Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La foresta in fiore

By Yukio Mishima

(602)

| Paperback | 9788807813245

Like La foresta in fiore ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"La foresta in fiore" è la prima traduzione mondiale dell'opera d'esordio di Mishima, pubblicata in Giappone nel 1944. I racconti, scritti durante la guerra tra i sedici e i diciotto anni dell'autore, scaturiscono dall'abbandono della mente a uno sta Continue

"La foresta in fiore" è la prima traduzione mondiale dell'opera d'esordio di Mishima, pubblicata in Giappone nel 1944. I racconti, scritti durante la guerra tra i sedici e i diciotto anni dell'autore, scaturiscono dall'abbandono della mente a uno stato fluttuante, ed evidenziano il rapporto libero e ludicodi un adolescente con la poesia e la letteratura. Gli antenati, la tradizione,le antiche capitali, il mondo degli dei, una sottile analisi introspettiva dei personaggi, la creazione di un mondo, onirico e psicologico, alternativo a quello reale, animano questi racconti giovanili nei quali è già possibile intravedere le caratteristiche più profonde di Mishima: l'ispirazione classica, risolta in uno stile enfatico e solenne, e l'analisi distaccata.

30 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Stile raffinato ma a volte la lettura scorreva un po' lenta.

    Is this helpful?

    La.Mora said on Oct 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    4 meno meno

    Bello, ma un po' troppo influenzato dalla scuola romantica. Aggiunto il Romanticismo alla "oniricità" giapponese, il libro diventa "troppo" estatico. Le emozioni si amplificano in maniera del tutto esagerata.

    Is this helpful?

    Maurizio Vicedomini said on Aug 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Desiderio, mare, presagio e oggetti che hanno il potere di mutare e influire sul destino di chi li circonda. Il mare, il mare soprattutto che torna in quasi tutti questi racconti a impadronirsi dell'animo umano.
    Leggendo Mishima si materializza quasi ...(continue)

    Desiderio, mare, presagio e oggetti che hanno il potere di mutare e influire sul destino di chi li circonda. Il mare, il mare soprattutto che torna in quasi tutti questi racconti a impadronirsi dell'animo umano.
    Leggendo Mishima si materializza quasi sempre l'immagine di parole intrappolate sotto il livello dell'acqua, dove il mondo esterno rimane escluso, estraneo. Alcune di esse ti sfuggono e si allontanano leggermente, ma continuano a fluttuarti intorno e seduta lì sotto ti puoi godere appieno il suo messaggio, indisturbata e circondata dalla sua essenza.

    Is this helpful?

    Monica said on Aug 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sapevo che mi sarebbe piaciuto. Delicatissimo e tagliente, malinconico in quella maniera così nipponica (oh, è vero). Questi cinque racconti giovanili (anche se terribilmente, in senso buono maturi), sono straordinari. Malgrado in alcuni punti abbia ...(continue)

    Sapevo che mi sarebbe piaciuto. Delicatissimo e tagliente, malinconico in quella maniera così nipponica (oh, è vero). Questi cinque racconti giovanili (anche se terribilmente, in senso buono maturi), sono straordinari. Malgrado in alcuni punti abbia colto un po' di pesantezza li ho letti con la testa piena di qualcosa di davvero inebriante. Non esagero. Ripeto, mi aspettavo qualcosa di bellissimo, quella bellezza sfacciata e terribile che io adoro e l'ho trovata.

    Is this helpful?

    mementomihi said on Mar 3, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Pregevolissima raccolta di racconti scritti da Mishima fra i sedici e i diciotto anni, "La foresta in fiore" è il risultato conreto del piacere di scrivere di un adolescente. Malgrado la sua giovane età e uno stile quindi più acerbo, a tratti maniera ...(continue)

    Pregevolissima raccolta di racconti scritti da Mishima fra i sedici e i diciotto anni, "La foresta in fiore" è il risultato conreto del piacere di scrivere di un adolescente. Malgrado la sua giovane età e uno stile quindi più acerbo, a tratti manierato e un po' verboso, dalla narrazione emergono già quelli che saranno i tratti salienti della produzione e dell'estetica del Mishima successivo: il ritorno al classicismo, il "desiderio" rivolto all'assoluto, o a un oggetto di eterna bellezza che diviene feticcio amoroso, e in generale l'anelito alla morte come unica vera affermazione dell'esistenza. La ricerca di Mishima è stata la ricerca di un assoluto, di un sublime che non era nel mondo reale ma che era l'unico luogo in cui gli "angeli con le ali tarpate", gli esseri viventi e lui stesso, potessero ritornare a "essere" veramente. I suoi personaggi sono sempre personalità manchevoli, diverse, che si struggono in nome di un desiderio, di ciò che a loro manca.
    Sono racconti, questi, scritti da un ragazzo di grande cultura (ricchissimi i rimandi al buddhismo e alla letteratura tradizionale orientale, ma anche alla letteratura e alla filosofia occidentali) e di estrema sensibilità, come dimostrano le descrizioni naturalistiche dolcissime che sono ciò che io amo della sua prosa in particolare: un occhio che osserva le variazioni di luce su una foglia, lo stendersi degli strati dei petali di un fiore, il barbaglio dorato delle api in volo, be'... è l'occhio di un animo puro, gentile. Lo stesso mondo sensibile diviene protagonista dei suoi lavori, prima ancora che le vicende umane, come accadrà ad esempio in "La voce delle onde". Pregevole anche il commento del traduttore, che ho trovato molto interessante e che contestualizza bene la genesi dell'opera in ambito "scolastico", nonché i suoi legami con tutta l'estetica successiva di Mishima, fino all'ultimo "La decomposizione dell'angelo", terminato il giorno stesso del suo suicidio.

    Is this helpful?

    Vitani Days said on Oct 12, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il mio incontro fortuito e fortunato con Mishima...

    Sorprendente che un giovane di 16-17 anni , in un Giappone devastato dalla guerra, possa aver scritto tali racconti di luminosa bellezza: racconti in cui “il mondo reale non trova alcuno spazio”...
    E infatti sono situati in una perfetta atemporalità, ...(continue)

    Sorprendente che un giovane di 16-17 anni , in un Giappone devastato dalla guerra, possa aver scritto tali racconti di luminosa bellezza: racconti in cui “il mondo reale non trova alcuno spazio”...
    E infatti sono situati in una perfetta atemporalità, quella storica della guerra di Genpei o d'una ignota modernità ─ che li rende sospesi come un sogno reiterato all'infinito!
    Ottō e Maya è poi semplicemente uno dei più bei racconti d'amore mai scritti!

    “La passività è un istante immortale, è il tempo dell'eternità.”

    Is this helpful?

    Morvan [Sunt lacrimae rerum] said on Feb 18, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (602)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 184 Pages
  • ISBN-10: 8807813246
  • ISBN-13: 9788807813245
  • Publisher: Feltrinelli
  • Publish date: 2002-01-01
  • Also available as: Softcover
Improve_data of this book

Margin notes of this book