Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La fine dell'avventura

Di

Editore: Oscar Mondadori

4.0
(545)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 255 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Portoghese , Tedesco , Olandese , Spagnolo , Francese

Isbn-10: A000145330 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Piero Jahier , Maj-Lis Stoneman

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri , Copertina rigida

Ti piace La fine dell'avventura?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Triangolo amoroso

    Non è che il libro non sia interessante in certe sue parti... Ma è pesante, ripetitivo, noioso e tradotto in modo osceno. Ho letto che il libro dovrebbe essere letto almeno un paio di volte per comprenderlo appieno. Io ho fatto molta, troppa fatica già alla prima...

    ha scritto il 

  • 4

    leggere questo libro è stato per me una sorta di viaggio attraverso vari sentimenti, il primo l'amore, la ricerca esistenziale, la noncuranza, il tradimento, l'amicizia. Il triangolo è sede di accettazione nonostante la conoscenza dei fatti. L'autore dipinge molto nitidamente il tutto.

    ha scritto il 

  • 2

    Di solito quando leggo un libro mi immedesimo in uno dei protagonisti, ma questa volta ho indossato i panni di ben tre personaggi. Sarà che ormai a quarant’anni uno è stato “amante”, “amato” e, almeno una volta, preso in giro da una donna.

    ha scritto il 

  • 5

    Precauzioni d'uso:rimandare se avete chiuso da poco una relazione!

    le parole di Greene sono talmente perfette che mi sembra di compier ....http://recensioni-libri-di-ally.blogspot.it/2014/01/fine-di-una-storia.html

    ha scritto il 

  • 0

    Scritto davvero bene. La pesantezza che taluni gli attribuiscono credo in parte sia voluta dall'autore che, anche nei modi della narrazione, cerca di suscitare nel lettore quel sentimento di fastidiosa morbosità che appartiene al protagonista maschile. Non é un libro facile, molti i sentimenti de ...continua

    Scritto davvero bene. La pesantezza che taluni gli attribuiscono credo in parte sia voluta dall'autore che, anche nei modi della narrazione, cerca di suscitare nel lettore quel sentimento di fastidiosa morbosità che appartiene al protagonista maschile. Non é un libro facile, molti i sentimenti descritti e tra loro in gran parte antitetici, sentimenti comunque molto umani e direi anche ben comprensibili se non ci si nasconde dietro falsi perbenismi. Questo libro va letto almeno un paio di volte prima di comprenderlo davvero.

    ha scritto il 

  • 3

    "Come crediamo facilmente di poter sgusciar fuori dalla nostra colpa con una mossa di contrizione."

    La traduzione è uno scandalo, c'è poco da fare.
    Le parole sono invecchiate tra le pagine e ormai hanno occhielli e grazie impolverati. Dopo avere affrontato innumerevoli leticate e dopo essermi imbattuta nel cul di sacco - ebbene sì! - ho smesso di concentrarmi sulla storia, m ...continua

    La traduzione è uno scandalo, c'è poco da fare.
    Le parole sono invecchiate tra le pagine e ormai hanno occhielli e grazie impolverati. Dopo avere affrontato innumerevoli leticate e dopo essermi imbattuta nel cul di sacco - ebbene sì! - ho smesso di concentrarmi sulla storia, ma posso dirvi con certezza che Sara è una stronza. Non si discute.

    ha scritto il 

  • 2

    Mi odio particolarmente tanto per dover dare solo due stelle. Facciamo che è un tre meno? Perché quelle due stelle si riferiscono puramente alla trama. Perché proprio non mi piace. Considerate che mi è stato regalato, dato che volevo cominciare a leggere Greene, ma io non avrei mai scelto questo ...continua

    Mi odio particolarmente tanto per dover dare solo due stelle. Facciamo che è un tre meno? Perché quelle due stelle si riferiscono puramente alla trama. Perché proprio non mi piace. Considerate che mi è stato regalato, dato che volevo cominciare a leggere Greene, ma io non avrei mai scelto questo romanzo per cominciare molto probabilmente. Gli avrei dato una chance dopo aver letto altro forse, per apprezzare ugualmente lo stile. PErché sì, lo stile, e l'intreccio, l'ho amati. È bello apprezzare quando ci si aspetta di farlo, e in questo caso sono stata davvero soddisfatta. Realistico ma in maniera struggente, palpabile, con mia gioia, quasi filmico. Per questo consiglio Greene, anche io ora leggerò altro sicuramente, ma questo particolare romanzo, beh, non posso dire di averlo molto apprezzato. Ho trovato la trama un po' noiosa, e anche l'intreccio, devo ammetterlo, in certi punti non era un granché.

    ha scritto il 

Ordina per