La famiglia Aubrey

di | Editore: Fazi
Voto medio di 136
| 38 contributi totali di cui 34 recensioni , 3 citazioni , 1 immagine , 0 note , 0 video
Gli Aubrey sono una famiglia fuori dal comune, nella Londra di fine Ottocento. Nelle stanze della loro casa coloniale, fra un dialogo impegnato e una discussione accanita su un pentagramma, in sottofondo riecheggiano continuamente le note di un piano ...Continua
Cerussite_PbCO3...
Ha scritto il 08/10/18

Una delle protagoniste più odiose che abbia mai incontrato.
Si salva solo la copertina!

Nora23
Ha scritto il 07/10/18
“La famiglia Aubrey” di Rebecca West. Si tratta di un classico romanzo di formazione di una pianista, Rose, che viene da una famiglia disastrata ed è ambientato a fine Ottocento. Romanzo di formazione fa spesso rima con infanzia povera o disagiata, m...Continua
Rilya
Ha scritto il 05/10/18

Bellissimo, letto tutto d’un fiato! E ora in spasmodica attesa del prossimo volume.

Ep
Ha scritto il 30/08/18
Lezioni di piano
Invogliato anch'io dall'endorsement di Baricco, confesso che sono rimasto parzialmente deluso. Non del tutto, in parte, perché effettivamente ci sono delle belle pagine, ad esempio quelle sul rapporto fra padri e figli, ma nel complesso la narrazione...Continua
Ellyao It
Ha scritto il 27/08/18
io lo sapevo che non mi dovevo fidare di Baricco...perchè ok libro bello, copertina ancora di più, ambientazioni in cui mi ritrovo sempre...ma manca il ritmo... non è un libro brutto, no, assolutamente no....però non succede nulla, quel che succede è...Continua

Dark arrow
Ha scritto il Jul 30, 2018, 09:44
Si ritirò in quella pace primitiva che gli derivava dalla contemplazione di un destino avverso
Dark arrow
Ha scritto il Jul 30, 2018, 09:43
Qualsiasi conversazione li vedesse impegnati nell'interesse delle persone che stavano proteggendo finiva sempre per alterare sensibilmente la situazione di partenza nella direzione da loro desiderata, mentre i loro interlocutori rimanevano completame...Continua
Dark arrow
Ha scritto il Jul 30, 2018, 09:37
... non era in grado di parlare agli estranei se non con un'ingenuità tale che la credevano una sempliciotta, o con una tale sottigliezza che pensavano fosse matta

Sweetaholic
Ha scritto il Sep 16, 2018, 07:00

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi