La felicità di Emma

Di

Editore: Keller

3.9
(210)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 240 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Spagnolo , Francese , Olandese , Inglese

Isbn-10: 8889767189 | Isbn-13: 9788889767184 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Angela Lorenzini

Genere: Fumetti & Graphic Novels , Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La felicità di Emma?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Emma alleva maiali in un angolo sperduto della campagna tedesca. È libera, forte e quello a una vecchia scrofa, che stringe quando riflette, è l'abbraccio più vigoroso che abbia mai dato. Gli animali sono la sua cura all’assenza di un amore, ai debiti che stanno per farle perdere la fattoria. Una notte, però, il silenzio viene rotto dal fragore di un incidente stradale e nella sua vita arriva Max, giovane impiegato in fuga con il denaro rubato all’azienda per cui lavora e con il sogno di trascorrere gli ultimi mesi di vita in Messico.Come d’incanto Emma si ritrova tra le braccia tutto ciò che poteva desiderare: una borsa piena di soldi e un uomo da amare. Ma la felicità c’entra qualcosa con i desideri? Delicato, surreale, commovente, a tratti triste e a tratti rabbiosamente comico questo romanzo ci consegna una indimenticabile storia d’amore e di incontro tra destini.

"La felicità di Emma è una gioia, uno di quei romanzi che si leggono tutto d’un fiato e rimangono per sempre dentro di noi". ELIAS BARCELO

Ordina per
  • 4

    Ma quanto è tenero, ironico e irriverente questo romanzo? xD
    Ho dovuto sforzarmi in ogni momento di ricordare che fosse ambientato in Germania poco dopo la caduta dell'Urss, perché sembra galleggiare ...continua

    Ma quanto è tenero, ironico e irriverente questo romanzo? xD
    Ho dovuto sforzarmi in ogni momento di ricordare che fosse ambientato in Germania poco dopo la caduta dell'Urss, perché sembra galleggiare in un universo fiabesco tutto suo, fuori dal tempo e dallo spazio!
    La vita di Emma, trentenne forte e indipendente che vive dal sola nella propria fattoria, si intreccia inaspettatamente con quella di Max, timido e delicato cittadino cui restano solo pochi mesi di vita.
    Avevo il romanzo in wishlist da secoli perchè alcuni anobiani ne parlarono benissimo anni fa, ma non mi ero mai decisa a comprarlo e per fortuna l'ho ricevuto in regalo *_* Anche se non ricordo più chi lo raccomandasse così caldamente gli invio i miei più sentiti ringraziamenti e non posso che consigliarlo a mia volta se si ha voglia di una storia semplice ma che lascia il segno.

    ha scritto il 

  • 4

    Apparente leggerezza

    LA FELICITA’ DI EMMA – CLAUDIA SCHREIBER
    Leggendo questo libro ho provato diverse sensazioni. Diverte, commuove e svaga ma, attenzione, dietro una prosa e una traduzione che potrebbero sembrare spasso ...continua

    LA FELICITA’ DI EMMA – CLAUDIA SCHREIBER
    Leggendo questo libro ho provato diverse sensazioni. Diverte, commuove e svaga ma, attenzione, dietro una prosa e una traduzione che potrebbero sembrare spassose e dissacranti, si nascondono diversi spunti di riflessione. Ecco perché penso che sia uno di quei romanzi intelligenti. Emma è una donna giovane, ma con tanti anni non suoi sul groppone, che porta avanti con fatica una fattoria, instaurando con gli animali e in particolare con i maiali, un rapporto di fratellanza. Li coccola, li stringe a sé, li ama e li sacrifica con dolcezza. Apparentemente avrebbe tutto quello che desidera se non fosse perseguitata dai detrattori e se avesse… un uomo. E quest’uomo, in un giorno di pioggia, le capita davanti inaspettatamente con una borsa piena di soldi e con tutta “l’attrezzatura” al posto giusto. Come dicevo è un romanzo che diverte per la sua ironia e fa riflettere per quello che invece racconta dell’infanzia di Emma e di come riusciamo a dimenticare quello che invece, se ricordassimo, si marchierebbe a fuoco sulla pelle. Lo promuovo con quattro palle e ringrazio Linda per il bel dono.

    ha scritto il 

  • 2

    Più che leggero…inconsistente!

    Una storia di amore improbabile, protagonisti bislacchi, particolari triviali sull’uccisione dei maiali.
    Qualche particolare fa sorridere, come l’utilizzo che Emma fa della sua moto…

    ha scritto il 

  • 3

    Bucolica e ironica

    Continuo a non amare lo stile nordico delle storie e questo stile allo stesso tempo ripetitivo e idilliaco. Il romanzo però è carino: una storia bucolica e umoristica tra salumi, maiali e piccoli intr ...continua

    Continuo a non amare lo stile nordico delle storie e questo stile allo stesso tempo ripetitivo e idilliaco. Il romanzo però è carino: una storia bucolica e umoristica tra salumi, maiali e piccoli intrighi.

    ha scritto il 

  • 4

    Le storie d'amore e i libri rosa (in questo caso fin dalla copertina) non sono proprio il mio genere. E fino a un certo punto questo libro mi è parso tipicamente rosa, nonostante la protagonista un po ...continua

