Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La fata Carabina

Di

Editore: Feltrinelli

4.1
(10263)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 240 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Spagnolo , Inglese , Tedesco

Isbn-10: 8807947242 | Isbn-13: 9788807947247 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Yasmina Melaouah

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Humor , Mystery & Thrillers

Ti piace La fata Carabina?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
E' proprio attorno ai vecchietti che gira questo nerissimo romanzo di Pennac: vecchietti uccisi a rasoiate, vecchietti a cui la sorellina di Benjamin, Thérèse, legge la mano reinventando loro ogni giorno un avvenire diverso, vecchietti ...
Ordina per
  • 5

    Sublime.

    E' decisamente il più bello dell'intera saga.
    Ci ritroviamo nuovamente catapultati in una storia dove un bambino ha degli occhialetti rosa, un cane ha una strana forma di epilessia ed in una casa, che ...continua

    E' decisamente il più bello dell'intera saga.
    Ci ritroviamo nuovamente catapultati in una storia dove un bambino ha degli occhialetti rosa, un cane ha una strana forma di epilessia ed in una casa, che adesso, oltre che i suoi componenti, inizia ad accogliere vecchietti e non mancano nuovi personaggi da imparare a conoscere di questa bellissima Belleville.
    Ironica, vitale e delirante, come solo la penna di Pennac riesce in questo intento.

    ha scritto il 

  • 4

    Terminata la lettura del secondo libro di Pennac sulla famiglia Malaussène devo dire che adoro questa bizzarra tribù! A differenza che nel "Paradiso degli orchi" qui Benjamin e co. sono quasi in secon ...continua

    Terminata la lettura del secondo libro di Pennac sulla famiglia Malaussène devo dire che adoro questa bizzarra tribù! A differenza che nel "Paradiso degli orchi" qui Benjamin e co. sono quasi in seconda posizione, anche se lui riuscirà ugualmente a svolgere il suo ruolo di perfetto capro espiatorio, tra droga, l'uccisione di un giovane poliziotto e vecchiette killer.
    Voto: 8,5

    Ho da poco aperto una pagina su Facebook in cui riporto queste recensioni e pubblico le mie citazioni preferite.. Invito chiunque a passare per scambiare opinioni e consigli :)

    www.facebook.com/quandounlibroticambialavita

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro particolare a volte un po’ confusionario fatta di sottotrame create per farci guardare bene oltre le apparenze e per regalarci colpi di scena inaspettati. Pennac ha uno stile di scrittura vel ...continua

    Un libro particolare a volte un po’ confusionario fatta di sottotrame create per farci guardare bene oltre le apparenze e per regalarci colpi di scena inaspettati. Pennac ha uno stile di scrittura veloce, riflessivo, digressivo e distruttivo il ibro è spassosissimo e a tratti racchiude delle riflessioni storico-filosofiche non indifferenti, viene descritta la piaga della droga, l'abbandono degli anziani e la corruzione pubblica. E lo fa narrando la storia di Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio.
    Il tutto condito con una buona dose di ironia e umorismo.

    ha scritto il 

  • 4

    Pensavo che il secondo mi avrebbe deluso, come spesso capita nei sequel, invece no.
    Come non affezionarsi a questa strampalata e tenera famiglia?
    Per ora faccio una pausa, ma sicuramente in seguito le ...continua

    Pensavo che il secondo mi avrebbe deluso, come spesso capita nei sequel, invece no.
    Come non affezionarsi a questa strampalata e tenera famiglia?
    Per ora faccio una pausa, ma sicuramente in seguito leggerò anche gli altri due.

    ha scritto il 

  • 4

    La vita come favola

    Questo fa Pennac, racconta storie dentro storie, con il solito modo dei francesi, veloce, riflessivo, digressivo e distruttivo a volte ma che alla fine ti fa leggere un libro come se vedessi un film, ...continua

    Questo fa Pennac, racconta storie dentro storie, con il solito modo dei francesi, veloce, riflessivo, digressivo e distruttivo a volte ma che alla fine ti fa leggere un libro come se vedessi un film, voloce, eloquente e totalmente intrigante. Il secondo libro della saga su Malaussène è spassosissimo e a tratti racchiude delle riflessioni storico-filosofiche non indifferenti, come anche delle descrizioni che ti lasciano veramente di stucco e le rileggi per comprendere e ricomprendere che ci sono autori con la penna che vola e altri con la mente che vola e riesce ad intrappolare tutte le migliori sfumature della lingua, in questo caso tradotta!

    ha scritto il 

  • 3

    Giallo & Umorismo

    A distanza di più di vent'anni i problemi della società sembrano essere sempre gli stessi. Pennac descrive in quest'opera la piaga della droga, l'abbandono degli anziani e la corruzione pubblica. E lo ...continua

    A distanza di più di vent'anni i problemi della società sembrano essere sempre gli stessi. Pennac descrive in quest'opera la piaga della droga, l'abbandono degli anziani e la corruzione pubblica. E lo fa narrando la storia di Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio.
    Un giallo che porta la comicità verso il ruolo sociale ad essa più congeniale: la riflessione.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per