Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La fortuna non esiste

Storie di uomini e donne che hanno avuto il coraggio di rialzarsi

Di

Editore: A. Mondadori (Strade blu. Non fiction)

3.9
(1170)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 156 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804588977 | Isbn-13: 9788804588979 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Business & Economics , Fiction & Literature , Social Science

Ti piace La fortuna non esiste?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti in piedi." Come si esce da una crisi, come si supera una perdita, un insuccesso, un fallimento? C'è chi ha avuto la forza di rimettersi in piedi dopo che l'azienda in cui lavorava ha chiuso, chi ha rifiutato di arrendersi dopo che la recessione lo aveva costretto a vendere la casa in cui viveva e a partire per chissà dove, chi ha ritrovato la forza di andare avanti dopo che un lutto sembrava avergli tolto una ragione per vivere. Due anni in viaggio attraverso l'America, trentasei Stati, l'elezione presidenziale più emozionante che si ricordi e tante vite di gente comune. Ma al centro di tutto questo per Mario Calabresi c'è una sola domanda: che cosa accade nel cuore di chi cade e trova la forza di rialzarsi? Magari con fatica, con dolore, ma con tenacia incrollabile e soprattutto senza aspettare la fortuna? Qual è il segreto di una nazione e della sua gente, capace da sempre - ma oggi più che mai - di reinventarsi da zero, di darsi una seconda chance, di eleggere un presidente nero contro ogni previsione, di rimettersi in cammino anche dopo che la più grave recessione del dopoguerra ha travolto la vita di milioni di persone?
Ordina per
  • 4

    Calabresi è sempre piacevole da leggere. Imparare a rialzarsi, avere il coraggio di farlo è una virtù da esercitare. La fortuna non esiste ci mostra che è possibile ... o almeno lo era solo qualche anno fa.

    ha scritto il 

  • 4

    Storie Americane!!! grande cuore e via verso il futuro... tutto alle spalle... Calabresi incontra una serie di persone messe veramente male che riescono a recuperare se stesse e ricominciare la propria vita.. tanto di cappello!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Attraverso una serie di reportage raccolti in giro per l’America nel 2007-2008, ossia al tempo dello scoppio della crisi economica più dura dopo quella del ’29 (se non peggio) e della straordinaria campagna elettorale di Barack Obama, che porterà all’elezione di un uomo di colore alla presidenza ...continua

    Attraverso una serie di reportage raccolti in giro per l’America nel 2007-2008, ossia al tempo dello scoppio della crisi economica più dura dopo quella del ’29 (se non peggio) e della straordinaria campagna elettorale di Barack Obama, che porterà all’elezione di un uomo di colore alla presidenza degli Stati Uniti, la carica più importante al mondo (nemmeno 50 anni dopo che i neri erano ancora vittima di segregazione sugli autobus e nei luoghi pubblici), Calabresi ci racconta di una grande virtù del popolo americano che sembra totalmente assente nella maggior parte degli italiani: la cosiddetta resilienza, ossia la capacità di far fronte alle avversità senza vittimismo e senza nascondersi, trasformandole in alibi, ma anzi trovando in tali accadimenti la forza per ricominciare e affrontare la vita con ancora maggior forza e vigore. "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti in piedi." Frase attribuita a Joe Biden, ma che in realtà non è sua. È una frase che il senatore e vice-presidente USA ama ripetere per ricordare le sue vicende personali: di quando, appena eletto al Congresso, perse la moglie e una figlia in un incidente stradale e di come, nonostante ciò, ebbe la forza di andare avanti ed arrivare dove è arrivato. La sua è una delle storie raccontate all’interno del libro, insieme a quella, incredibile, dello stesso Obama e della moglie Michelle. Storie straordinarie. Esempi in carne e ossa di come, nella vita, volere sia spesso potere. O almeno così è dall’altra parte dell’Atlantico, in quella America tanto bistrattata quanto capace di dare enormi opportunità ai volenterosi. Ma non ci sono soltanto le storie di gente importante, le quali, anzi, sono in minoranza nel libro. Calabresi racconta principalmente le storie di gente comune, colpita da drammi enormi e che, ciò nonostante, ha trovato la forza per andare avanti. Come prima, più di prima. Come la storia di una delle prime elicotteriste donna dei marines, che ha perso entrambe le gambe in un incidente in Iraq. O quella di Braddock, Pennsylvania, prospera città industriale caduta in disgrazia. Città che provano a risollevarsi grazie a generosi cittadini, salvo poi scontrarsi con una nuova crisi economica. Persone che perdono un lavoro reputato sicuro e che non esitano un secondo a ritornare volenterosamente sui banchi di scuola per crearsi nuove chance. Ma la storia più straordinaria di tutte è quella che l’Autore racconta in apertura. La storia di sua nonna. Qui l’America non c’entra. Siamo in Piemonte. Un medico zelante e testardo salva una piccola neonata che era stata già considerata morta. Quella neonata, diventata adulta, racconterà questa storia a suo nipote, Mario Calabresi. Ecco forse dove l’Autore ha trovato l’ispirazione e l’entusiasmo per scrivere una raccolta così bella e positiva, un minestrone di ottimismo che fa bene all’anima.

