La figlia della luna

Di

Editore: Mondadori

4.2
(652)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 8804416807 | Isbn-13: 9788804416807 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Adolescenti

Ti piace La figlia della luna?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    E' decisamente un libro per ragazzi, ma mi ha fatto compagnia mentre ero a letto con l'influenza. Una storia carina che mi ha ricordato 'Coraline' di Gaiman. Ho apprezzato soprattutto il personaggio d ...continua

    E' decisamente un libro per ragazzi, ma mi ha fatto compagnia mentre ero a letto con l'influenza. Una storia carina che mi ha ricordato 'Coraline' di Gaiman. Ho apprezzato soprattutto il personaggio di Jacko che mi ha suscitato una tenerezza infinita.

    ha scritto il 

  • 3

    Laura è una quattordicenne come tutte le altre che una mattina riceve un avvertimento. Prega la madre di rimanere a casa, ma la madre non se la beve e Laura è costretta ad andare a scuola, certa che a ...continua

    Laura è una quattordicenne come tutte le altre che una mattina riceve un avvertimento. Prega la madre di rimanere a casa, ma la madre non se la beve e Laura è costretta ad andare a scuola, certa che accadrà qualcosa di terribile.
    Ma non è così: Laura è una quattordicenne come tutte le altre e ha solo un'immaginazione molto vivida.
    ...
    Naa. Ovviamente qualcosa di terribile accade: il fratello di Laura viene preso di mira da una specie di demone succhia-energia vitale, i medici sono convinti che morirà e tocca a Laura salvarlo.

    È quel genere di storia semplice semplice che non può fare a meno di ricordarne altre. A me leggendo sono venuti in mente il film Labyrinth e libri quali Something Wicked This Way Comes e The Ocean at the End of the Lane.
    Sia l'inizio che la fine mi sembravano interminabili, come se il vivo della storia fosse solo la parte centrale. Detto questo, perché leggere The Changeover? In cosa si distingue da altri libri fantasy per ragazzi?
    - È ambientato in Nuova Zelanda;
    - Sorensen Carlisle, il ragazzo-strega, è davvero molto particolare (giustamente qualcuno l'ha paragonato a Howl);
    - Al contrario di altri libri fantasy per ragazzi, i personaggi non vivono in una realtà ovattata in cui il sesso non esiste, anzi: quando Laura esce di nascosto di notte ha paura di essere stuprata e c'è persino una battuta su quanto sia dotato Sorensen;
    - Al contrario di altri libri fantasy per ragazzi dove la famiglia è una parte rilevante della storia, il cattivo di turno non è il nuovo ragazzo della madre o la nuova moglie del padre, bensì un'entità a parte.

    Quello che questo libro ha lasciato a me, per quanto sia fuori target, è l'idea che il cambiamento sia un passo necessario anche se all'inizio sembra pauroso. Nel caso di Laura, il cambiamento avviene su due livelli: non è solo quello magico del titolo, è anche la sua crescita personale da una parte e l'accettare nuovi membri nella sua famiglia dall'altra.
    Da questo punto di vista è un peccato che almeno in Italia sia fuori catalogo: anche dopo trent'anni dalla sua pubblicazione, credo possa dire qualcosa di nuovo molto più dei tanti paranormal romance fotocopia che riempiono le librerie.

    ha scritto il 

  • 5

    IL libro per ogni ragazzina adolescente <3

    La quattordicenne Laura cerca in ogni modo di salvare il fratellino dalla possessione del malvagio spirito di un morto, che "succhia" al bimbo l'energia vitale. L'impotenza dei medici "positivisti" la ...continua

    La quattordicenne Laura cerca in ogni modo di salvare il fratellino dalla possessione del malvagio spirito di un morto, che "succhia" al bimbo l'energia vitale. L'impotenza dei medici "positivisti" la fa decidere a tramutarsi in strega, per combattere ad armi pari il nemico. È una storia curiosa, che adotta i modi di un tipico racconto dell'orrore, e dove la scrittrice neozelandese manifesta una buona capacità di evocare con la scrittura ciò che al cinema viene affidato a ormai sofisticatissimi effetti speciali: lemuri dalle ambigue sembianze umane, possessioni ed esorcismi, orride metamorfosi, e infine un complicatissimo rito di passaggio che prende la forma di viaggio onirico, dentro e fuori di sé. Tuttavia, l'iniziazione alle pratiche magiche avviene grazie agli uffici di un ambiguo e seduttivo ragazzo-strega, cosicché, dissipato l'incubo, l'unico effetto visibile della metamorfosi è un'accresciuta sensualità della ragazza, che non considera più le avventure sentimentali della madre come una minaccia all'integrità degli affetti familiari, e non appare più insensibile alle sollecitazioni dell'altro sesso.

    ha scritto il 

  • 5

    inaspettato e magico

    mi è arrivato in uno di questi giorni qualunque, senza far rumore, accompagnato da una mia smorfia "bel titolo almeno" pensai.
    poi...ho letto lui e lui me.
    in qualche modo che non so, questo e "silenz ...continua

    mi è arrivato in uno di questi giorni qualunque, senza far rumore, accompagnato da una mia smorfia "bel titolo almeno" pensai.
    poi...ho letto lui e lui me.
    in qualche modo che non so, questo e "silenzi" sono due libri in cui ho trovato me e sapere che sono stati scritti, mi fa sentire meno sola.

    ha scritto il 

  • 5

    Emozionante davvero e coinvolgente, vuoi sapere come prosegue, cosa accade, quale sorpresa ti rivela la pagina successiva. I protagonisti... che dire, intriganti. Una bella storia.

    ha scritto il 

  • 5

    Sulla copertina c'è scritto "dagli 11 anni in su" e io circa a quell'età lo lessi per la prima volta, in realtà divorandomelo per almeno 5 volte di fila. L'ho letto successivamente altre volte, e, dop ...continua

    Sulla copertina c'è scritto "dagli 11 anni in su" e io circa a quell'età lo lessi per la prima volta, in realtà divorandomelo per almeno 5 volte di fila. L'ho letto successivamente altre volte, e, dopo un bel po' che non lo prendevo, l'ho appena finito per quella che è veramente l'ennesima volta. Che dire? Che di certo non è un libro per ragazze, "solo" per ragazze. La bravura della grande Margaret Mahy è proprio nel creare un racconto leggibile da ragazzini conservando una complessità che lo fa apprezzare, e anzi fa scoprire cose nuove, dopo innumerevoli letture e qualche bell'anno in più. E, detto tra noi, Sorensen Carlisle è senza dubbio uno dei personaggi maschili più intriganti che mi sia capitato d'incontrare... impossibile non innamorarsene!

    ha scritto il 

  • 5

    Riletto fino allo sfinimento. Un libro che vuole essere fantasy e rosa allo stesso tempo. Originale nella caratterizzazione dei personaggi: è difficile non voler essere Laura ed è difficile non deside ...continua

    Riletto fino allo sfinimento. Un libro che vuole essere fantasy e rosa allo stesso tempo. Originale nella caratterizzazione dei personaggi: è difficile non voler essere Laura ed è difficile non desiderare di incontrare una "strega maschio". Le scene tra i due sono emozionanti e intense. Le romanticherie banali sono messe al bando: c'è invece una vera connessione che possiamo considerare eterna. Alcune immagini, come una scarpa dimenticata sotto il letto, l'etichetta dello shampoo o lo cherry simbolico, rimangono nella memoria del lettore e non si cancellano più. Quello che l'autrice crea è un vero e proprio mondo... dove si vorrebbe vivere.

    ha scritto il 

Ordina per