Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La figlia degli elfi

Di

Editore: Mondadori

3.8
(55)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 356 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804608331 | Isbn-13: 9788804608332 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Ti piace La figlia degli elfi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sono passati sedici anni da quando Henry si è stabilito definitivamente nel Regno degli Elfi, dicendo addio alla sua vita nel Mondo Analogo “ la nostra Terra “ per sposare la bella regina Aurora. Dalla loro unione è nata Mella, adolescente ribelle e curiosa che, in virtù della sua natura (metà essere umano e metà elfo), decide di fuggire di nascosto nel Mondo Analogo per conoscere la nonna paterna. Ma qualcosa va storto e Mella finisce per sbaglio nella Terra di Halek, dove scopre che il perfido Lord Rodilegno sta preparando un piano per invadere e conquistare il regno grazie a una nuova arma letale: un esercito di manticore, bestie mitologiche con il corpo di leone, la coda di scorpione e dalla testa umana.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Sedici anni dopo rieccoci catapultati nelle vicende del Regno degli Elfi. Questa volta la protagonista è Mella, unica figlia di Henry e Aurora, che scappa di nascosto per andare a conoscere la nonna nel Mondo Analogo. Il vero problema è però che Lord Rodilegno trama ancora per impadronirsi del tr ...continua

    Sedici anni dopo rieccoci catapultati nelle vicende del Regno degli Elfi. Questa volta la protagonista è Mella, unica figlia di Henry e Aurora, che scappa di nascosto per andare a conoscere la nonna nel Mondo Analogo. Il vero problema è però che Lord Rodilegno trama ancora per impadronirsi del trono dell’Impero e assolda Bombix, ora divenuto sicario a pagamento, per catturarla e ucciderla. A sua volta questo si avvale dell’aiuto del vecchio socio Sulfureo, facendolo uscire dal manicomio dov’era ricoverato, riuscendo però a catturare solo i due sovrani invece della loro figlia. Questa è stata catapultata da un vecchio portatile del signor Fogarty nella Terra di Halek assieme alla sorella di Henry, Aisling. Come nei precedenti capitoli la storia si svolge con diversi colpi di scena e situazioni divertenti spesso al limite del grottesco e del ridicolo, un altro romanzo scoppiettante che fa prevedere ulteriori sviluppi imprevedibili ed ugualmente avvincenti.

    ha scritto il 

  • 3

    Libro di cui se ne poteva a meno

    Questo quinto volume della saga La guerra degli elfi sarebbe da 2 stelline, perchè sono rimasta delusa... soprattutto alla fine.
    Ma andiamo con ordine:
    - ho trovato il libro più debole come storia, serio (non sono scoppiata a ridere come in certe battute e scene nei precedenti libri) ...continua

    Questo quinto volume della saga La guerra degli elfi sarebbe da 2 stelline, perchè sono rimasta delusa... soprattutto alla fine.
    Ma andiamo con ordine:
    - ho trovato il libro più debole come storia, serio (non sono scoppiata a ridere come in certe battute e scene nei precedenti libri) e con la quasi assenza del connubio tra magia e tecnologia che aveva reso abbastanza originale la saga
    - il finale aperto non mi è piaciuto: questo matrimonio tra Rodilegno e Aisling... ma che cavolata! Aisling, peraltro personaggio molto antipatico, non doveva proprio esserci
    - le questioni lasciate in sospeso mi hanno fatto sorgere qualche perplessità: non c'erano prove contro Rodilegno per il fatto che voleva conquistare il Regno?! Ma va là, è 4 libri che lo vuole conquistare e ancora Aurora e Henry non se ne rendono conto?! E possibile che non credevano alle parole della figlia Mella? Ma ammazziamolo questo Lord Rodilegno e facciamo scoppiare la guerra! O facciamo concludere questa saga in qualche modo!
    - Sulfureo e Bombix dove sono finiti? No perchè sono sicura che non siano morti nemmeno loro... che prima o poi vengono ripescati in qualche altro modo idiota

