Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La fattoria degli animali

La biblioteca di Repubblica - Novecento, 38

Di

Editore: Gruppo Editoriale l'Espresso

4.3
(23932)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 128 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Chi semplificata , Spagnolo , Portoghese , Francese , Tedesco , Olandese , Coreano , Finlandese , Catalano , Svedese , Polacco , Sloveno , Ungherese , Russo , Greco , Giapponese , Croato , Galego , Ceco , Turco

Isbn-10: 8481305359 | Isbn-13: 9788481305357 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Altri , Copertina rinforzata scuole e biblioteche , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature , Political , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La fattoria degli animali?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Scintillante parabola laica sui meccanismi di degenerazione dell'egualitarismo, La fattoria degli animali dové attendere, per vedere la luce, il 1945 e la fine della seconda guerra mondiale, nonostante fosse stato ultimato agli inizi del 1944: nessun editore inglese aveva infatti voluto correre il rischio di stampare un'opera che poteva esser letta come un violento attacco alla politica dell'alleato Stalin. E in effetti la Fattoria Padronale in cui si svolgono i fatti poteva ben identificarsi con l'Unione Sovietica, così come il fallimento della rivoluzione degli animali sembrava impietosamente alludere a quello della Rivoluzione d'Ottobre e al naufragio dello slancio ideale che l'aveva animata.In quella fattoria gli animali domestici insorgono vittoriosamente contro gli uomini che li sfruttano, e instaurano una convivenza basata sull'assoluta uguaglianza di tutti; ma ben presto i maiali, più intelligenti degli altri, assumono il controllo della comunità, badando soltanto a mantenere e perfezionare il loro potere: finché il maiale Napoleon, dopo aver costretto alla fuga l'opposizione interna, diverrà un padrone in tutto simile agli esecrati uomini, nella totale inconsapevolezza dei suoi poveri sudditi.Mirabilmente giocato sui registri del comico e del grottesco, il romanzo è in realtà una spietata disamina delle mostruosità che può produrre una politica intesa come puro e cinico esercizio del potere, quale che sia l'ideologia che la informa; ed è anche, in definitiva, un accorato richiamo alla necessità ineludibile che i valori etici continuino a trionfare sulle ragioni diaboliche del predominio sociale e della sopraffazione economica.
Ordina per
  • 4

    Orwell.

    In assoluto uno dei miei preferiti, e lui, Orwell, il mio prediletto.
    Pensando a questo libro, ho in mente una grande frase, che di seguito riporto: La morale non ha niente di divino; è una faccenda p ...continua

    In assoluto uno dei miei preferiti, e lui, Orwell, il mio prediletto.
    Pensando a questo libro, ho in mente una grande frase, che di seguito riporto: La morale non ha niente di divino; è una faccenda puramente umana. (Albert Einstein)

    ha scritto il 

  • 5

    Orwell non è né profetico né visionario.
    Racconta ciò che l'uomo non vuole sapere, ovvero che le rivoluzioni il più delle volte sono fallimentari e che cambiare non vuol dire per forza progresso e mig ...continua

    Orwell non è né profetico né visionario.
    Racconta ciò che l'uomo non vuole sapere, ovvero che le rivoluzioni il più delle volte sono fallimentari e che cambiare non vuol dire per forza progresso e miglioramento. Leggendo Terzani e imparando qualcosa di più sull'asia mi sono resa conto, con i fatti, che la storia si ripete e quello su cui ci allarma orwell con il suo romanzo si ripetè quarant'anni dopo la sua pubblicazione ( mi viene in mente la Cambogia e i khmer rossi) e si ripete oggi, basta avere un terreno fertile per attuarsi.
    La potenza di questo romanzo sta secondo me nei meccanismi che ci mostra. Vogliamo parlare dell'importanza della parola? Vogliamo parlare di quanto sia vantaggioso per un regime avere una popolazione ignorante e succube?

    ha scritto il 

  • 5

    Fantastic analysis of the Soviet Union

    I read this book 4 years ago in Spanish and I can barely remind anything from the history except the main idea. Reading in English had gave a better understanding of the book and also is this edition ...continua

    I read this book 4 years ago in Spanish and I can barely remind anything from the history except the main idea. Reading in English had gave a better understanding of the book and also is this edition it came with 2 great introductions, one explaining why it was difficult for Orwell to publish his book in UK and also and introduction for Ukrainians which I found great and make understand better the point of view of Orwell regaring the Soviet Union

    ha scritto il 

  • 4

    8.5/10

    Romanzo incredibile sotto tutte le chiavi di lettura: dalla favola al trattato politico, dalla filosofia del potere alle teorie della comunicazione. Orwell, ancora una volta, si è rivelato il grande p ...continua

    Romanzo incredibile sotto tutte le chiavi di lettura: dalla favola al trattato politico, dalla filosofia del potere alle teorie della comunicazione. Orwell, ancora una volta, si è rivelato il grande profeta del '900.

    ha scritto il 

  • 5

    Una favola spettacolare

    La più sagace invettiva contro l'ipocrisia comunista scritta da uno che condivide l'ideologia comunista. Da leggere, comunque la si pensi. Interessante anche un saggio sulla libertà di pensiero che si ...continua

    La più sagace invettiva contro l'ipocrisia comunista scritta da uno che condivide l'ideologia comunista. Da leggere, comunque la si pensi. Interessante anche un saggio sulla libertà di pensiero che si trova, in appendice, in questa edizione. Consigliato.

    ha scritto il 

Ordina per