    ha scritto il 

  • 3

    Il nuovo sogno americano parte dalle storie della ricostruzione dopo le recenti catastrofi, finanziarie e climatiche, che si sono abbattute sugli States. Con un linguaggio semplice, tipico di un cronista, in ogni capitolo troviamo una di queste storie. Non necessariamente riguardanti chi negli US ...continua

    Il nuovo sogno americano parte dalle storie della ricostruzione dopo le recenti catastrofi, finanziarie e climatiche, che si sono abbattute sugli States. Con un linguaggio semplice, tipico di un cronista, in ogni capitolo troviamo una di queste storie. Non necessariamente riguardanti chi negli USA ci è nato, ma sempre portando un messaggio di speranza e voglia di ricominciare. Le poche pagine scorrono via veloci, mentre la consapevolezza della fine di un'era si fa sempre più forte. Il che non è necessariamente un male.

    ha scritto il 

  • 3

    Storie certamente interessanti che coprono l'esperienza americana del giornalista durante la campagna elettorale del primo Obama, eppur esposte con occhio, a mio parere, troppo qualunquista e pressapochista. Per un militare o un broker che si rialza, quanti bambini o famiglie sono finite sul last ...continua

    Storie certamente interessanti che coprono l'esperienza americana del giornalista durante la campagna elettorale del primo Obama, eppur esposte con occhio, a mio parere, troppo qualunquista e pressapochista. Per un militare o un broker che si rialza, quanti bambini o famiglie sono finite sul lastrico a causa loro? La sintesi del libro è a volte ipocrita, come d'altrondo lo sono le due faccie (bella e brutta) della società americana.

    ha scritto il 

  • 4

    La fortuna non esiste la costruiamo noi ogni giorno

    "Abbiamo realizzato quella che i cinici definivano una sfida impossibile e abbiamo dimostrato che la speranza non è cieco ottimismo ma coraggio di combattere."
    "Non sono i modelli creati dai matematici per costruire strumenti finanziari sempre più complessi ad aver trascinato il mondo nel baratro ...continua

    "Abbiamo realizzato quella che i cinici definivano una sfida impossibile e abbiamo dimostrato che la speranza non è cieco ottimismo ma coraggio di combattere." "Non sono i modelli creati dai matematici per costruire strumenti finanziari sempre più complessi ad aver trascinato il mondo nel baratro, la responsabilità è di chi gli ha usati in modo avido e irrazionale." "Non avevamo dubbi, non discutevamo e non dialogavamo mai, non pensavamo che potesse esistere un modo migliore o diverso di fare le cose. Io alla fine penso che quello è stato il grande errore che ci ha fatto precipitare tutti: non aver mai coltivato il dubbio." Calabresi racconta in modo chiaro e in forma scorrevole alcune storie di americani che sono stati capaci di risollevarsi, di alzare la testa dopo la sconfitta, il fallimento. Testo molto attuale nonostante il libro non sia "fresco" di stampa; lettura carica di ottimismo di speranza verso il futuro anche quando questo non è dei più rosei.

    ha scritto il 

  • 4

    "La verità è che nella vita puoi scegliere di essere triste e sentirti triste o di essere felice ed esserlo davvero, sta a te decidere. Ogni giorno."
    Queste parole sono di Tammy Duckworth, ex soldatessa statunitense, ferita in Iraq e rimasta senza gambe dopo l'abbattimento dell'elicottero che sta ...continua

    "La verità è che nella vita puoi scegliere di essere triste e sentirti triste o di essere felice ed esserlo davvero, sta a te decidere. Ogni giorno." Queste parole sono di Tammy Duckworth, ex soldatessa statunitense, ferita in Iraq e rimasta senza gambe dopo l'abbattimento dell'elicottero che stava pilotando. Ora è impegnata come politico a testimoniare che dopo una caduta ci si può rialzare se lo si vuole. Il libro di Calabresi racconta una serie di storie in cui in tanti sono stati abbattuti dagli eventi della vita, ma hanno avuto la forza di rialzarsi. L'autore crea uno spaccato degli stati Uniti dopo il duro colpo della crisi, e della nuova era di Obama, che ha avuto il coraggio di parlare ancora di speranza e rinnovamento.

    ha scritto il 

Ordina per