Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La ferme des animaux

By

Editeur: Gallimard (Folio)

4.3
(23390)

Language:Français | Number of pages: 150 | Format: Mass Market Paperback | En langues différentes: (langues différentes) Chi traditional , English , Chi simplified , Spanish , Portuguese , German , Dutch , Italian , Korean , Finnish , Catalan , Swedish , Polish , Slovenian , Hungarian , Russian , Greek , Japanese , Croatian , Galego , Czech , Turkish

Isbn-10: 2070375161 | Isbn-13: 9782070375165 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Paperback , Others

Category: Fiction & Literature , Political , Science Fiction & Fantasy

Aimez-vous La ferme des animaux ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 5

    Geniale parodia dello stalinismo

    Insieme a 1984 è il libro più noto di Orwell.
    A dispetto di ciò che pensano molti, il bersaglio di questa triste, feroce e geniale parodia non è il comunismo in genere, bensì lo stalinismo. Orwell non rinnega le idee che ha sempre professato, anzi proprio in nome di quelle idee attacca la d ...continuer

    Insieme a 1984 è il libro più noto di Orwell.
    A dispetto di ciò che pensano molti, il bersaglio di questa triste, feroce e geniale parodia non è il comunismo in genere, bensì lo stalinismo. Orwell non rinnega le idee che ha sempre professato, anzi proprio in nome di quelle idee attacca la degenerazione dello stato sovietico nelle mani di Stalin. E' fin troppo facile riconoscere il dittatore nella figura di Napoleone, così come, ad esempio, la figura del mitico lavoratore Stachanov nello sventurato cavallo Bonafede, che muore all'insegna del suo "Lavorerò sempre di più".
    Nel complesso una piccola gemma, tanto preziosa quanto triste e sconsolata.
    E, purtroppo, quanto mai attuale in quanto - mutatis mutandis - il celeberrimo slogan finale "Tutti gli animali sono uguali ma alcuni sono più uguali degli altri" vale oggi più che mai in troppi Paesi del mondo, tra cui il nostro (vedi l'andamento di tanti processi...).

    dit le 

  • 5

    從反抗人類的苛刻統治開始,動物們原以為擺脫了非我族類的剝削,就能夠換得自由平等的生活,最後才發現到:問題不在人類,而在統治者身上,或說問題不在統治者,而在於自己自願被統治,還認為是天經地義的。為什麼動物們不反抗新的統治者?是懼怕他身邊九條護衛惡犬?但他們連拿著槍枝的人類都打得過;是因為他的傳令洗腦式的宣教?但他們一開始也非照單全收。我認為問題的根源,一是服膺權威,「因為他是我們之中最聰明的、因為他跟我們一樣是四條腿的,所以他作的事情一定是為了我們好、也一定是對的。」二是只要生活還過得下去就放棄思考,這些正是統治者最喜歡的人民。情況是什麼時候開始惡化的?是從雪球被趕走開始嗎?還是就算看見了 ...continuer

    從反抗人類的苛刻統治開始,動物們原以為擺脫了非我族類的剝削,就能夠換得自由平等的生活,最後才發現到:問題不在人類,而在統治者身上,或說問題不在統治者,而在於自己自願被統治,還認為是天經地義的。為什麼動物們不反抗新的統治者?是懼怕他身邊九條護衛惡犬?但他們連拿著槍枝的人類都打得過;是因為他的傳令洗腦式的宣教?但他們一開始也非照單全收。我認為問題的根源,一是服膺權威,「因為他是我們之中最聰明的、因為他跟我們一樣是四條腿的,所以他作的事情一定是為了我們好、也一定是對的。」二是只要生活還過得下去就放棄思考,這些正是統治者最喜歡的人民。情況是什麼時候開始惡化的?是從雪球被趕走開始嗎?還是就算看見了豬用兩條腿走路,仍然相信自己是在動物主義的信念下為了自己而工作?都不是,而是在故事的開頭,當自己放棄思考的那一刻,就已經註定了自己未來的命運。

    dit le 

  • 4

    Da leggere!!

    Nascosto dietro la parvenza di una favola, con degli animali che si impossessano di una fattoria, c'è un romanzo allegorico di grande spessore. Nonostante la relativa brevità, in poche pagine Orwell riesce a raccontare la società, nelle sue varie sfaccettature, travestendo i protagonisti da maial ...continuer

    Nascosto dietro la parvenza di una favola, con degli animali che si impossessano di una fattoria, c'è un romanzo allegorico di grande spessore. Nonostante la relativa brevità, in poche pagine Orwell riesce a raccontare la società, nelle sue varie sfaccettature, travestendo i protagonisti da maiali, cavalli, pecore e galline. Orwell ha avuto un'idea geniale, questo romanzo è di facile comprensione e, nonostante tutto, dà spunti per profonde riflessioni. Davvero un libro che tutti dovrebbero leggere.

    dit le 

  • 5

    La fattoria degli "animali"

    Orwell è senza ombra di dubbio un genio nel suo mestiere. Questa fiaba allegorica lo mostra in pieno. Una storia complessa raccontata in modo semplice e con una scrittura fluida e accattivante. Descrive il periodo storico riguardante il comunismo stalinista con tono leggero, per far sì che sia co ...continuer

