La finestra dei Rouet

Voto medio di 626
| 125 contributi totali di cui 120 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un lento, soffocante pomeriggio estivo. In un modesto appartamento di Faubourg Saint-Honoré, una donna sta ricucendo un vecchio vestito. Al di là della porta che divide la sua stanza da quella attigua, due corpi giovani si stiracchiano ... Continua
Ha scritto il 04/10/17
Commentare Simenon mi viene sempre più difficile perchè i sinonimi di "capolavoro" li ho finiti da un pezzo.
Ha scritto il 24/05/17
SPOILER ALERT
La protagonista del libro è la solitudine...il personaggio di Dominique ne è la perfetta incarnazione. Nubile ed ormai quarantenne, la donna vive letteralmente della vita altrui nutrendosi di ciò che vede dalle finestre di fronte fino a quando si ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 05/01/17
Un Simenon deludente
Il primo Simenon che mi delude. L'ho abbandonato dopo qualche capitolo.
Ha scritto il 18/12/16
Parigi, estate, tre del pomeriggio, faubourg Saint-Honoré a pochi passi da boulevard Haussmann: Dominique sta rammendando un vestito. Nella stanza accanto, affittata per necessità, la giovane coppia di inquilini viene destata dalla sveglia, ...Continua
Ha scritto il 14/07/16
"Un giorno dovrò far capire a qualcuno...”
Se la vita non può esplodere rigogliosa implode rabbiosa, diventando mortifera.Dominique indossa da anni lo squallido vestito della solitudine cucitole addosso come un precoce sudario dal destino, un vestito che le sta sempre più stretto - glielo ...Continua
  • 2 mi piace

Ha scritto il Dec 01, 2010, 17:25
È facile... Fra qualche minuto, fra qualche secondo sarà finita, e allora farà come la signorina Augustine, correrà laggiù, da Antoinette, le griderà, fremente di gioia:«Ecco!... Sono venuta... Volevo vederti per prima, capisci?... Allora non ...Continua
Pag. 176
Ha scritto il Dec 01, 2010, 17:22
Si sentiva così infelice che avrebbe potuto mettersi a piangere per strada. Era sola, più sola di chiunque altro.
Pag. 167
Ha scritto il Dec 01, 2010, 17:20
«La amo tanto!...».Dominique non era scandalizzata, quell'amore non era ridicolo, anzi aveva l'impressione che fosse del tutto naturale, che fosse ciò che aspettava da sempre. [...] si sentiva invasa da un'immensa stanchezza, aveva caldo nel ...Continua
Pag. 136
Ha scritto il Dec 01, 2010, 17:17
«E avevo una tale voglia di volare da lei e dirle tutto!... Ma lei non avrebbe capito... [...]» [...] Allora Dominique sentì una mano piacevolmente tiepida e viva stringere la sua; era emozionata come al primo contatto con la mano di un amante.
Pag. 135
Ha scritto il Dec 01, 2010, 17:14
Se almeno avesse potuto camminare come gli altri! Era un paradosso avere un cervello così brillante, una mente così pronta e lucida, una volontà così indomabile, e dover arrancare su delle gambe che si stravano trasformando in due inerti colonne ...Continua
Pag. 129

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi