto: la descrizione di un albero di ulivo caro al protagonista (pp 78-79) che ho trovato strepitosa. ...continue

    Meraviglioso. Le storie, gli intrecci delle vicende e dei personaggi, sono magistralmente orchestrati. Un page-turner. Assolutamente da leggere.
    Inoltre, c’è un pezzo che mi è piaciuto molto: la descrizione di un albero di ulivo caro al protagonista (pp 78-79) che ho trovato strepitosa.

    said on 

  • 4

    Una trama intricata, proprio come l'ulivo secolare che il commissario usa come personale luogo di riflessione. Una trama in perfetto stile Camilleri. Comunque uno dei più belli

    said on 

  • 4

    «Lo so, lo so, signor Questore» fece «ma se lei potesse capire come io sia dilaniato tra il mio dovere da una parte e la parola data dall'altra...» Si congratulò con se stesso. Quant'era bella la lingua italiana! Dilaniare era proprio il verbo che ci voleva.

    said on 

  • 4

    Classico stile Camilleri: tutto ruota intorno alla sparizione di due simpatici vecchietti. E Montalbano risolve il caso, come sempre, a modo suo.

    said on 

Sorting by