Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La fabbrica di cioccolato

Di

Editore: Salani

4.3
(5678)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 144 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale , Chi semplificata , Francese , Tedesco , Olandese , Catalano , Galego , Basco , Coreano , Rumeno , Giapponese , Ceco , Polacco , Portoghese

Isbn-10: 8884518687 | Isbn-13: 9788884518682 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Altri , Tascabile economico

Genere: Children , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La fabbrica di cioccolato?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    E' un romanzo clamoroso. Dahl si dimostra ancora una volta ,profondo conoscitore della psicologia infantile e con queste basi costruisce un meccanismo che solletica il gusto "sporcaccione" dei bam ...continua

    E' un romanzo clamoroso. Dahl si dimostra ancora una volta ,profondo conoscitore della psicologia infantile e con queste basi costruisce un meccanismo che solletica il gusto "sporcaccione" dei bambini. Comunque è godibilisimo.

    ha scritto il 

  • 4

    La fabbrica di cioccolato

    Di Questo libro mi affascina lo strano atteggiamento di willy wonka stran'uomo che in fondo in fondo vuole solo il bene della fabbrica e dei bambini non che suoi fan!!!!

    ha scritto il 

  • 3

    Ho letto questo libro per la prima volta una quindicina d'anni fa e mi era piaciuto di più, adesso sono rimasta un pò delusa, devo dire che è uno dei rari casi in cui il film è più bello del libro.
    Ne ...continua

    Ho letto questo libro per la prima volta una quindicina d'anni fa e mi era piaciuto di più, adesso sono rimasta un pò delusa, devo dire che è uno dei rari casi in cui il film è più bello del libro.
    Nel film sono stati inseriti dei flashback di Willy Wonka e senza dubbio poter vedere la fabbrica di cioccolato anzichè immaginarla fa la differenza. RImane comunque un capolavoro vero e proprio.

    ha scritto il 

  • 5

    Willy Wonka.. Wily Wonka.. Willy Wonka

    Questa bellissima opera di Dahl non annoia mai, come il film che ne è stato tratto.

    In questo libro, Dahl racconta la storia di Charlie Bucket, un bambino che vive con i suoi genitori e i suoi quattro ...continua

    Questa bellissima opera di Dahl non annoia mai, come il film che ne è stato tratto.

    In questo libro, Dahl racconta la storia di Charlie Bucket, un bambino che vive con i suoi genitori e i suoi quattro nonni in una vecchia casa di legno. La famiglia di Charlie è molto povera, solo per il suo compleanno il bambino riceve una tavoletta di cioccolato come regalo. Ma quest'anno, poco prima del compleanno di Charlie, Willy Wonka, proprietario della fabbrica di cioccolato, decide di indire un concorso che consiste in cinque biglietti d'oro in cinque tavolette di cioccolato sparse nel mondo. I fortunati che troveranno i biglietti potranno trascorrere una giornata nella fabbrica Wonka e solo uno di loro potrà vincere un premio a sorpresa.

    Charlie sarà tra i fortunati cinque vincitori dei biglietti d'oro? O dovrà assistere alla vincita di un altro ragazzino, magari viziato?

    ha scritto il 

  • 4

    Voglio un Cioccocremolato Delizia Wonka al Triplosupergusto

    Quattro stelle agli Umpa lumpa!
    Un libro che fa tornare bambini, mi sono divertita troppo leggendolo anche se alcune pagine mi hanno trasmesso un senso di inquietudine. Una storia da leggere e rilegge ...continua

    Quattro stelle agli Umpa lumpa!
    Un libro che fa tornare bambini, mi sono divertita troppo leggendolo anche se alcune pagine mi hanno trasmesso un senso di inquietudine. Una storia da leggere e rileggere, come Canto di Natale di Dickens!

    «Guardate là!» esclamò il signor Wonka saltellando su e giù e
    indicando con il suo bastone dal manico d'oro il grande fiume
    marrone. «è tutta cioccolata! Ogni goccia che scorre in quel fiume è
    cioccolata fusa della migliore qualità. Della massima qualità,
    direi! In quel fiume c'è abbastanza cioccolata calda da riempirci
    tutte le vasche da bagno del paese! E anche tutte le piscine! Non è
    fantastico? E guardate i miei tubi! Risucchiano la cioccolata e la
    trasportano negli altri locali della fabbrica dove serve la materia
    prima! Centinaia di migliaia di litri all'ora, cari i miei ragazzi!
    Centinaia e centinaia di migliaia di litri!»

    ha scritto il 

  • 5

    Willy Wonka & la sua gang

    "It does have in it a very small amount of the rarest and most magical vitamins of them all - vitamin Wonka"
    "And what will that do to him?"
    "It'll make his toes grow out until they're as long as his
    ...continua

    "It does have in it a very small amount of the rarest and most magical vitamins of them all - vitamin Wonka"
    "And what will that do to him?"
    "It'll make his toes grow out until they're as long as his fingers..."

    Ho visto entrambi i film più volte ma mai avrei potuto immaginare che il libro fosse mille volte migliore! Ho adorato lo stile di Dahl e sono contenta di averlo letto in lingua originale, nonostante si tratti di una lettura "per bambini" la vicenda mi ha davvero coinvolta e appena avevo un minuto libero mi mettevo a leggere, consigliatissimo.

    ha scritto il 

  • 2

    Mmh...

    Lo lessi in terza media, lo finii in due giorni mentre la mia classe ne leggeva un capitolo a settimana.
    Mi piacque perché c'erano scene simpatiche, un po' ironiche, che facevano un po' ridere e un po ...continua

    Lo lessi in terza media, lo finii in due giorni mentre la mia classe ne leggeva un capitolo a settimana.
    Mi piacque perché c'erano scene simpatiche, un po' ironiche, che facevano un po' ridere e un po' riflettere. Più ridere che riflettere.
    Ripensandoci, non è che abbia un vero e proprio messaggio morale, non ha un messaggio ben costruito e articolato... sì, cioè, bisogna credere nei propri sogni e non fare quello che ci viene imposto dai genitori, non bisogna cedere ai vizi... e poi? Tutto qui? Altri libri per ragazzi continuano ad insegnarmi cose tutt'ora che sono "grande", eppure sono anche più corti e semplici nel linguaggio di questo.
    Sarà anche che non l'ho capito a fondo e che trovo Roald Dahl abbastanza banale (ho letto altri suoi libri presi in prestito dalla biblioteca della scuola quando facevo le elementari e già all'epoca mi annoiavano un po'), però... questo libro non è poi così bello.
    Credo che sia uno dei rarissimi libri la cui trasposizione cinematografica sia migliore. Almeno c'è il tocco particolare di Tim Burton che rende tutto un po' più "speziato".

    ha scritto il 

Ordina per