Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La fine dell'alfabeto

Di

Editore: Garzanti

2.9
(133)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 139 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: A000089460 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature

Ti piace La fine dell'alfabeto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Un libro delicato e semplice, toccante ma leggero, si legge in pochissimo tempo. Pur non essendo particolarmente originale riesce a coinvolgere il lettore e a non essere banale. Consigliato a chi desidera una storia semplice capace di regalare qualche lacrima, sconsigliato a chi crede che sull'am ...continua

    Un libro delicato e semplice, toccante ma leggero, si legge in pochissimo tempo. Pur non essendo particolarmente originale riesce a coinvolgere il lettore e a non essere banale. Consigliato a chi desidera una storia semplice capace di regalare qualche lacrima, sconsigliato a chi crede che sull'amore e la sofferenza della perdita sia già stato detto tutto.

    ha scritto il 

  • 1

    non mi è piaciuto per niente, è una storia che si suppone dovrebbe far commuovere o comunque far riflettere ma secondo me non è così.. per quanto riguarda la scrittura la trovo troppo caotica e confusa non di mio gusto....

    ha scritto il 

  • 1

    La fine dell'alfabeto

    Orribile.
    Non riesco a capire come possa riportare la citazione sul libro:una gemma,un piccolo gioiello che vorrete portare con voi per sempre.
    L'idea era buona ma la scrittura è incasinatissima,per niente scorrevole. I nomi poi talmente difficili che ad ogni pagina non riesci mai a ...continua

    Orribile.
    Non riesco a capire come possa riportare la citazione sul libro:una gemma,un piccolo gioiello che vorrete portare con voi per sempre.
    L'idea era buona ma la scrittura è incasinatissima,per niente scorrevole. I nomi poi talmente difficili che ad ogni pagina non riesci mai a ricordarteli.
    Non trasmette emozioni,non sono riuscita minimamente ad immedesimarmi con i personaggi. Letto a più riprese,nella speranza che migliorasse ,l'ho abbandonato a tre quarti dalla fine. Superficiale,mi aspettavo maggior coinvolgimento trattando un tema molto delicato (la storia narra la vita di un uomo a cui viene diagnosticata una malattia incurabile e gli resta 1 mese di vita).Una vera delusione.

    ha scritto il 

  • 0

    Un piccolo libro con poche ambizioni, come se la storia narrata, un uomo che vede improvvisamente ridursi l'orizzonte di vita ad un solo mese a causa di una malattia inesorabile, riducesse drasticamente anche il respiro del racconto.
    Ma in quel piccolo respiro c'è tutta la gamma delle emozi ...continua

    Un piccolo libro con poche ambizioni, come se la storia narrata, un uomo che vede improvvisamente ridursi l'orizzonte di vita ad un solo mese a causa di una malattia inesorabile, riducesse drasticamente anche il respiro del racconto.
    Ma in quel piccolo respiro c'è tutta la gamma delle emozioni: la bulimia di vita, che porta a riempire quell'ultimo mese di progetti irrealizzabili, la disillusione di dover subire i limiti del corpo malato, la ribellione feroce contro la sorte (perché IO?), il bisogno di ritornare alla dolcezza degli affetti, degli amici, della casa.
    Resta dentro.

    ha scritto il 

  • 2

    Concordo con chi dice che questo libro non ha mordente. Pur trattando un tema molto delicato - gli ultimi giorni di un malato terminale- non sono riuscita a provar nulla per i protagonisti, se non un grande fastidio per la totale mancanza di punteggiatura. Peccato!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Questa è una storia improbabile... con un finale prevedibile.

    Una trama interessante ma la storia è scritta in modo superficiale al punto che l'ho letta con enorme distacco, colpa anche di tutte quelle ripetizioni retoriche.
    L'ultima delusione è arrivata al finale, che si capiva già dalla A di Amsterdam.

    ha scritto il 

  • 5

    Cosa fare quando si ha un solo mese di vita ancora? Si ripercorrono situazioni e luoghi amati e Ambrose decide di farlo con la persona che ama di più: sua moglie Zipper. "La fine dell'alfabeto" è un libro sull'amore e sulla malattia e anche un viaggio: nei ricordi, in luoghi già visitati o mai vi ...continua

    Cosa fare quando si ha un solo mese di vita ancora? Si ripercorrono situazioni e luoghi amati e Ambrose decide di farlo con la persona che ama di più: sua moglie Zipper. "La fine dell'alfabeto" è un libro sull'amore e sulla malattia e anche un viaggio: nei ricordi, in luoghi già visitati o mai visti, nei meandri dell'anima...
    Una storia d'amore, una vita, ripercorse nelle lettere dell'alfabeto. Uno dei libri più semplici, struggenti e romantici che abbia mai letto.

    nota del 20/02/2013:
    Riconfermo parola per parola l'impressione su un libro che, a distanza di anni, ancora mi commuove e riesce a tenermi incollata alle sue pagine fino a che non l'ho terminato.

    ha scritto il