La felicità delle piccole cose

Di

Editore: Feltrinelli

3.2
(258)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 224 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8807031124 | Isbn-13: 9788807031120 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace La felicità delle piccole cose?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Parigi. La neve cade dolcemente sulla città, ammantando di bianco la Tour Eiffel, Notre-Dame e il Panthéon, come in una cartolina. Un uomo passeggia lungo la Senna diretto verso casa, un elegante palazzo sull’Île Saint-Louis. È Frédéric Solis, avvocato di successo con la passione per i quadri impressionisti. Affascinante, ricco e talentuoso, Frédéric sembra avere tutto quello che si può desiderare dalla vita. Gli manca una famiglia, ma dopo essere stato abbandonato dal padre molti anni prima, ha preferito circondarsi di oggetti lussuosi e belle donne piuttosto che mettere ancora in gioco il suo cuore ferito. Fino a quando, un giorno, scopre di aver ricevuto una strana eredità, che consiste in una manciata di misteriosi biglietti e in un disegno che ha tutta l’aria di essere una mappa. Cosa nasconderanno quegli indizi? Convinto di essere sulle tracce di un quadro dimenticato di Monet, Frédéric decide di tentare di decifrare la mappa. Grazie all’aiuto della giovane e stralunata assistente Pétronille, inizia così un viaggio lungo i paesaggi innevati del Nord della Francia, tra i luoghi prediletti dai suoi amati impressionisti: Éragny, Vétheuil, il giardino di Monet, con una tappa d’obbligo al Musée d’Orsay. Di incontro in incontro, di sorpresa in sorpresa, torneranno a galla ricordi che Frédéric credeva di aver dimenticato, e un tesoro ben più prezioso di qualsiasi ricchezza.
Ordina per
  • 0

    Libro semplice e scorrevole, ma porta con sé un grande insegnamento, soprattutto per questo motivo lo consiglio; se si vuole fare una lettura leggera, ma non per questo superficiale potrebbe essere un ...continua

    Libro semplice e scorrevole, ma porta con sé un grande insegnamento, soprattutto per questo motivo lo consiglio; se si vuole fare una lettura leggera, ma non per questo superficiale potrebbe essere un libro adatto.

    ha scritto il 

  • 3

    Senza sale!

    Questo è uno dei casi in cui ‘mai giudicare un libro dalla copertina’ perché mi piaceva un sacco sia l’immagine che il titolo e poi la trama sembrava avvincente, l’ho immaginato un mistero nascosto di ...continua

    Questo è uno dei casi in cui ‘mai giudicare un libro dalla copertina’ perché mi piaceva un sacco sia l’immagine che il titolo e poi la trama sembrava avvincente, l’ho immaginato un mistero nascosto dietro l’arte in qualche modo, dava tutta l’aria di dover cercare indizi con una serie di vicissitudini, intralci…quindi un libro sostanzioso e importante; a dire il vero ancora adesso rileggendola lo penso ma…non è esattamente così poi.
    Per descriverlo con una sola parola potrei provare con”insipido”! E’ come se mancasse qualcosa,senza sale per l’appunto. Poteva essere interessante con una trama del genere, meglio articolata, più lungo e più corposo. Forse solo la parte finale è stata la più interessante perché abbiamo capito qualcosa in più di tutti questi intrecci impossibili, ma anche qui niente di eclatante, perché risulta piuttosto scontato. Ci sono troppi personaggi ma anche loro non hanno un ruolo fisso, sembrano essere protagonisti (vedi Petronille) ma poi all’improvviso non si parla più di lei e la ritroviamo appena nella parte finale del libro sposata con figli, quindi non si capisce esattamente che importanza dare ad una persona piuttosto che ad un’altra. Questo Frederic donnaiolo non si è mai visto davvero in fin dei conti, il narratore lo dice, ma non c’è un riscontro effettivo nel romanzo perché tante vicende sono state liquidate lì senza un vero seguito e questo a me già non piace particolarmente; poche righe che raccontavano cosa succedeva a questo e poi altre cinque righe che raccontavano cosa succedeva all’altro e poi si passava al capitolo successivo. Sicuramente a questo punto ci si poteva soffermare di meno sui dettagli del paesaggio circostante o di tante cose alquanto ridondanti.
    Non so se sono riuscita a spiegarmi a sufficienza con questo libro, ma ancora adesso faccio fatica ad esprimermi per poterlo descrivere con chiarezza. Lettura leggere certo, ma senza né capo né coda, non è né carne né pesce…insomma, dite come volete ma a me non ha lasciato effettivamente nulla.

