Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La felicità a piccoli passi

Bellagio, Inc. series n.2

Di

Editore: Harlequin Mondadori, Harmony Romance n.50

3.8
(55)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 380 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000189616 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Romance

Ti piace La felicità a piccoli passi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Be' come souvenir per una notte di follia non si è certo limitata Trina Roberts, genio delle pubbliche relazioni alla Bellagio Calzature. A due mesi di distanza da quel momento di passione travolgente e inaspettata con Walker Gordon, si ritrova incinta e determinata a cavarsela da sola. Anche perché Walker nel frattempo, per riprendersi dalla delusione di essere stato abbandonato all'altare dalla fidanzata, si è trasferito nella romantica Parigi.

Al suo ritorno, la scoperta di aspettare un figlio lo lascia frastornato e sconcertato. Ma non può permettere che quella creatura cresca senza un padre, assolutamente no! Non è certo, però, di voler essere proprio lui a far da genitore alla piccola, e quindi presenta a Trina diversi uomini. I panni... anzi, le scarpe del genitore, al momento, non è sicuro di poterle calzare...

Una storia d'amore divertente e sensuale. Leanne Banks ci catapulta per la seconda volta nel mondo della Bellagio Calzature offrendoci una lettura davvero indimenticabile.

Ordina per
  • 0

    Di bene in meglio

    Prima lettura (10/05/2013- 11/05/2013)*****
    Avevo adorato il precedente della serie e mi sembrava impossibile che questo potesse piacermi altrettanto. Oltretutto la trama e, soprattutto le prime pagine del libro non mi facevano certo ben sperare. Eppure...
    dopo averlo iniziato, l'ho divorato. Uno ...continua

    Prima lettura (10/05/2013- 11/05/2013)***** Avevo adorato il precedente della serie e mi sembrava impossibile che questo potesse piacermi altrettanto. Oltretutto la trama e, soprattutto le prime pagine del libro non mi facevano certo ben sperare. Eppure... dopo averlo iniziato, l'ho divorato. Uno sviluppo profondamente coinvolgente, per una trama che sulla carta mi attirava davvero poco: poche autrici riescono a convincermi con presupposti tanto lontani dai miei gusti. Ho apprezzato sopratutto la filosofia che impernia tutta la storia e da il titolo al libro: La felicità, quella vera, va costruita e conquistata a piccoli passi, senza fretta nè forzature! Un consiglio che ho fatto mio!

    seconda lettura (15/06/2014-16/06/2014) Confermata la prima impressione. Questo libro è toccante, commuovente, coinvolgente ed intensamente romantico. Per me un vero dik!

    Panoramica sulla serie qui: http://nocoblog.blogspot.it/2014/09/la-trilogia-bellagio.html

    ha scritto il 

  • 2

    Tre anni fa avevo letto il primo romanzo di questa serie intitolata "Bellagio" (nome dell'azienda di scarpe dove lavorano i protagonisti) dal titolo "Cuore e Cioccolato" e che mi era piaciuto molto, quindi ho preso questo libro convinta che anche questo secondo della serie mi sarebbe piaciuto, in ...continua

    Tre anni fa avevo letto il primo romanzo di questa serie intitolata "Bellagio" (nome dell'azienda di scarpe dove lavorano i protagonisti) dal titolo "Cuore e Cioccolato" e che mi era piaciuto molto, quindi ho preso questo libro convinta che anche questo secondo della serie mi sarebbe piaciuto, invece non è stato così . Il libro ovviamente è carino, ma a dirla tutta i suoi protagonisti (in primis) Walker Gordon ,proprio non mi ha né affascinata né ammaliata . La storia mi è sembrata di quelle un pò campate in aria, ho trovato invece simpatica la sua protagonista femminile,Trina alle prese con chili di troppo, appuntamenti e rigurgiti di neonato sui vestiti. Non mi dilungo di più a parlarne perché non ho granché da aggiungere. Una storia carina ma nulla di più .

    ha scritto il 

  • 3

    Mi è piaciuta abbastanza la protagonista, per niente Walker per l’indifferenza che mostra per gran parte del libro nei confronti della figlia (e non basta dire che nella sua famiglia nessuno riesce a fare il padre). La storia è molto semplice, senza scossoni (tranne nel finale), ma di certo non p ...continua

    Mi è piaciuta abbastanza la protagonista, per niente Walker per l’indifferenza che mostra per gran parte del libro nei confronti della figlia (e non basta dire che nella sua famiglia nessuno riesce a fare il padre). La storia è molto semplice, senza scossoni (tranne nel finale), ma di certo non posso dire che la storia d’amore mi abbia soddisfatto: in Trina e Walker ho visto solo una grande intesa a letto. VOTO 6,5

    ha scritto il 

  • 5

    Delizioso

    Dopo aver letto il primo libro,credevo che il secondo non sarebbe stato all'altezza,e invece devo dire che la Banks non solo conferma le mie aspettative,ma anzi mi sorprende in senso positivo.Personaggi pieni di fascino,una storia rassicurante,allegra ma anche imprevedibile che ragala emozioni do ...continua

    Dopo aver letto il primo libro,credevo che il secondo non sarebbe stato all'altezza,e invece devo dire che la Banks non solo conferma le mie aspettative,ma anzi mi sorprende in senso positivo.Personaggi pieni di fascino,una storia rassicurante,allegra ma anche imprevedibile che ragala emozioni dolci e stupende.

    ha scritto il 

  • 3

    Che nome!

