La figlia del mercante di seta

Di

Editore: Newton Compton

3.1
(14)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 384 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8822701119 | Isbn-13: 9788822701114 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Rosa

Ti piace La figlia del mercante di seta?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
1952, Indocina francese. Dalla morte della madre, Nicole, diciottenne franco-vietnamita, è vissuta all’ombra della bella sorella maggiore, Sylvie. Quando Sylvie prende le redini degli affari di famiglia, che ruotano intorno al commercio della seta, a Nicole non resta che accontentarsi della gestione di un vecchio negozio, nel quartiere vietnamita di Hanoi. La zona, tuttavia, pullula di militanti ribelli pronti a tutto per porre fine alla dominazione francese, persino a tradire i loro cari. In questo clima sempre più teso Nicole scopre la corruzione su cui si regge il sistema coloniale e si rende conto con sgomento che anche la sua famiglia è coinvolta… Nel frattempo, la ragazza conosce Trân, un ribelle vietnamita, e, nonostante sia innamorata di Mark, un affascinante imprenditore americano che incarna alla perfezione l’uomo dei suoi sogni, le sembra finalmente di intravedere una via di fuga da una vita che non ha scelto e da una cultura a cui non sente di appartenere. In un Paese dilaniato dai contrasti, è difficile per Nicole fare la scelta giusta, capire di chi fidarsi… La figlia del mercante di seta è un romanzo affascinante sulla rivalità tra sorelle, sull’amore che sfida la sorte, sui segreti da tenere nascosti, a cui fa da sfondo un Vietnam incantevole nell’età del colonialismo.
Ordina per
  • 2

    Senza senso

    Le due stelline che ho dato sono solo per l'ambientazione esotica e per il fatto che tratta alcuni momenti della storia vietnamita, non proprio conosciutissima.
    Per il resto il romanzo è scritto davve ...continua

    Le due stelline che ho dato sono solo per l'ambientazione esotica e per il fatto che tratta alcuni momenti della storia vietnamita, non proprio conosciutissima.
    Per il resto il romanzo è scritto davvero male. Si insiste su dettagli che sono assolutamente insignificanti solo per allungare il brodo. I personaggi a volte si comportano in modo assurdo e hanno lo spessore di un foglio di carta velina. La protagonista in tante occasioni mi è sembrata proprio stupida. Cambia idea al cambiare del vento e non impara nulla dalle esperienze passate. La sorella l'ha sempre vessata ed è sempre stata ambigua con lei eppure lei continua a darle fiducia fino in fondo.
    Sylvie è un personaggio odioso. L'autrice ha cercato di salvarne la reputazione alludendo ai suoi disturbi mentali, ma francamente non è riuscita a farmela piacere neanche un po'.
    Non parliamo poi del padre che sarebbe assolutamente da sopprimere. Persona meschina e incapace di provare amore per la propria famiglia.
    Mark resta un grande punto di domanda per me. Inizialmente sembra in un modo, poi in un altro...un trasformista che non mi ha convinta del tutto nemmeno nel finale. Dice di essere così innamorato di Nicole, ma appena scopre che lei gli ha nascosto un particolare stupido della lettera di Sylvie, la molla al suo destino. Mah! Esempio dell'agire assurdo dei personaggi di cui parlavo sopra.
    In conclusione consiglio vivamente di evitare questa lettura.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro veramente emozionante e toccante, che tocca varie parti del cuore e diversi tipi di amore e odio, quello tra amanti, tra sorelle, tra figlia e padre e tra amici.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    La figlia del mercante di seta è un romanzo molto affascinante ambientato nel Vietnam degli anni '50. La protagonista della storia è Nicole, giovane donna franco-vietnamita, che si ritrova a vivere in ...continua

    La figlia del mercante di seta è un romanzo molto affascinante ambientato nel Vietnam degli anni '50. La protagonista della storia è Nicole, giovane donna franco-vietnamita, che si ritrova a vivere in un periodo particolare della storia del Vietnam. Ci troviamo tra il 1952 e il 1955, il Vietnam sta cercando di liberarsi della dominazione francese, in quel periodo avere sangue misto non era semplice. Per Nicole lo è ancora meno data la delicata situazione familiare che vive. Dopo la morte della madre, Nicole ha sempre vissuto col padre e la sorella maggiore Sylvie, entrambi l'hanno fatta sempre sentire una sconosciuta nella sua stessa casa. Quando Sylvie diventa la responsabile degli affari di famiglia, a Nicole viene affidata solamente la gestione di un piccolo negozio di seta nel quartiere vietnamita. Sarà proprio quello il punto di partenza per permetterle di abbracciare le sue origini vietnamite e a segnare l'inizio di una nuova parte della sua vita.
    Immagine correlata
    Il nuovo romanzo di Dinah Jefferies è una bellissima storia familiare sullo sfondo di un Vietnam che si trova ad affrontare uno dei suoi momenti storici più delicati.
    Nicole è solo una ragazzina ribelle che vorrebbe sentirsi davvero parte della sua piccola famiglia, ma l'indifferenza del padre e la presenza quasi oppressiva della sorella, esempio di perfezione a cui lei non riesce mai ad avvicinarsi, non le permettono di poter essere sè stessa. Quando le viene affidata la gestione di un piccolo e vecchio negozio di sete nel quartiere vietnamita di Hanoi, Nicole entra per la prima volta in diretto contatto con la sua parte vietnamita.
    Nello stesso periodo conosce Mark, un commerciante di sete americano che in realtà nasconde molti segreti. L'incontro con Mark da un lato e quello con un giovane vietminh dall'altro, portano Nicole a interrogarsi su quale sia la sua vera identità.
    Con uno stile elegante, scorrevole e molto descrittivo, la Jefferies ci trasporta in un Vietnam dalle ambientazioni quanto mai esotiche e affascinanti. La narrazione ha un bel ritmo, il romanzo si lascia leggere molto velocemente e riesce a catturare il lettore e a fargli vivere la storia.
    Il percorso che Nicole compie è un percorso molto interessante e va di pari passi con le trasformazioni che vedono protagonista la società vietnamita. Si tratta di una storia familiare su sfondo storico, le interazioni tra Nicole e i suoi familiari insieme al loro coinvolgimento nei cambiamenti del Vietnam, costituiscono gran parte della storia. C'è anche una storia d'amore che, pur essendo molto bella, non costituisce la totalità del romanzo. Mi è piaciuta moltissimo l'ambientazione di questa storia, si nota il lavoro di ricerca che l'autrice ha svolto, leggendo sembrava quasi di vedere i paesaggi vietnamiti!
    Una bella storia che parla di legami familiari e di amore sullo sfondo della lotta vietnamita contro i francesi.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi è piaciuta la storia d'amore, travagliata a causa delle problematiche storiche e sociali e ostacolata da una fitta trama di bugie. Manipolatrice e odiosa Sylvie. Piacevoli e ben caratterizzati i pr ...continua

    Mi è piaciuta la storia d'amore, travagliata a causa delle problematiche storiche e sociali e ostacolata da una fitta trama di bugie. Manipolatrice e odiosa Sylvie. Piacevoli e ben caratterizzati i protagonisti. Tuttavia, tutta la parte strettamente storica è troppo presente, arricchita anche troppo con particolari, a mio avviso, inutili; questo deficia notevolmente l'importanza e la descrizione non particolareggiata del fulcro del romanzo, che è appunto la storia d'amore. Peccato, mi aspettavo di più!

    ha scritto il 

  • 3

    Anni Cinquanta, nel pieno del conflitto tra Francia ed Indocina.
    Nicole e Sylvie, orfane di madre, sono due sorelle che non sono mai andate troppo d'accordo: alla maggiore Sylvie il padre lascerà le r ...continua

    Anni Cinquanta, nel pieno del conflitto tra Francia ed Indocina.
    Nicole e Sylvie, orfane di madre, sono due sorelle che non sono mai andate troppo d'accordo: alla maggiore Sylvie il padre lascerà le redini della propria azienda di tessuti, mentre a Nicole andrà solamente il piccolo negozio di sete nel centro di Hanoi.
    Durante la gestione dell'emporio Nicole avrà però modo di scoprire la corruzione e la cattiveria su cui si regge l'impero coloniale. Farà anche la conoscenza di Tran, un ribelle vietnamita, e di Mark, un misterioso americano in affari con suo padre.
    Ma cosa nascondono gli incontri tra il padre, Mark e Sylvie? Chi ha ragione tra francesi e vietnamiti?
    Nell'arco di alcuni anni la vita di Nicole sarà completamente stravolta non solo dalla guerra imminente ma anche da un amore travolgente.

    Romanzo che, sebbene in alcuni punti sia denso di particolari a mio avviso inutili, riesce comunque a trattenere l'attenzione del lettore. I personaggi sono ben costruiti e diversissimi tra loro, tanto che non si può fare a meno di prendere la parte di una delle due sorelle.
    La parte storica, relativa al conflitto franco-vietnamita, meritava forse un maggiore approfondimento o una maggiore spiegazione in alcuni punti, ma tutto sommato riesce ad essere uno sfondo corretto a tutta la storia.

    Consigliato a chi ama le storie d'amore tormentate ed i conflitti interiori.

    ha scritto il