Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La gárgola

By

Publisher: Seix Barral

3.9
(538)

Language:Español | Number of Pages: 496 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Italian , Catalan

Isbn-10: 8432231789 | Isbn-13: 9788432231780 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Claudia Casanova

Also available as: Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , History , Science Fiction & Fantasy

Do you like La gárgola ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Dos épocas, la actual y la Edad Media. Una historia de amor que atraviesa siglos y continentes. Secretos, aventura y misterio, pero sobre todo un gran tributo al amor verdadero, el único capaz de sanar, cambiar una vida y sobrevivir a la muerte. Una novela sorprendente, con sabor a gran clásico, que te hará creer en la fuerza del amor.
Sorting by
  • 2

    Se stai attraversando l'inferno continua a camminare

    E' quello che ho fatto con la lettura di questo libro. In realtà si sarebbe meritato il rogo ma chi me lo aveva prestato e caldamente consigliato attendeva un feedback..

    said on 

  • 4

    "Mi consigli un libro?"

    Tra i quattro suggeritimi scelgo questo, la sinossi mi ricorda una moderna versione de "La Bella e la Bestia"...un incidente d'auto un uomo vivo per miracolo deturpato dalle fiamme, con un unico desiderio: morire!!! Una donna misteriosa e strana che come una novella Sherazade attraverso racconti ...continue

    Tra i quattro suggeritimi scelgo questo, la sinossi mi ricorda una moderna versione de "La Bella e la Bestia"...un incidente d'auto un uomo vivo per miracolo deturpato dalle fiamme, con un unico desiderio: morire!!! Una donna misteriosa e strana che come una novella Sherazade attraverso racconti (di fantasia?,Reali?)ci porta nella Germania del 14° sec,in Italia, in Giappone,in Islanda raccontando storie d'Amore...un viaggio in un Inferno...in tanti Inferni, da quello "bollente" di Dante a quello "freddo" dei vichinghi...mi riprometto di centellinare la lettura ma ogni volta che lo apro mi risulta difficile chiuderlo...la storia ti trascina,ti strega,ti avvince...fino all'insospettabile ed inimmaginabile fine.
    E allora perchè 4 stelline invece di 5?
    Perchè il mio egoismo voleva che lui dicesse:
    "Marianne, torna indietro"
    Perchè il mio egoismo voleva che la fine fosse prevedibile e scontata!!!
    Un dono che è stato fatto a me e che io faccio a voi...un cuore che mi è stato donato, che io ho accettato per poi lasciarlo andar via!!! :o)
    DA LEGGERE!!!Merita davvero!!! ;o)

    said on 

  • 4

    affascinante e coinvolgente

    Rimango sempre affascinata dagli scrittori da cui posso imparare tante cose Che ti permettono di scoprire altro, oltre il loro libro. Una storia avvincente e una bravura, per me, fuori dal comune nel descrivere certi episodi nudi e crudi. Quell'ammiccamento buttato lì ogni tanto al lettore che cr ...continue

    Rimango sempre affascinata dagli scrittori da cui posso imparare tante cose Che ti permettono di scoprire altro, oltre il loro libro. Una storia avvincente e una bravura, per me, fuori dal comune nel descrivere certi episodi nudi e crudi. Quell'ammiccamento buttato lì ogni tanto al lettore che crea una certa complicità e certe frasi che mi hanno fatto ridere. Certe fotografie fatte di parole di scorci e di momenti... Si provano tutte le emozioni compreso il disgusto ... E' uno di quegli autori che non vedi l'ora di leggere ancora ...

    said on 

  • 4

    Beh, chi se lo aspettava? Stavo quasi per metterlo da parte quando arriva Marianne Engel con i suoi racconti e il libro cambia rotta improvvisamente.
    Mi è piaciuta quest'opera prima di Davidson, è un fantasy sui generis che ti conquista con le sue storie e ti porta lontano, in un luogo che ...continue

    Beh, chi se lo aspettava? Stavo quasi per metterlo da parte quando arriva Marianne Engel con i suoi racconti e il libro cambia rotta improvvisamente.
    Mi è piaciuta quest'opera prima di Davidson, è un fantasy sui generis che ti conquista con le sue storie e ti porta lontano, in un luogo che supera i confini del tempo e dello spazio, il luogo dell'amore indescritto e indescrivibile.
    Il finale è un po' confuso e poco originale, ma nell'insieme il romanzo rimane interessante, se vi capita leggetelo non vi lascerà indifferenti. Quattro stelle piene.

    said on 

  • 1

    Di indubbia originalità è la storia di questo romanzo, poco conosciuto credo, di Andrew Davidson.


