La fine dell'eternità

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Oscar Fantascienza 60)

4.3
(2187)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 228 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Tedesco , Catalano , Ceco , Polacco , Olandese , Portoghese

Isbn-10: 8804297808 | Isbn-13: 9788804297802 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. Lippi

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Narrativa & Letteratura , Filosofia , Fantascienza & Fantasy

Ti piace La fine dell'eternità?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Andrew Harlan è un tecnico diverso da tutti gli altri: la sua specialità è il tempo, e il suo lavoro consiste nel manipolare il passato e il futuro. Andrew Harlan fa parte della ristrettissima casta degli Eterni, gli uomini che, dopo il 27 secolo, hanno imparato a modificare la realtà correggendone tutte le imperfezioni. Ma ben presto Harlan si trova di fronte a una serie di interrogativi inquietanti: perché anche agli Eterni è vietato accedere ai Secoli Nascosti? Chi o che cosa si nasconde nel lontanissimo futuro? E chi e veramente Noys Lambent, la donna del 482 secolo che gli Eterni vogliono eliminare con un Mutamento di Realtà? La risposta a questi interrogativi costituisce uno dei più ingegnosi romanzi di Isaac Asimov, l'unico da lui scritto sui viaggi nel tempo e da molti considerato il suo capolavoro.
Ordina per
  • 2

    Non uno dei migliori di Asimov. Anzi, se non fosse per i capitoli finali, è anche tendenzialmente noioso.
    Ok, viaggi nel tempo, manipolazioni della/e realtà, determinismo esterno delle azioni e del/i ...continua

    Non uno dei migliori di Asimov. Anzi, se non fosse per i capitoli finali, è anche tendenzialmente noioso.
    Ok, viaggi nel tempo, manipolazioni della/e realtà, determinismo esterno delle azioni e del/i futuro/i dell'umanità, amori, gelosie, politica.
    Due, secondo me, le vere morali.
    Uno, la gente dovrebbe comunicare di più e meglio, più chiaramente e più apertamente. Quanti casini che si risolverebbero, in tutti i tipi di rapporti interpersonali!
    Due, lo sviluppo, l'evoluzione sia dell'individuo che dell'intero gruppo (specie, razza ecc.) si hanno solo se è possibile toccare, di tanto in tanto, gli estremi. Un andamento piatto, monotono, sempre uguale, mediocre, senza estremi porta alla stasi, all'involuzione e all'estinzione. Mantenersi sempre in un canale ben definito, senza alcun tipo di eccesso è, sì, sicuro e sereno, ma deleterio e devastante.

    ha scritto il 

  • 5

    Che dire, cercavo un libro che trattasse l'argomento sui viaggi nel tempo e devo dire che l'ho trovato. È il primo romanzo di Asimov che leggo ma mi ha stregato, nonostante non mi fossi affezionato pa ...continua

    Che dire, cercavo un libro che trattasse l'argomento sui viaggi nel tempo e devo dire che l'ho trovato. È il primo romanzo di Asimov che leggo ma mi ha stregato, nonostante non mi fossi affezionato particolarmente ai protagonisti, la storia, il mondo e tutto l'universo creato è descritto in un tale modo da sembrare vero, vivo e plausibile. Consigliassimo, soprattutto se cercate un buon libro di fantascienza che tratti i viaggi nel tempo e i paradossi temporali, fidatevi non vi pentirete della scelta. Il romanzo è distaccato da tutti i vari cicli ed è auto conclusivo, c'è solo una piccolissima citazione ad altre opere (che non sto a dire per evitare ogni possibile spoiler sulla trama) ma nulla di più.
    Ora mi aspetta il ciclo della fondazione, che bella scoperta Asimov!

    ha scritto il 

  • 4

    Difficile star dietro al mondo creato, soprattutto se come me non si è abituati. Di sicuro profondo ed avvincente, Asimov è geniale, ma non posso dire semplicissimo da leggere.

    ha scritto il 

  • 5

    What a surprise! I have read quite some Asimov, but never one of his stand-alone (that is, non-Foundation, non-Lucky Starr and non-Robot Cycle) science fiction novels. This one is... different. In a g ...continua

    What a surprise! I have read quite some Asimov, but never one of his stand-alone (that is, non-Foundation, non-Lucky Starr and non-Robot Cycle) science fiction novels. This one is... different. In a good way. The unnatural environment of Eternity(you'll find out what I mean by reading the book) and its effects on the men living in it are perfectly crafted, always coherent and believable. A really enjoyable read.

    ha scritto il 

  • 5

    Asimov è l'essenza di tutto ciò che amo nella fantascienza.
    In questo relativamente breve ma consistente romanzo (slegato ai vari cicli), l'autore ci presenta il Tecnico Andrew Harlan e con poche penn ...continua

    Asimov è l'essenza di tutto ciò che amo nella fantascienza.
    In questo relativamente breve ma consistente romanzo (slegato ai vari cicli), l'autore ci presenta il Tecnico Andrew Harlan e con poche pennellate ci dipinge e presenta il mondo dell'Eternità, una realtà che esiste al di fuori del Tempo e che regola le Realtà del nostro mondo per mantenere l'ordine e l'armonia tra i secoli.

    Ambientato in un futuro lontanissimo, con paradossi temporali, realtà multiple e viaggi che percorrono millenni, Asimov costruisce una trama pregna di essenza fantascientifica e con sfumature da love story (solo accennate, niente di troppo invasivo, non crediate sia un chick-lit ambientato nello spazio) e da thriller.
    Le pagine scorrono che è un piacere e seguono Harlan per tutto il percorso che porterà all'inevitabile conclusione che tanto piace ai fan del Paradosso.
    Asimov ci immerge nella realtà dell'Eternità con grande naturalezza, senza mai risultare pesante e capace di spiegare i concetti più difficili anche a chi non mastica molto lo pseudo-linguaggio fantascientifico. Ogni descrizione è ben piazzata per evitare l'infodump, in cui è così facile incappare quando si costruisce una realtà da cima a fondo. Il romanzo sa essere anche profondo, non dimenticandosi le emozioni del protagonista e approfondendo anche le discussioni etiche più generiche che riguardano i Paradossi.
    La vicenda prende sempre di più man mano che i fatti prendono forma e aiutano a slegare la matassa impenetrabile dell'Eternità, travolgendo poi Harlan e il lettore con i veloci (ma non frettolosi) fatti decisivi che si susseguono nel finale.

    Consiglierei il libro a chi ovviamente ama la fantascienza, in quanto Asimov e la sua brillante naturalezza nel creare realtà nuove è in grado di intrigare anche i più avvezzi a certe letture e farli andare in brodo di giuggiole per le teorie del Tempo e dei Paradossi; però lo consiglierei anche ai neofiti, per avvicinarsi al genere, in quanto il romanzo nella sua brevità non è mai pesante e come ho già detto non è complicato da seguire.
    Il libro in generale è un piccolo ma riuscito gioiellino. Cinque stelline per "La fine dell'Eternità", quindi!

    ha scritto il 

  • 5

    Eccezionale esempio di come Asimov sia giustificata fonte di ispirazione d'eccellenza di scrittori e registi cimentatisi nel genere fantascientifico . Una scrittura elegante, dimestichezza totale nel ...continua

    Eccezionale esempio di come Asimov sia giustificata fonte di ispirazione d'eccellenza di scrittori e registi cimentatisi nel genere fantascientifico . Una scrittura elegante, dimestichezza totale nel gestire concetti difficili come paradossi temporali e tecnologia futura immaginaria, unico. Libro al di fuori dei cicli ai quali ci ha abituato questo romanzo è decisamente un must read.

    ha scritto il 

  • 4

    Ero indeciso fra le 3 e le 4 stelline, l'ultima parte del libro si è guadagnata la 4 stella.
    iI viaggi nel tempo e la possibilità di modificare la realtà per evitare le grandi tragedie o correggere gl ...continua

    Ero indeciso fra le 3 e le 4 stelline, l'ultima parte del libro si è guadagnata la 4 stella.
    iI viaggi nel tempo e la possibilità di modificare la realtà per evitare le grandi tragedie o correggere gli errori commessi dall'umanità sono temi sicuramente affascinanti e vengono esposti bene durante il romanzo sebbene non ci siano grandi picchi di tensione, se non nella parte finale.

    Il finale sorprendente e la riflessione che propone sono proprio la parte piu bella del libro.

    ha scritto il 

  • 5

    non ci saranno errori perchè non ci sono stati errori

    un bellissimo romanzo del grande Asimov sul tema dei viaggi nel tempo!

    è un libro molto avvincente e molto profondo, riesce a non "sbagliare"(coi viaggi nel tempo o si sbaglia o si imbroglia, molto sp ...continua

    un bellissimo romanzo del grande Asimov sul tema dei viaggi nel tempo!

    è un libro molto avvincente e molto profondo, riesce a non "sbagliare"(coi viaggi nel tempo o si sbaglia o si imbroglia, molto spesso) e ad essere perfettamente lucido e comprensibile! Ha degli ottimi colpi di scena, un bel finale....ha tutto!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per