    Orwell è senza ombra di dubbio un genio nel suo mestiere. Questa fiaba allegorica lo mostra in pieno. Una storia complessa raccontata in modo semplice e con una scrittura fluida e accattivante. Descrive il periodo storico riguardante il comunismo stalinista con tono leggero, per far sì che sia comprensibile ai più. Presentandoci così i personaggi principali (gli animali) con le caratteristiche però tipiche dell'uomo, con tutti i suoi vizi. Meritevole davvero, in pieno stile Orwell.

    dit le 

  • 4

    Imperdibile! Romanzo allegorico di sorprendente attualità... Chiaro e molto efficace. Sempre valida la divenuta ormai proverbiale massima finale sull'ugualianza. Orwell riesce ad evidenziare tutte le contraddizioni ed a mettere in ridicolo il vecchio impero URSS, inoltre descrive per certi versi ...continuer

    Imperdibile! Romanzo allegorico di sorprendente attualità... Chiaro e molto efficace. Sempre valida la divenuta ormai proverbiale massima finale sull'ugualianza. Orwell riesce ad evidenziare tutte le contraddizioni ed a mettere in ridicolo il vecchio impero URSS, inoltre descrive per certi versi anche la situazione tipica del mondo attuale, quella in cui una élite vive sulle spalle dei popoli. Consigliatissimo. Per chi vuole riflettere senza perdersi in noiosi e lunghi "mattoni".

    dit le 

  • 5

    L'ho trovato molto interessante e di facile lettura, sia perché è piccino sia perchè mi ha preso tanto. Con questo posso confermare la mia stima nei confronti di Orwell, in quanto i suoi libri mi danno sempre una buona opportunità per approfondire un periodo storico e soprattutto mi danno la poss ...continuer

    L'ho trovato molto interessante e di facile lettura, sia perché è piccino sia perchè mi ha preso tanto. Con questo posso confermare la mia stima nei confronti di Orwell, in quanto i suoi libri mi danno sempre una buona opportunità per approfondire un periodo storico e soprattutto mi danno la possibilità di ragionare su tanti argomenti. La fattoria degli animali in particolare è una "favola" che critica apertamente il comunismo stalinista, così accurata che gli animali protagonisti rappresentano persone e gruppi realmente esistiti. Per questo, dopo la lettura, consiglio di fare qualche ricerca in merito per conoscere appunto i personaggi coinvolti e con la scusa studiarsi o ripassare il momento storico.

    P.S. Non guarderò mai più i maiali con gli stessi occhi. xD

    dit le 

  • 4

    Dov'è finito Palla di Neve?

    Letto per curiosità, perché mio figlio aveva deciso di portarlo come testo d'inglese per l'esame di stato (lui non è un grande lettore, anzi). Molto interessante. Va inserito nell'abbecedario della conoscenza dell'uomo, per conoscere l'uomo della strada. Come con i grandi libri, si possono fare p ...continuer

    Letto per curiosità, perché mio figlio aveva deciso di portarlo come testo d'inglese per l'esame di stato (lui non è un grande lettore, anzi). Molto interessante. Va inserito nell'abbecedario della conoscenza dell'uomo, per conoscere l'uomo della strada. Come con i grandi libri, si possono fare più interpretazioni, ma, eloquente è, magistralmente esposto, come tutti siamo animali nel nostro recinto, nella nostra fattoria. E Orwell ce lo dice anche facendoci ridere, non è cosa da poco. Poi lo ha letto anche il fratello.

    dit le 

  • 2

    Letto (e odiato) ai tempi del liceo. Errore enorme! Riletto oggi con una maturità diversa.
    Questo romanzo è terribilmente attuale.
    Da leggere!

    Voto: 7 e mezzo/10

    dit le 

  • 4

    Dopo essersi ribellati ed aver cacciato il padrone, gli animali di una fattoria decidono di autogestirsi e di instaurare un nuovo sistema di governo, ispirandosi ai principi marxisti e fondando la propria convivenza su utopistici concetti di parità: ognuno deve lavorare per quanto è capace e deve ...continuer

    Dopo essersi ribellati ed aver cacciato il padrone, gli animali di una fattoria decidono di autogestirsi e di instaurare un nuovo sistema di governo, ispirandosi ai principi marxisti e fondando la propria convivenza su utopistici concetti di parità: ognuno deve lavorare per quanto è capace e deve utilizzare i beni comuni secondo i propri bisogni. Ma lentamente e prepotentemente si impone una nuova oligarchia di tiranni che si distinguono per egoismo ed astuzia, i maiali, capeggiati dal grasso Napoleon. La sua cattiveria ed i suoi maltrattamenti sottomettono gli abitanti della fattoria a cui, alla fine, in antitesi con gli intendimenti iniziali, sarà imposto il nome di “Fattoria padronale”. Pubblicato per la prima volta nel 1947, è la satira feroce nei confronti del totalitario regime stalinista in URSS ma è anche una condanna dura e impietosa di tutti i governi dittatoriali. Aldilà del nobilissimo intento di criticare tutte le rivoluzioni - che nascono con le migliori intenzioni egualitarie per poi rivelarsi peggiori delle sopraffazioni che si proponevano di cancellare - si tratta di una lettura non sempre appassionante e coinvolgente.

    dit le 

Sorting by