La fiaba del Vajont

Di ,

Editore: Fatatrac

4.2
(13)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 24 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8882221105 | Isbn-13: 9788882221102 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Ti piace La fiaba del Vajont?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
A quarant'anni dalla tragedia che ha distrutto la valle del Vajont portandosi via le speranze e le storie di intere comunità, i bambini e i ragazzi di Longarone hanno voluto ripensare quel terribile evento ideando una fiaba. La struggente storia d'amore tra il principe Toc e la principessa Acqua che nel loro estremo disperato abbraccio provocano involontariamente morte e dolore, accolta e trascritta dalla penna di Luigi Dal Cin e dalle illustrazioni di Arianna Papini, trova nell'emozione del finale la forza per esorcizzare il passato in nome di un futuro che insieme ai ricordi, contenga i sogni dei bambini e ascolti le loro storie.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Bella fiaba, fresca e semplice, scritta dai ragazzi di Longarone. Il loro modo di rielaborare la tragedia del Vajont può sembrare indubbiamente semplicistica e superficiale (e forse, da un certo punto ...continua

    Bella fiaba, fresca e semplice, scritta dai ragazzi di Longarone. Il loro modo di rielaborare la tragedia del Vajont può sembrare indubbiamente semplicistica e superficiale (e forse, da un certo punto di vista lo è anche), ma qui probabilmente non si voleva fare una denuncia verso tutto ciò che sta dietro a quanto accaduto. Potrebbe essere "semplicemente" la rielaborazione che bambini e ragazzi hanno fatto di un fatto drammatico, più grande di loro e a loro distante sul piano cronologico. Una fiaba ingenua, pulita, che racchiude nei suoi simboli la tragicità dell'accaduto. La strega Superbia che si nutre delle anime delle persone buone non potrebbe essere la mafia, la via più veloce per guadagnare, anche a spese delle persone? E mi fermo qui perché di parallelismi, come in tutte le fiabe ce ne sarebbero molti. L'ho letta ai miei bambini (sia in 2° che in 5° elementare) e, in modi diversi, ne son rimasti molto colpiti.

    ha scritto il 

  • 0

    VAFFANCULO, BASTARDI

    INACCETTABILE. PEDOFILIA letteraria e ISTITUZIONALE.
    Ma *questi*, sono i progetti che piacciono (e vengono richiesti e PAGATI con soldi pubblici) dalla MAFIA LONGARONESE COMUNALE.
    Non c'è proprio null ...continua

    INACCETTABILE. PEDOFILIA letteraria e ISTITUZIONALE.
    Ma *questi*, sono i progetti che piacciono (e vengono richiesti e PAGATI con soldi pubblici) dalla MAFIA LONGARONESE COMUNALE.
    Non c'è proprio nulla di fiabesco, nella storia di questa STRAGE di MAFIA misconosciuta, e in nessun'altra. Ma se credi a una fiaba come QUESTA, e non t'indigni, puoi credere anche ad ogni altra CAGATA.

    Un'offesa come nessun'altra a Sopravissuti, superstiti (non acefali), familiari e italiani (NON acefali) TUTTI. Pagata dal Comune di Longarone, edizione mafiosa De Cesero Pierluigi. Lo stesso che fece sfrattare il Comitato Sopravvissuti dopo aver raso al suolo il Sacrario di Fortogna.

    In web: http://www.vajont.info/fatatrac.html
    VAF-FAN-CU-LO

    *************************

    «E' quasi come in Sicilia, mi creda; a Longarone si configurano gli elementi tipici della mafia. Non è questione di partito A o B; c'è un determinato giro fatto di poche persone all'interno del quale non entra nessuno. Il potere è in mano a costoro, cinque o sei persone a Longarone, e poi qualche diramazione fuori, cioè altre persone nei posti giusti, perché un sistema del genere non può sopravvivere se non c'è corruzione».
    Fonte: Giampaolo Pansa, Corriere della Sera, 9 ottobre 1973; sta sul libro della Vastano.
    *********************
    BASTARDI
    In un paese *normale* questa circonvenzione/manipolazione di bimbi sarebbe perseguita. Ma a Longarone si insegna (con questo "libro") a diventare imbecilli fin da piccoli. Per perpetuare la MAFIA. Libro "ovviamente" raccomandato per un "premio" (vedi pagina web suggerita) e proposto - ri-bastardi! - anche al resto dell'ignaro mondo scolastico (acefalo??), come "modello"; per aiutare e diffondere l'opera di RIMOZIONE di questo CRIMINE all'Umanità. E in questo caso, DICO IO, *anche* all'Infanzia.
    Ed è davanti a questi SCEMPI, che ti accorgi se i *TUOI GENITORI* hanno "lavorato bene" e ti hanno trasmesso con successo quel bene incommensurabile che si chiama *ONESTA'* (ovvero DIGNITA').
    Di onestà, e soprattutto di *dignità* ne trovo poca o punto, in questo SCHIFO.
    Tiziano Dal Farra, Udine. 339 6503360 tizianoATvajont.info

    ha scritto il 

Ordina per