Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La freccia nera

Una storia delle due rose

Di

Editore: Salani

3.7
(1474)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 253 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Francese , Tedesco

Isbn-10: 8884517451 | Isbn-13: 9788884517456 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: E. Levi

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , Copertina rinforzata scuole e biblioteche

Genere: Fiction & Literature , History , Sports, Outdoors & Adventure

Ti piace La freccia nera?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nella "Freccia Nera", classico del romanzo d'avventura che narra di viaggi, dibattaglie, d'amore e di guerra, Robert Louis Stevenson crea forse il suo eroeadolescente più autentico e umano. Le vicende che segnano l'evoluzione di Dick- da giovane stupido e brutale a coraggioso e nobile condottiero - permangonotenacemente nella memoria, al punto che, anche a distanza di tempo, bastarileggere una parola perché le stesse emozioni di una volta tornino, intatte.Età di lettura: da 11 anni.
Ordina per
  • 4

    chi non ha discernimento non dovrebbe maneggiare la spada

    Un romanzo d'avventura semplice e a lieto fine. I personaggi sono approfonditi in maniera abbastanza superficiale, e Dick è più veloce di spada che di testa, ma l'atmosfera mi piace molto, sebbene ...continua

    Un romanzo d'avventura semplice e a lieto fine. I personaggi sono approfonditi in maniera abbastanza superficiale, e Dick è più veloce di spada che di testa, ma l'atmosfera mi piace molto, sebbene il mio sia un parere troppo di parte, dal momento che le parole cavalieri, armature e battaglie contribuiscono particolarmente a farmi interessare ad un romanzo. Nel complesso una lettura leggera. Evviva i vecchi, semplici romanzi d'avventura!

    ha scritto il 

  • 4

    La premessa, doverosissima avendo messo 4 stelle, è che, leggendo questo romanzo, si deve tenere sempre presente che è diretto ad un lettore giovane. Detto ciò, l’ho ri-letto perché ne avevo un ...continua

    La premessa, doverosissima avendo messo 4 stelle, è che, leggendo questo romanzo, si deve tenere sempre presente che è diretto ad un lettore giovane. Detto ciò, l’ho ri-letto perché ne avevo un bel ricordo di quando ero bambina (regalo della mia mamma) e non mi ha delusa. È un romanzo d’avventura, con duelli e inseguimenti; c’è la storia d’amore contrastata, c’è il buono e il cattivo. In sottofondo un po’ di storia, ma effettivamente non si può parlare di “romanzo storico”. Dal momento che viviamo in un periodo in cui i (pessimi) romanzi per ragazzi parlano solo di vampiri, mostri e simili, io credo che “La freccia nera” sia senz’altro consigliabile, innanzitutto perché è scritto bene e poi perché l’eterna lotta fra il Bene e il Male è vinta dai buoni sentimenti!

    ha scritto il 

  • 2

    Edizione ridotta (non consigliata)

    Quasi una favola per bambini, ho trovato il libro un po' confusionario e ripetitivo; i personaggi sono insipidi e lo stile mi è parso noiosetto.

    Il mio voto, forse, è dato dall'aver letto ...continua

    Quasi una favola per bambini, ho trovato il libro un po' confusionario e ripetitivo; i personaggi sono insipidi e lo stile mi è parso noiosetto.

    Il mio voto, forse, è dato dall'aver letto un'edizione ridotta, potrei dargli un'altra chance nel caso riuscissi a trovare la versione integrale.

    ha scritto il 

  • 4

    Ah, l'Avventura!

    Se l'avessi letto da ragazzina forse me ne sarei innamorata perdutamente, ma comunque mi ha fatto un bell'effetto: mi è sembrato davvero di sentire l'odore di muschio della foresta, di avere sotto i ...continua

    Se l'avessi letto da ragazzina forse me ne sarei innamorata perdutamente, ma comunque mi ha fatto un bell'effetto: mi è sembrato davvero di sentire l'odore di muschio della foresta, di avere sotto i piedi i ciottoli delle strade, di udire il clangore delle spade, di vedere la luce tremolante delle candele nelle sale del castello e di toccare con mano la famigerata freccia nera. Missione compiuta, Stevenson!

    ha scritto il 

  • 4

    ‘Una freccia nera per ogni cuore nero’

    La foresta di Tunstall, la neve, un castello, lo scampanellio di un lebbroso, i travestimenti, dei marinai ubriachi, colpi di scena e cambi di casacca, inseguimenti, tante frecce mortali e nelle ...continua

    La foresta di Tunstall, la neve, un castello, lo scampanellio di un lebbroso, i travestimenti, dei marinai ubriachi, colpi di scena e cambi di casacca, inseguimenti, tante frecce mortali e nelle ultime pagine la chicca dell’ apparizione del crudele gobbo, il duca di Gloucester futuro Riccardo III. Tutti gli ingredienti del romanzo d'avventura. ‘Per la messa, stai coi Lancaster o coi York’? E’ un po’ quello che si chiede o gli viene chiesto per tutto il romanzo il protagonista Dick Shelton nel sottofondo della Guerra delle due rose.

    ha scritto il 

  • 3

    Si sono scritte molte pagine su questo romanzo sviscerando ogni sua pecca, ogni sua manchevolezza, considerandolo non all'altezza dell'autore che pare non l'abbia mai amato molto. Però è un romanzo ...continua

    Si sono scritte molte pagine su questo romanzo sviscerando ogni sua pecca, ogni sua manchevolezza, considerandolo non all'altezza dell'autore che pare non l'abbia mai amato molto. Però è un romanzo storico, più che altro un romanzo d'avventura, che riesce a catturare il lettore, ragazzo o adulto che sia, che cosa dovrebbe fare di più?

    ha scritto il