Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La fabbrica dei corpi

Di

Editore: CDE su licenza Arnaldo Mondadori Editore

3.7
(2276)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 341 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Francese , Tedesco , Greco , Olandese , Sloveno , Norvegese , Portoghese , Ceco

Isbn-10: A000033220 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Paperback , eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace La fabbrica dei corpi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La piccola Emily di undici anni è stata rapita, mutilata e uccisa, e il suo corpo è stato abbandonato in riva a un lago del North Carolina. Un crimine di particolare crudeltà che nel "modus operandi" lascia intuire la presenza di Temple Gault, il serial killer già sgusciato fra le dita di Kay Scarpetta nel corso di precedenti indagini. E' un caso che coinvolge l'Fbi, con cui Kay collabora in qualità di patologo legale. Ma, nel recarsi sul posto con gli amici-colleghi Benton Wesley e Pete Marino, quella che si trova di fronte è una situazione già piuttosto compromessa: l'agente della polizia locale assegnato al caso si è suicidato, il referto del medico legale mostra che sono stati trascurati gli indizi e le fotografie che le vengono mostrate servono solo a sollevare inquietanti interrogativi. Cos'è, per esempio, quella strana macchia sul corpo della bambina, che costringe Kay a chiederne l'esumazione? Cosa sono quelle tracce di una pianta che non vive nella regione? Dove l'assassino è riuscito a procurarsi lo speciale nastro adesivo con cui ha legato la vittima? Ma, più di tutto, a ossessionare Kay è lo scarto del tempo che intercorre fra il rapimento e il ritrovamento del cadavere, l'esatta individuazione del momento del decesso. E' questo a condurla alla "fabbrica dei corpi", un istituto universitario di ricerca dove viene studiata la decomposizione dei cadaveri nelle più diverse condizioni. Solo Kay sarà in grado di interpretare con precisione i risultati di un agghiacciante esperimento da lei stessa suggerito, per dare soluzione a un caso che ha dell'incredibile.
Ordina per
  • 4

    Coinvolgente

    Sebbene si capisca in fretta chi sono i responsabili, il gioco di incastrarli con le prove adatte e la vita della Dott.ssa Scarpetta e del fido Marino coinvolgono come sempre parecchio. Lo stile della scrittura tiene sempre incollati. Un buon giallo!!

    ha scritto il 

  • 3

    Consigliato.

    Dentro di me muove l'idea di iniziare concludere questa recensione con una semplice frase: "nulla di speciale, quasi tutto scontato". Vorrei fermarmi qui perché nonostante io stia riflettendo dentro di me per esprimere la mia opinione riguardo questo libro che ho appena concluso, non riesco a tro ...continua

    Dentro di me muove l'idea di iniziare concludere questa recensione con una semplice frase: "nulla di speciale, quasi tutto scontato". Vorrei fermarmi qui perché nonostante io stia riflettendo dentro di me per esprimere la mia opinione riguardo questo libro che ho appena concluso, non riesco a trovare una definizione giusta per introdurre le emozioni che mi ha lasciato, ossia nessuna. Il finale, non molto singolare e non affatto sorprendente, mi è stato tuttavia rovinato dalla quarta di copertina della versione da me acquistata, un'edizione allegata a Donna Moderna del 2006, la quale purtroppo mi ha svelato il retroscena principale e quindi lo scopo per portare a termine questo racconto. Tuttavia lo stile dell'autrice si ripresenta scorrevole, accattivante e coinvolgente, però mancano i colpi di scena, la tensione e l'aumento del battito cardiaco, la paura e lo sgomento, sensazioni che mi aspetto sempre di trovare leggendo un thriller. Non ho letto molti libri di questa autrice (finora cinque), ho cominciato ad apprezzarla soltanto ultimamente, però ancora non riesco ad amarla così tanto come altri autori già affermatisi come lei, altrettanto prolifici di libri, ma che per me risultano migliori, proprio perché da quelle letture ottengo quello che mi aspetto.

    ha scritto il 

  • 5

    Finalmente dopo aver letto in sequenza tutte le ultime avventure della dottoressa Scarpetta sono riuscita a recuperare una delle sue prime avventure. Lo stile è sempre quello del giallo, poliziesco con numerosi colpi di scena dove la protagonista come sempre è affiancata da tutti i nomi che noi a ...continua

    Finalmente dopo aver letto in sequenza tutte le ultime avventure della dottoressa Scarpetta sono riuscita a recuperare una delle sue prime avventure. Lo stile è sempre quello del giallo, poliziesco con numerosi colpi di scena dove la protagonista come sempre è affiancata da tutti i nomi che noi abbiamo imparato ad amare. Anche se è una delle prime stesure troviamo Marino (appena divorziato, e con un forte senso di gelosia nei confronti della protagonista), Benton lo psicologo del fbi(che propio in queste pagine diventa il suo amante), e la nipote Lucy (appena 21 che deve prendere confidenza con il mondo che ha scelto di frequentare). Essendo in questo caso all'inizio delle avventure della dottoressa Scarpetta la troviamo alle prese con l'apprendistato delle nuove tecniche antropologiche per identificare le varie cause di morte e i primi esperimenti per riuscire a decifrare le impronte latenti. Ma anche alle prese con i suoi sentimenti sia nei confronti di Benton che per la nipote che per lei è più come una figlia. In questo libro non solo dovrà cercare di risolvere il mistero intorno alla morte di una bambina, Emily, ma dovrà lottare anche per salvare le persone a lei pià care che in un qualche modo si stanno allontanando da lei.
    Lettura adatta a chiunque non è necessario aver letto i libri precedenti o quelli successivi per appassionarsi alla storia che come sempre ha un'inizio e una fine. Per leggere i libri della Patricia Cornwell naturalmente bisogna amare il suo modo di scrivere a volte un po raccappricciante per la ricchezza di particolari.
    Buona lettura!!

    ha scritto il 

  • 0

    La trama è piena di colpi di scena ed appassiona il lettore fin dalle prime righe. Il ritmo è veloce, anche quando ci si stacca dall'omicidio. Non cessa l’ansia di conoscere il finale, infatti è presente molta suspense che intriga il lettore. E' un libro da leggere tutto di un fiato.
    Alessi ...continua

    La trama è piena di colpi di scena ed appassiona il lettore fin dalle prime righe. Il ritmo è veloce, anche quando ci si stacca dall'omicidio. Non cessa l’ansia di conoscere il finale, infatti è presente molta suspense che intriga il lettore. E' un libro da leggere tutto di un fiato.
    Alessia T. (I A)

    ha scritto il 

Ordina per