    Le storie d'amore e i libri rosa (in questo caso fin dalla copertina) non sono proprio il mio genere. E fino a un certo punto questo libro mi è parso tipicamente rosa, nonostante la protagonista un po' particolare (ma particolare in modo talmente caratterizzato da risultare quasi una macchietta). Poi però, superata la metà, la storia si è fatta meno banale, meno prevedibile.
    Diciamo che forse ero anche partita con un po' di pregiudizi: lei selvaggia, un po' pazza, disordinatissima, sensibile e coraggiosa, con un passato difficile, lui precisino e meticoloso che si trova coinvolto in un gran casino; l'incontro non poteva che essere fatale. Ma poi c'è la fattoria, ci sono i maiali, c'è il poliziotto irrimediabilmente condannato alla friendzone e la terribile madre di lui, c'è un venditore d'auto col senso degli affari (anche se la vicenda legata a quest'ultimo è leggermente inverosimile). Insomma, non solo una storia d'amore ma la storia di una vita complicata, quella di Emma, che dopo la morte di genitori e nonni ha sempre vissuto da sola con i suoi maiali e ora si trova a dover gestire i contatti con altri esseri umani. Bello e ben scritto, se superate i pregiudizi.

    ha scritto il 

  • 5

    “O Dio misericordioso! Fammi ricca o felice”, pregava Emma, che allevava maiali in Germania, li amava, li abbracciava, ….
    Qualcuno però vuole mandarla via dalla sua fattoria. E la sua preghiera verrà ...continua

    “O Dio misericordioso! Fammi ricca o felice”, pregava Emma, che allevava maiali in Germania, li amava, li abbracciava, ….
    Qualcuno però vuole mandarla via dalla sua fattoria. E la sua preghiera verrà ascoltata?

    Max ha saputo dal medico di avere poco tempo per vivere, scappa con soldi rubati, vuole trascorrere i suoi ultimi giorni al meglio, in Messico.

    Come si intrecceranno queste due vite? E cosà si regaleranno uno con l’altra?

    Riaffiorano anche ricordi, come “passi minacciosi che si avvicinavano” e “passi cordiali che si allontanavano”.
    "La rabbia mi fa bene. Finalmente esce fuori invece di entrarmi dentro e farmi male. Ha rotto gli argini e gocciola fuori. Credo che per farla fluire tutta ci metterò diversi anni. Quando la ferita smetterà di suppurare, allora li perdono. Non prima."

    Romanzo interessante, struggente e a tratti comico, delicato, dolce e crudo. Perché così è la vita.
    Bellissimo! Un libro generoso, che lascia il segno.

    “Se cadi tra le braccia di qualcuno, stai sicura che quel qualcuno ti lascerà cadere. Le sue mani ti faranno diventare tenera e poi ti schiacceranno. Se ti fai piccola e tenera, l’altro si farà duro e cattivo.
    Non dargli confidenza, o dipenderai da lui. E se diventi dipendente inizi a mendicare amore. E perdi la dignità e la facoltà di ragionare.
    Se cadi tra le braccia di qualcuno, stai sicura che ti lascerà cadere.”

    “Vedere quel sorriso gli dava la sensazione di non aver vissuto invano.”

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    svegliati emma!

    Emma è una giovane donna con un terribile passato alle spalle. Il suo mondo coincide con la fattoria in cui, sola, alleva maiali e una volta cresciuti li uccide in modo compassionevole. Oberata dai de ...continua

    Emma è una giovane donna con un terribile passato alle spalle. Il suo mondo coincide con la fattoria in cui, sola, alleva maiali e una volta cresciuti li uccide in modo compassionevole. Oberata dai debiti e odiata dalle donne del piccolo villaggio a causa della sua diversità, Emma trascorre le sue giornate in questo piccolo mondo, finché una notte la sua vita cambia per sempre: Max piomba con una ferrari rubata nella sua fattoria. L'uomo, malato terminale e in fuga verso il messico viene seguito da Hans, il suo migliore amico a cui Max ha sottratto cinquatamila dollari che facevano parte di un losco affare di ricettazione.
    Questo incontro segna la fine delle rispettive vite passate: Hans diventerà ricco esportando il business dell'allevamento compassionevole dei maiali imparato da Emma; Max terminerà la sua vita in modo dignitoso e conoscendo finalmente l'amore; infine Emma troverà la forza di lasciare il suo piccolo mondo e di iniziare finalmente a vivere.
    Romanzetto leggero da spiaggia ha il pregio di essere scritto abbastanza bene. La trama ricorda i classici film tv che danno in estate, ma nel complesso Emma, Hans e Max si fanno anche volere bene.

    ha scritto il 

  • 4

    Si parla di questione femminile, di questione maschie, di realtà fuori dal tempo, di maiali, di carne, di vita e di morte.
    Un pò strana come scrittura, parte ironico, sfiora il grottesco, si fa dolce ...continua

    Si parla di questione femminile, di questione maschie, di realtà fuori dal tempo, di maiali, di carne, di vita e di morte.
    Un pò strana come scrittura, parte ironico, sfiora il grottesco, si fa dolce e amaro allo stesso tempo...

    ha scritto il 

Ordina per