La freccia nera

Di

Editore: Le Monnier - Firenze

3.7
(1613)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 225 | Formato: Copertina rinforzata scuole e biblioteche | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Francese , Catalano , Portoghese

Data di pubblicazione: 

Traduttore: Enrico Chiavacci ; Curatore: Vincenzo Palumbo ; Illustratore o Matitista: Giancarlo Castellani

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Copertina rigida , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Sport, Attività all\'aperto & Avventura

Ti piace La freccia nera?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Riduzione e commento a cura di Vincenzo Palumbo
Ordina per
  • 4

    Raccontami una storia

    Le dame, i cavalieri, i soldati, i fuorilegge. La Guerra delle due Rose, le battaglie, le spade, le frecce, i cavalli. Il castello. La foresta. I buoni e i cattivi. La sete di potere, il desiderio di ...continua

    Le dame, i cavalieri, i soldati, i fuorilegge. La Guerra delle due Rose, le battaglie, le spade, le frecce, i cavalli. Il castello. La foresta. I buoni e i cattivi. La sete di potere, il desiderio di vendetta, un amore che sboccia. L’ingiustizia e la ribellione. Il tradimento, l’infamia, il coraggio, l’amicizia. Le rocambolesche avventure e il lieto fine.
    Ah! Se l’avessi letto da bambina l’avrei adorato.
    Invece l’ho letto adesso, e me ne sono innamorata.

    http://youtu.be/PBL_zxd64xk

    ha scritto il 

  • 2

    La Freccia Nera di Robert Louis Stevenson.

    Romanzo storico e d'avventura pubblicato in volume nel 1888.
    Ambientato nell'Inghilterra del XV secolo nel periodo conosciuto come Guerra delle Due Rose.

    Dic ...continua

    La Freccia Nera di Robert Louis Stevenson.

    Romanzo storico e d'avventura pubblicato in volume nel 1888.
    Ambientato nell'Inghilterra del XV secolo nel periodo conosciuto come Guerra delle Due Rose.

    Dick è un giovane impulsivo e ardente, un po' confuso dalla politica del tempo. Orfano di padre è stato cresciuto da sir Daniel Brackley uomo non proprio integerrimo che nasconde a Dick un terribile segreto.

    Nel bosco si nasconde la Freccia Nera un gruppo di sbandati desiderosi di vendetta, stanchi dei soprusi dei potenti; la Freccia Nera rappresenta il malcontento generale che coinvolge il popolo affamato.

    E per finire c'è John un ragazzino esile e coraggioso, ma inadatto alla vita avventurosa della foresta. Tra lui e Dick nasce un'amicizia particolare consolidata dal fatto di essersi salvati la vita vicendevolmente. Ma anche John nasconde un segreto...

    Mi è piaciuto anche se non mi ha esaltato, molto diverso da Dott Jekyll e Mr Hyde, più simile ai Tre moschettieri.
    Cadaveri come se piovesse, poca ironia, molti tradimenti, grandi frasi ad effetto, sentimenti cavallereschi portati all'estremo proprio come ci si aspetta da un romanzo simile.

    Ho guardato con piacere, su YouTube, il vecchio sceneggiato rai, tratto da questo romanzo, con una giovanissima Loretta Goggi

    ha scritto il 

  • 3

    Il meno piacevole tra quelli di Stevenson che ho letto . I primi tre libri li ho apprezzati molto , il quarto e il quinto , una penitenza senza fine. Tanto da non riconoscere più la sua verve. Diciamo ...continua

    Il meno piacevole tra quelli di Stevenson che ho letto . I primi tre libri li ho apprezzati molto , il quarto e il quinto , una penitenza senza fine. Tanto da non riconoscere più la sua verve. Diciamo che lo consioglio ai ragazzi ma non nella versione integrale

    ha scritto il 

  • 3

    Ritmo avvincente, ambientazione storica ben delineata, lessico ampio e vario ( motivo per il quale l'ho scelto). Tuttavia ai miei alunni non è piaciuto un granché, come non lo erano i romanzi di Salga ...continua

    Ritmo avvincente, ambientazione storica ben delineata, lessico ampio e vario ( motivo per il quale l'ho scelto). Tuttavia ai miei alunni non è piaciuto un granché, come non lo erano i romanzi di Salgari...preferiscono libri impegnati ma meno impegnativi dal punto di vista della decodifica del testo. Ecco perché ogni tanto si deve insistere con questo genere di romanzi: li aiuta a migliorare il patrimonio lessicale, ad abituarsi ad un'analisi più attenta del testo e a potenziare "consapevolezza ed espressione culturale"
    A me, comunque, è piaciuto!

    ha scritto il 

  • 3

    "Ma te...sei Lancaster o York?"

    Datemi Medioevo, vili felloni che si ubriacano nel bel mezzo di un'azione pericolosissima, navi da rubare, madamigelle sciocche balenghe da salvare, travestimenti, tradimenti, una locanda che si chiam ...continua

    Datemi Medioevo, vili felloni che si ubriacano nel bel mezzo di un'azione pericolosissima, navi da rubare, madamigelle sciocche balenghe da salvare, travestimenti, tradimenti, una locanda che si chiama "La capra e la cornamusa", cavalieri e foreste e farete di me una donnina felice.
    In questo libro c'è tutto questo. Per una come me, che ama giocare con il linguaggio e le parole, trovarne una come "lollardo", è una goduria infinita.
    Le uniche pecche sono la evidente mancanza di caratterizzazione dei personaggi (cosa che invece Stevenson fece più che bene nel "Dottor Jeckyll e Mr. Hyde") e dell'epoca (è sì ambientato nel Medioevo durante la Guerra delle Due Rose, ma la parte storica viene messa in secondo piano a favore di ciò che accade a Sir Richard, John/Joanna e Sir Daniel).
    Lo stile di Stevenson, però, sopperisce a queste due pecche, permettendo al lettore di girare le pagine con la stessa velocità con la quale Sir Daniel cambia bandiera!

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per