    ha scritto il 

  • 4

    Piccolo libro dei buoni sentimenti

    Romanzo leggero che si legge in un pomeriggio, pervaso da un garbo delicato come una nevicata di città.
    Frédéric Solis è un avvocato parigino di successo: soldi, belle donne e clienti di prestigio son ...continua

    Romanzo leggero che si legge in un pomeriggio, pervaso da un garbo delicato come una nevicata di città.
    Frédéric Solis è un avvocato parigino di successo: soldi, belle donne e clienti di prestigio sono la sua quotidianità.
    Ma la passione per l'arte ed i quadri d'autore sono una minaccia incombente per la stabilità delle sue finanze.
    Questa passione è stata trasmessa dal padre, scomparso dalla vita del piccolo Frédéric alla vigilia del Natale 1979, accusato dalla madre di aver commesso un terribile delitto che lo avrebbe relegato in carcere.
    Ma la verità è un'altra e non è mai stata appurata.
    Frédéric ha accettato di ricordare il padre così come l'aveva conosciuto prima del suo allontanamento dalla famiglia ed ha cancellato qualunque volontà di ricerca e di riconciliazione.
    Una segretaria particolarmente tenace ed un gruppo di buontemponi architettano il modo per far riscoprire a Frèdéric 'la felicità delle piccole cose'.

    ha scritto il 

  • 3

    Orme sulla neve...

    Carino, adatto al periodo natalizio perché si svolge in Parigi e dintorni proprio nel mese di dicembre, e con un pizzico di vari ottimi ingredienti, dal sentimento, alla suspence, all'arte impressioni ...continua

    Carino, adatto al periodo natalizio perché si svolge in Parigi e dintorni proprio nel mese di dicembre, e con un pizzico di vari ottimi ingredienti, dal sentimento, alla suspence, all'arte impressionista, basta non chiedergli troppo e attendersi un finale (appunto) natalizio.
    Resto con un'antipatia di fondo, che purtroppo non riesco a tacere, e che dirò qui di seguito:
    ...Attenzione, segue SPOILER...
    ...consiglio di NON leggere il seguito se si intende leggere il libro...
    ma com'è possibile far risultare bello, di amore vero, inevitabile, il fatto che un padre di famiglia, con moglie e un figlio di 7 anni tanto amato, debba all'improvviso, senza averci mai pensato, scoprire di essere omosessuale perché un tizio lo affascina con bei discorsi e poi lo bacia? E alla tenera età di circa 40 anni scopre così la vera felicità...nonostante le sofferenze per le dicerìe che lo attornieranno e lo faranno allontanare dalla famiglia? Boh... a me pare una tirata per i capelli e, così come va mantenuto rispetto per chi ha orientamento omosessuale, non mi pare giusto che questo rispetto diventi l'opposto, una forzatura, un inno positivo a una storia di questo tipo. Non ci credo, sarò esagerato, ma non ci credo...

    ha scritto il 

  • 4

    La felicità delle piccole cose

    Avevo l'impressione che si trattasse di uno di quei libri scialbi dai titoli improponibili, invece mi sono ricreduta. Lettura molto gradevole, ci si immerge nella magica Parigi e l'atmosfera natalizi ...continua

    Avevo l'impressione che si trattasse di uno di quei libri scialbi dai titoli improponibili, invece mi sono ricreduta. Lettura molto gradevole, ci si immerge nella magica Parigi e l'atmosfera natalizia fa da sfondo ad una trama ben costruita. Libro delicato che affronta temi di un certo peso come la malattia, gli affetti, l'amicizia. Bello davvero! Vi commuoverà!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Un viaggio alla ricerca della verità

    Una misteriosa eredità sconvolge la vita tranquilla di un giovane avvocato di successo. Una mappa del tesoro, un viaggio misterioso, una sconvolgente verità.
    Sullo sfondo della Francia degli impressio ...continua

    Una misteriosa eredità sconvolge la vita tranquilla di un giovane avvocato di successo. Una mappa del tesoro, un viaggio misterioso, una sconvolgente verità.
    Sullo sfondo della Francia degli impressionisti, fermi immagine malinconici che sembrano quadri.
    Un meccanismo interessante per raccontare in chiave diversa la difficoltà di vivere da "diverso" - la vergogna, l'accettare, il comprendere - ieri come oggi.
    Se riusciamo a sopportare un po' di retorica, è una lettura leggera e stimolante, che mi sento di consigliare.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto carino!

    Ho iniziato questo libro con poca convinzione, ma mi sono poi resa conto che nel corso della storia il libro tratta argomenti anche profondi.
    Molto carino e consigliato!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per