La felicità domestica

Voto medio di 295
| 48 contributi totali di cui 42 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Elda28
Ha scritto il 01/03/18
la felicità domestica
Periodicamente torno a Tolstoj. Questo libro, breve racconto scritto nel 1859, di neanche 100 pagine l'ho trovato un autentico capolavoro. Il libro racconta la nascita di un amore tra una giovane ragazza di diciassette anni e il suo tutore (di trenta...Continua
Marco Brambo
Ha scritto il 17/11/17
Felicità?
La passione sfugge prima o poi. Il bisogno di stare isolati dal mondo, soli con il proprio partner, si affievolisce e scompare. L'amore rimane, ma è diverso. Non scompare ma si trasforma. L'amore non è oggettivo, non è di un solo tipo. E' mutevole, è...Continua
andrea
Ha scritto il 16/04/17
Come muta l'amore? Come si trasforma? Possiamo capirlo solo dopo averne sperimentato i cambiamenti e le sofferenze e le incomprensioni che questi comportano. L'amore non finisce, diventa adulto, cioè è chiamato a donarsi, a resistere, a farsi umile. ...Continua
Gabry
Ha scritto il 19/05/16
Un libro sempre attuale
Tolstoj illustra chiaramente le dinamiche di coppia, dal periodo - cosiddetto - "luna di miele" ove gli innamorati iniziano a conoscersi, si sentono felici ed appagati, ad un secondo, quando l'amore e la vita reale devono trovare un equilibrio. Le di...Continua
AK-47
Ha scritto il 16/05/15
La parabola universale dell'amore, la sua ineluttabile trasformazione da sentimento assoluto e totale a tranquilla, serena fraternità. Non lo si accetta facilmente, ci si ribella, si cercano "vie d'uscita", si tenta di rinnovare gli antichi fasti get...Continua

Elda28
Ha scritto il Mar 01, 2018, 17:37
"Per me era poca cosa amare dopo aver provato la felicità di innamorarmi di lui.Volevo che qualcosa si muovesse, e non il quieto scorrere della vita. Volevo emozioni,pericoli, e il sacrificio per un sentimento. In me c'era come un eccesso di forza, c...Continua
Pag. 61
romanticide -
Ha scritto il May 28, 2011, 13:04
Non capirei adesso quel che un tempo mi sembrava così chiaro e giusto: la felicità del vivere per gli altri. Perchè per gli altri? Quando nemmeno per sé si ha voglia di vivere?
Pag. 93
romanticide -
Ha scritto il May 28, 2011, 13:03
«Non rovinate il vostro umore» disse «Adesso nell'anima avete una musica tale che non ne esiste una migliore al mondo.»
Pag. 39
romanticide -
Ha scritto il May 25, 2011, 13:02
Mi sembrava molto semplice e chiaro che si dovesse vivere per essere felici, e nel futuro si delineava molta felicità.
Pag. 10
romanticide -
Ha scritto il May 25, 2011, 13:00
E, senza volerlo, l'ingannavo. Ma, ingannandolo, io stessa mi facevo migliore.
Pag. 18

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi