Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La fidanzata di Joe

Di

Editore: Faligi

3.8
(8)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 52 | Formato: Paperback

Isbn-10: 885741552X | Isbn-13: 9788857415529 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature , Romance

Ti piace La fidanzata di Joe?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Joe ha due patrie e due amori, come tanti altri emigrati, piedi e cuore in due staffe e il rimorso di non amare mai abbastanza. Lillibeth è, invece, una ragazza romantica e sola che all'amore si aggrappa con forza. La baia di San Francisco, popolata da una folla di personaggi alla disperata ricerca di un'identità sociale nell'America degli anni che vanno dal proibizionismo al dopoguerra, fa da sfondo alla loro storia d'amore. Un incontro poco galante, un charleston ballato in un dubbio locale nei pressi del porto, una notte sotto un cielo che sembra un oceano capovolto, concorrono a diradare in Lilly pregiudizi pesanti contro gli emigrati italiani.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Il tempo, si sa, lenisce ogni ferita. Il passato, tuttavia, a volte ritorna impetuoso, riaprendo e ravvivando antiche ferite e il sangue agrodolce di un amore lontano riprende a sgorgare dal cuore.
    La fidanzata di Joe è la storia di un amore profondo e misterioso, fatto di luci ed ombre. Un ...continua

    Il tempo, si sa, lenisce ogni ferita. Il passato, tuttavia, a volte ritorna impetuoso, riaprendo e ravvivando antiche ferite e il sangue agrodolce di un amore lontano riprende a sgorgare dal cuore.
    La fidanzata di Joe è la storia di un amore profondo e misterioso, fatto di luci ed ombre. Un timido incontro casuale che sfocia in una passione travolgente.
    Joe, meridionale immigrato nel fiore degli anni in America, incontra Lilly, ragazza del posto affascinante e raffinata nei modi. Nasce, tra i due, un’attrazione forte e silenziosa, fugace come una stella cadente ma intensa come il suo bagliore nelle notti buie. Lilly, nel tempo, imparerà a conoscere i segreti della vita del suo amante, realizzando di rappresentare per lui una vera e propria trasposizione femminile.
    L’immagine di una donna impressa in un’istantanea, lontana nel tempo e nello spazio, innesca un flusso ininterrotto di emozioni, turbamenti, colori e sapori sopiti, ormai, nella cenere dei ricordi. Una lacrima racchiude in sé la nostalgia di una vita vissuta a metà e le gioie e le soddisfazioni del presente cedono il passo a ricordi di un tempo andato, a memorie colme di sentimento e passione inaspettati e dirompenti.

    ha scritto il 

  • 0

    Una passione che brucia, una ragazza musona. «Fatti bella che arrivano gli italiani». Un ragazzo con la coppola e la felpa adagiata casualmente sulle spalle. Un’adolescenza finita in fretta, la scoperta dell’amore, trovato e poi lasciato, timide passioni che si consumano tra pudore e senso del pe ...continua

    Una passione che brucia, una ragazza musona. «Fatti bella che arrivano gli italiani». Un ragazzo con la coppola e la felpa adagiata casualmente sulle spalle. Un’adolescenza finita in fretta, la scoperta dell’amore, trovato e poi lasciato, timide passioni che si consumano tra pudore e senso del peccato. Sullo sfondo l’America degli immigrati in cerca di lavoro ma anche dei gangster, una vita dura, lontano da casa, una storia difficile di persone come tante, partite e non più tornate, una storia di passione che fiorisce ed è già soffocata dalla durezza della vita, dalle scelte difficili dalle aspettative che si spaccano di fronte alla realtà, un sogno americano solo vissuto nell’intimo fatto di rinunce e di addii. La fidanzata di Joe, un sogno amaro fatto di Charleston, Ford nera, basco color panna, abiti a doppio petto e borsalino, l’italianish: «I, my ladies. Apply to see you, uagliò, venite fuori. Vi presento le signorine mericane».
    Lo stile è molto fresco e morbido, le descrizioni e l’introspezione psicologica dei personaggi è molto ben definita. La Sallustio, come un pittore, realizza questo spaccato di vita, penso a un acquerello su carta, i contorni sono decisi ma i colori sono tenui e accennati quasi a dare l’idea della leggerezza del sogno.

    ha scritto il 

  • 3

    Una storia d'amore d'altri tempi

    Il libro è scritto bene, corre via veloce, tra ricordi, atmosfere alla "C'era una volta in America" e amori difficili. Lucia Sallustio è una buona penna, che sa come destreggiarsi tra le righe, riuscendo sempre a far visualizzare al lettore le immagini che dipinge. Il libro soffre un po' per la b ...continua

    Il libro è scritto bene, corre via veloce, tra ricordi, atmosfere alla "C'era una volta in America" e amori difficili. Lucia Sallustio è una buona penna, che sa come destreggiarsi tra le righe, riuscendo sempre a far visualizzare al lettore le immagini che dipinge. Il libro soffre un po' per la brevità e la conseguente "stringatezza" della storia, che dopo averci introdotto nei ricordi di Joe, finisce con lo spostarsi sul punto di vista di lei, abbandonando al non detto il resto della vita di lui - e con essa anche il suo punto di vista, che forse sarebbe stato interessante scoprire. Ammetto di non essere un amante del genere romantico, ma ci sono momenti ben descritti che riescono a trasmettere le giuste emozioni. Per concludere, un libro che si legge in un fiato ma che avrebbe meritato di essere ampliato e - a mio giudizio - ramificato meglio.

    ha scritto il 

  • 5

    È storia d’amore quella che risalta subito da queste righe.
    Di quelle che tanti esseri umani possono aver vissuto, e in qualsiasi epoca.
    Ma questo romanzo ha anche insiti dei messaggi fatti di solitudine, abbandono e riscatto.
    Traspare la fragilità umana, dalla quale derivano em ...continua

    È storia d’amore quella che risalta subito da queste righe.
    Di quelle che tanti esseri umani possono aver vissuto, e in qualsiasi epoca.
    Ma questo romanzo ha anche insiti dei messaggi fatti di solitudine, abbandono e riscatto.
    Traspare la fragilità umana, dalla quale derivano emozioni e tormento a tutti gli effetti.
    Perché è anche storia prorompente di amore proibito, contrastato da ciò che sono state per Joe, il protagonista maschile, scelte personali precedenti.
    L’America del proibizionismo fa da sfondo a questa trama, anzi, alle molteplici storie che vi si intrecciano. Un Continente che l’autrice, in modo chiaro e interessante, ci fa toccare con mano.
    Meravigliose alcune immagini che riportano al passato, sottile e particolare è anche la caratterizzazione dei personaggi.
    Si affonda, in quelle righe, l’animo di chi legge e l’empatia per il personaggio femminile di Lilly è quasi automatico fin dalle prime battute, nelle quali la protagonista femminile è animata sapientemente dall’autrice. È Lillibeth che si rivelerà su tutti, grazie al suo modo di essere semplice, silenziosa, fragile e forte nel contempo e… vera.
    L’unico difetto: è troppo breve. Ma, essendo ben scritto e ben strutturato, potrebbe essere un peccato veniale.

    ha scritto il 

  • 2

    La sinossi del libro descrive perfettamente cosa La fidanzata di Joe avrebbe potuto essere: una storia di passione, amore romantico, abbandono e rimorso, in un contesto sociale duro da cui emerge la voglia di riscatto. Purtroppo il risultato si ferma a un livello di pura intenzione.
    I perso ...continua

    La sinossi del libro descrive perfettamente cosa La fidanzata di Joe avrebbe potuto essere: una storia di passione, amore romantico, abbandono e rimorso, in un contesto sociale duro da cui emerge la voglia di riscatto. Purtroppo il risultato si ferma a un livello di pura intenzione.
    I personaggi sono tutti positivi (persino il piccolo gangster) e appena tratteggiati, e i due protagonisti Joe e Lillibeth risultano artefatti nella loro superiore bellezza, sensibilità, sopportazione alla fatica del vivere. Fatica che viene comunque ricompensata attraverso la piena realizzazione, per tutti, del favoloso (e favoleggiato) Sogno Americano.

    ha scritto il 

  • 4

    Ambientazione perfetta nell'America dei gangster e del proibizionismo che è anche 'Lamerica' degli italiani emigrati, volenterosi e solidali per una storia intensa, scritta con uno stile elegante e godibile. Tra le ragazze americane che si preparano per l'incontro con i 'fidanzati' italiani, in u ...continua

    Ambientazione perfetta nell'America dei gangster e del proibizionismo che è anche 'Lamerica' degli italiani emigrati, volenterosi e solidali per una storia intensa, scritta con uno stile elegante e godibile. Tra le ragazze americane che si preparano per l'incontro con i 'fidanzati' italiani, in una decrizione che mi ha fatto pensare un po' alle Piccole Donne della Alcott per l'atmosfera di complicità femminile che si respira, ce n'è una, un po' schiva che in fondo cerca l'amore vero. Lo troverà in un uomo che rimane in bilico tra due mondi,fedele nell'animo ma non nella carne al suo amore coniugale rimasto in Italia, amore che è anche radice indimenticata e indimenticabile, nonostante il fascino del Nuovo Mondo e l'urgenza naturale della passione. Molti i temi appena sfiorati in un testo la cui pecca è se mai nella eccessiva brevità che lascia il lettore desideroso di leggerne ancora. Un buon esordio per un genere che troppo spesso soffre di una semplicistica catalogazione nella letteratura di evasione.

    ha scritto il