    A seguito di un incidente automobilistico, un uomo, il John Doe delle tv series americane (nome usato solitamente nel gergo giuridico statunitense per indicare un uomo la cui reale identità è ...continue

    Di indubbia originalità è la storia di questo romanzo, poco conosciuto credo, di Andrew Davidson.

    A seguito di un incidente automobilistico, un uomo, il John Doe delle tv series americane (nome usato solitamente nel gergo giuridico statunitense per indicare un uomo la cui reale identità è sconosciuta), il cui nome mai viene svelato, rimane ustionato su gran parte del corpo; che sarebbe di per sè già una tragedia ma che nel suo caso, lo è forse di più! E' un attore porno, con un infanzia di solitudine, affidato agli zii tossicomani, che cresce con l'unica virtù di essere piacente e bastardo.

    Persa la sua unica forma di leva per stabilire future relazioni sociali, si impegna a guarire al più presto per poi potersi uccidere.
    Mentre è in ospedale, al suo capezzale giunge una ragazza, di nome Marianne, che accompagna i suoi giorni, raccontando le loro storie d'amore, nelle diverse epoche passate.

    Se questa nota potrebbe rendere la trama originale e interessante, le squallide e troppo dettagliate descrizioni delle operazioni di rimozione della pelle morta delle ferite, e lo stile monotono in prima persona dei racconti, invece ne rivelano la non riuscita.

    Se i racconti di Marianne, a partire dal XIII secolo, dal loro primo incontro, quando lui è un mercenario e lei la suora che lo accudisce, ti invitano alla lettura, il flusso statico dei momenti all'interno dell'ospedale, dove lei è una paziente affetta da schizofrenia, e scultrice addetta a liberare le anime dei gargoyles, sono talmente poco coinvolgenti da spingerti ad abbandonare la lettura.

    Questo romanzo, a mio parere, rappresenta appieno la constatazione che una bella storia non fa per forza un bel romanzo, come altrettanto vero è il contrario.

    Sebbene a molti, intenti più a osannare una storia d'amore infinita, in cui l'aspetto diventa superficiale se non invisibile, rispetto alla sostanza e al contenuto, indubbiamente piacerà, non mi sento di dare un giudizio bonario e promuovere la lettura di questa contorta e poco scorrevole storia.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Decisamente una storia d’amore sui generis. Non ha un lieto fine sotto certi punti di vista per tanto non può meritare un apprezzamento positivo. Voto 4

    said on 

  • 4

    Premessa:The Gargoyle di Andrew Davidson mi ha rapita fin dalla prima pagina.
    Ho adorato il modo in cui è stato scritto(o dovrei meglio dire,tradotto,dato che la mia era una versione in lingua italiana)e il protagonista innominato ha subito riscosso le mie simpatie,parteggiando io stessa se ...continue

    Premessa:The Gargoyle di Andrew Davidson mi ha rapita fin dalla prima pagina.
    Ho adorato il modo in cui è stato scritto(o dovrei meglio dire,tradotto,dato che la mia era una versione in lingua italiana)e il protagonista innominato ha subito riscosso le mie simpatie,parteggiando io stessa sempre per quei personaggi difettosi e difettati,mai per i supereroi,che trovo infinitamente noiosi.
    Trama accattivante e particolare la quale però man mano che si macinano capitoli,tende a diventare sempre più romanticizzata e leggermente caramellosa.
    Allora perchè non premiare il libro,e l'autore,con il massimo della votazione consentita?
    Semplicemente perchè odio non avere le risposte a tutte le domande che vengono poste,al lettore e dal lettore,durante la narrazione.
    Continuavo a ripetermi fino all'ultima pagina:l'autore,cosa cerca di dire?
    Sicuramente molti avranno trovato una risposta a questa domanda,che nel libro stesso ha connotati spiccatamente esistenzialistici,ma non io.
    L'Amore è una forza che trascende il tempo.
    Ecco il riassunto;un libro in una sola riga.
    E allora?
    Per me non è sufficiente,necessitavo di più,bramavo di più,proprio perchè il libro,ad ogni modo,mi è piaciuto davvero tanto.

    said on 

  • 5

    Bellissimo! l'amore e la redenzione assolute protagoniste di questa magnifica storia, follia o verità? impossibile dirlo, in fondo è vero tutto quello in cui vogliamo credere... anche se impossibile. Inutile aggiungere altro, non puoi descrivere ne razionalizzare l'amore, va semplicemente vis ...continue

    Bellissimo! l'amore e la redenzione assolute protagoniste di questa magnifica storia, follia o verità? impossibile dirlo, in fondo è vero tutto quello in cui vogliamo credere... anche se impossibile. Inutile aggiungere altro, non puoi descrivere ne razionalizzare l'amore, va semplicemente vissuto.

    said on 

Sorting by