    Lei ha un nome fantastico: Carter-Aubrey! Come fa una con un nome tanto fantastico a farsi chiamare Trina??? Finito il libro ancora me lo chiedo: se proprio ti faceva schifo potevi farti chiamare Gina!

    ha scritto il 

  • 4

    Il mio esssere donna: Trina!

    Forte nella sua mente ma fragile per quanto riguarda i propri sentimenti, orgigliosa e affabile, generosa e moooolto ma molto altro, ecco chi è Trina, una donna che ha fatto degli errori nella sua vita, che si è data da fare nel proprio lavoro e che ha cercato di avere un attimo di folle passione ...continua

    Forte nella sua mente ma fragile per quanto riguarda i propri sentimenti, orgigliosa e affabile, generosa e moooolto ma molto altro, ecco chi è Trina, una donna che ha fatto degli errori nella sua vita, che si è data da fare nel proprio lavoro e che ha cercato di avere un attimo di folle passione con l'oggetto dei propri desideri, Walter il belloccio del libro precedente piantato in asso sull'altare da Brooke Tarantino e che non mi sapeva di nulla...ma mi sbagliavo.
    Questo secondo libro l'ho trovato molto ma molto piu' piacevole del primo anche se potrebbe non essere vero per molte ma per me è stato tale. Il personaggio di Trina e la sua vicenda sentimentale mi ha totalmente conquistata ed affascinata. La controparte maschile è stata una sorpresa, dopo l'accenno precedente mi aspettavo tutt'altro esemplare di uomo ma è stato ancor piu'...interessante...

    Il racconto riprende dal momento del "essere piantati in asso nel momento meno opportuno" del libro precedente, in un bar con un uomo afflitto dai giornalisti in compagnia del proprio alcolico preferito e una ragazza nel fiore del proprio charme in attesa del suo martini conciliatore del riposo. Si riconoscono a vicenda, lui Walter e lei Trina e per terminare la giornata si ubriacano allegramente per poi decidere di passare a casa sua, per aiutarlo a tirarsi fuori dai paparazzi assatanati. Errore, una sola notte, da un bacio nasce cosa e il gioco è fatto. Il tempo passa, nove mesi, quindici mesi e poi si ritrovano sempre li, alla Bellagio Shoes ma tante cose sono cambiate, Trina è cambiata ma Walter non capisce il perchè.
    Ci penserà la linguaccia di Dora, la nuova assistente di Trina e l'angioletto Maddie a fargli capire cosa è successo in quei mesi di lontananza e a dare un nuovo senso alla sua vita.

    Un racconto toccante, con il giusto tocco di verve e di passione, con una protagonista femminile intrigante e con la ricomparsa e il proseguimenti dei vecchi personaggi precedenti e le loro vite come Jenny e Marc e il loro matrimonio ma questo è il momento di Trina e io me lo sono goduto appieno desiderando presto leggere l'ultimo racconto di questa trilogia!!

    ha scritto il 

  • 5

    I libri della Banks hanno quel qualcosa che ti lascia la bocca dolce quando chiudi il libro: la storia fra Trina e Walker (ma non è che è il "Texas Ranger" che si è dato ad altre attività?) è dolce e speziata, aiutata anche dalla presenza di Maddie e dei parenti di Walker (zio Bill, in primis). A ...continua

    I libri della Banks hanno quel qualcosa che ti lascia la bocca dolce quando chiudi il libro: la storia fra Trina e Walker (ma non è che è il "Texas Ranger" che si è dato ad altre attività?) è dolce e speziata, aiutata anche dalla presenza di Maddie e dei parenti di Walker (zio Bill, in primis). Adesso sono curiosa di leggere l'avventura di Amelia che, almeno per ora, non sta tanto bene...

    ha scritto il 

  • 4

    Molto carino anche questo libro della Banks, ma comunque non ai livelli di Cuore e cioccolato.
    Jenny è Jenny e Trina non riesce ad arrivare alla sua dolcezza...anche se ha un buon aiutante in Maddie. ^_^
    Ci sono però buone probabilità che riesca a recuperare con il prossimo libro della ...continua

    Molto carino anche questo libro della Banks, ma comunque non ai livelli di Cuore e cioccolato.
    Jenny è Jenny e Trina non riesce ad arrivare alla sua dolcezza...anche se ha un buon aiutante in Maddie. ^_^
    Ci sono però buone probabilità che riesca a recuperare con il prossimo libro della serie che ha per protagonista Amelia...new entry di La felicità a piccoli passi. Amelia, infatti, mi sembra molto più simile (caratterialmente e anche fisicamente) a Jenny di quanto non sia Trina...e forse, se ben gestita, la cosa può volgersi a suo vantaggio.

    ha scritto il