    Non si può continuare a scrivere libri con gli stessi personaggi senza avere una bella trama di fondo... altrimenti serve solo a far allungare il brodo. Davvero, i precedenti volumi erano stati molto gradevoli (essendo anche il mio primo fantasy) ed era meglio che mi fermavo al quarto, che almeno era più autoconclusivo de La figlia degli elfi.
    Ma tornando alle stelline: ne ho messe 3 solo perchè comunque mi ero affezionata ai personaggi e la storia è narrata e scritta bene.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    Diciamo che questo libro, in linea di massima, non mi ha delusa più di tanto. Era da molto tempo che non leggevo qualcosa di nuovo di Brennan e mi è mancato il suo modo di scrivere.
    Ci sono parecchi colpi di scena (non per ultimo il Colpo di Fulmine di Rodilegno e Aisling -ma a ripensarci, ...continua

    Diciamo che questo libro, in linea di massima, non mi ha delusa più di tanto. Era da molto tempo che non leggevo qualcosa di nuovo di Brennan e mi è mancato il suo modo di scrivere.
    Ci sono parecchi colpi di scena (non per ultimo il Colpo di Fulmine di Rodilegno e Aisling -ma a ripensarci, conoscendo i due, non potevo aspettarmi davvero altro- e mi ha fatto ridere parecchio, l'unica cosa che mi ha fatto ridere in tutto il libro). All'inizio, quando Rodilegno parlava di Mella, non riuscivo a capire subito come potesse (l'idea del clone mi ha sfiorata parecchie volte però), George è stata una vera sorpresa, sono rimasta così O.O .Mi ha deluso l'epilogo comunque. E Brennan poteva dare un nome più decente al clone invece di Mella II, dai cavolo, uno sforzo di fantasia in più, ha creato un intricato colpo di stato e non sa dare un nome originale ad un clone?
    Altre risate, comunque, quando arriva l'invito di nozze alla fine.
    E ci siamo liberati, si spera, di Bombix e Sulfureo, una volta per tutte.

    ha scritto il 

  • 3

    Il quarto libro era un finale di saga pressoché perfetto,ma evidentemente brennan aveva bisogno di rimpinguare il conto in banca e ha deciso di riaprire i giochi.Henry è sempre il solito mito e il supporting cast rappresentato dai vecchi pyrgus,aurora e madama circe è ottimo,ma il modo in cui ven ...continua

    Il quarto libro era un finale di saga pressoché perfetto,ma evidentemente brennan aveva bisogno di rimpinguare il conto in banca e ha deciso di riaprire i giochi.Henry è sempre il solito mito e il supporting cast rappresentato dai vecchi pyrgus,aurora e madama circe è ottimo,ma il modo in cui vengono ripescati rodilegno e sulfureo è semplicemente ridicolo,quasi un insulto al lettore e mella come protagonista vale un briciolo dell'henry dei primi 4 libri.La coerenza narrativa va definitivamente a farsi benedire,però un altro giretto nel regno degli elfi non sono riuscito a rifiutarlo e visto il finale aperto spero che ce ne sia un altro all'orizzonte.Mio caro Brennan,hai voluto riaprire la saga?Adesso mi aspetto un sesto libro fantastico che la richiuda in maniera ancora migliore di quanto avevi fatto nel quarto.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho adorato gli altri titoli della saga, ma questo... Non so, mi ha lasciato un po' di amaro in bocca. Sarà la storia poco articolata, sarà che ormai i personaggi sono ben noti, e l'autore non si dedica troppo alla loro caratterizzazione (a parte Rodilegno), sarà che in questo volume il connubio s ...continua

    Ho adorato gli altri titoli della saga, ma questo... Non so, mi ha lasciato un po' di amaro in bocca. Sarà la storia poco articolata, sarà che ormai i personaggi sono ben noti, e l'autore non si dedica troppo alla loro caratterizzazione (a parte Rodilegno), sarà che in questo volume il connubio scienza-magia viene un po' meno. Mi dispiace ammetterlo ma è stato un libro piacevole, nulla di più.

    ha scritto il