Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La felicità domestica

By Lev Nikolaevič Tolstoj

(284)

| Paperback | 9788804574811

Like La felicità domestica ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Scritto nel 1859 da un autore trentaduenne, "La felicità domestica" affronta il tema delle incomprensioni, dei difficili equilibri di coppia, del mutare dei rapporti coniugali, dalla piena, passionale sintonia di affetti agli equivoci, alle incrinatu Continue

Scritto nel 1859 da un autore trentaduenne, "La felicità domestica" affronta il tema delle incomprensioni, dei difficili equilibri di coppia, del mutare dei rapporti coniugali, dalla piena, passionale sintonia di affetti agli equivoci, alle incrinature sempre più profonde, al distacco e all'indifferenza reciproca. Un argomento trattato con finezza e con un'inquietudine molto moderna, che tornerà nei romanzi maggiori, da "Guerra e pace" ad "Anna Karenina".

40 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Il libro è diviso in due sezioni e io l'ho visto come un film elegante e struggente.
    La prima parte è a colori, colori brillanti: ho visto (a dispetto della Russia in cui è ambientato) campi di grano, ciliegi in fiori, donne diafane e bellissime con ...(continue)

    Il libro è diviso in due sezioni e io l'ho visto come un film elegante e struggente.
    La prima parte è a colori, colori brillanti: ho visto (a dispetto della Russia in cui è ambientato) campi di grano, ciliegi in fiori, donne diafane e bellissime con i capelli rossi, gli occhi chiari, le vesti bianche.
    La seconda parte è in bianco e nero: una disperazione indiretta s'annida tra le parole e non lascia scampo.

    Il lettore non empatizza, ma DIVENTA la protagonista (io-narrante) di questo romanzo: si fa carico delle sue sensazioni, della sua commovente incapacità di stare al mondo e di incastrarsi in una società ipocrita e insensata.

    E il finale è sottilmente ambiguo: quella che appare una mezza riappacificazione è, in verità, dolore puro. L'arrendersi alla propria condizione di donna in una società chiusa. L'adempire il proprio compito, quello che la società vorrebbe che lei fosse. Il suo essere donna, madre e moglie. Il sentimento, quello vero, è destinato a morire. Le menzogne, invece, sono eterne.

    Is this helpful?

    Matteo Fumagalli said on Sep 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful


    Tolstoj è bravissimo nel caratterizzare l'animo dei personaggi e a trasmettere le loro sensazioni e i loro conflitti interiori.
    Certo è che la visione che Tolstoj aveva della donna e del matrimonio è ormai molto superata, anche se non influisce nega ...(continue)


    Tolstoj è bravissimo nel caratterizzare l'animo dei personaggi e a trasmettere le loro sensazioni e i loro conflitti interiori.
    Certo è che la visione che Tolstoj aveva della donna e del matrimonio è ormai molto superata, anche se non influisce negativamente sulla lettura che rimane godibilissima.

    Is this helpful?

    Mirandolina said on Apr 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    A posteriori ho scoperto la traduzione di Rebora e sono veramente dispiaciuta di aver preso sotto gamba l'aspetto traduttore.
    La traduzione di S. Prina è decisamente troppo asciutta e contemporanea, ti fa perdere il gusto di avere fra le mani un test ...(continue)

    A posteriori ho scoperto la traduzione di Rebora e sono veramente dispiaciuta di aver preso sotto gamba l'aspetto traduttore.
    La traduzione di S. Prina è decisamente troppo asciutta e contemporanea, ti fa perdere il gusto di avere fra le mani un testo di metà ottocento. Confrontandomi con chi l'ha letto tradotto da Rebora, mi rendo conto che l'edizione che ho letto io è stata totalmente sciupata...

    Is this helpful?

    Angela said on Feb 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Solo tre stelline perchè la traduzione di Clemente Rebora (è del 1930) mi è sembrata molto obsoleta, a tratti addirittura improbabile. Avrei dovuto scegliere una diversa edizione.

    Is this helpful?

    Bianca (e ora?) said on Jan 26, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    la felicità domestica

    L'esperienza coniugale di Tolstoj, a differenza di altri aspetti della sua vita eccezionale, non è stata un gran successo. Addirittura la moglie dichiarò : “Vorrei poterlo uccidere, se solo poi si potesse rifarlo uguale”; Certo è vero anche che, la ...(continue)

    L'esperienza coniugale di Tolstoj, a differenza di altri aspetti della sua vita eccezionale, non è stata un gran successo. Addirittura la moglie dichiarò : “Vorrei poterlo uccidere, se solo poi si potesse rifarlo uguale”; Certo è vero anche che, la signora Tolstaja, non era propriamente “farina per fare ostie”. La visione della vita matrimoniale ideale per l’autore russo, che scaturisce da questo racconto, ha i suoi sani e radicati principi, ai tempi della sua formulazione, probabilmente praticabili, ovvero che il fine fondamentale e più nobile, dell’unione tra uomo e donna , fosse principalmente la procreazione e indiscutibilmente, in quest’aspetto, Leone è stato più che coerente, alla luce dei suoi 13 figli. Ribadisco, non è stato rivoluzionario Tolstoj in questa sua visione della vita matrimoniale, la donna si è evoluta socialmente, essa va curata, conquistata tutti i giorni, coccolata, e assecondata alle sue esigenze, e non è più solo una macchinetta sforna-figli, è fondamentale il dialogo e la comprensione. Caro Leone, fossi tu vissuto ai giorni nostri, la tua dolce metà, non ti avrebbe neppure lasciato addosso le mutande che indossi! Comunque per gli amanti del più grande scrittore russo (per me…), un buon compendio.

    Is this helpful?

    Marcelloloschi said on Sep 14, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Bonne chance, mon ami" proferì il francese.[...]
    "Non tenteremo di ripetere la vita" continuò "non mentiremo a noi stessi...."

    Is this helpful?

    garfio said on Jun 30, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (284)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 103 Pages
  • ISBN-10: 880457481X
  • ISBN-13: 9788804574811
  • Publisher: Arnoldo Mondadori (Oscar classici, 633)
  • Publish date: 2008-01-01
  • Also available as: Softcover , Others
Improve_data of this book