Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La gabbia d'oro

L'enigma dell'anoressia mentale

Di

Editore: Feltrinelli

3.8
(57)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 162 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese

Isbn-10: 8807817667 | Isbn-13: 9788807817663 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Treves L. D.

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Family, Sex & Relationships , Health, Mind & Body

Ti piace La gabbia d'oro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Le vittime dell'anoressia sono, spesso, ragazze adolescenti o preadolescenti,figlie modello di "buona famiglia" che si sentono spesso imprigionate da meteirraggiungibili e aspettative irrealizzabili. Sembrano chiuse in una "gabbiad'oro" di privilegi nella quale sentono di non essere al proprio posto e dinon poter sopravvivere. La manifestazione principale della malattia èsconvolgente e comporta perdite di peso catastrofiche; la terapia è difficilee la guarigione incerta; i meccanismi di formazione della patologia non sonoancora definiti. Hilde Bruch, utilizzando numerosi esempi della propriacasistica, disegna un quadro delle cause, degli effetti e della possibileterapia che, per essere efficace, necessita di una diagnosi precoce.
Ordina per
  • 3

    Il libro di Hilde Bruch risale alla fine degli anni 70 e infatti si nota, vista l'epoca, la mancata descrizione delle manifestazioni più recenti della malattia: siti pro-ana e internet, malattia anche in fase più avanzata, over-40.
    Pur tuttavia è un saggio molto interessante che esplora le ...continua

    Il libro di Hilde Bruch risale alla fine degli anni 70 e infatti si nota, vista l'epoca, la mancata descrizione delle manifestazioni più recenti della malattia: siti pro-ana e internet, malattia anche in fase più avanzata, over-40.
    Pur tuttavia è un saggio molto interessante che esplora le principali motivazioni che spingono alla malattia e le graduali manifestazioni.
    Il corpo scheletrico è "un manifesto".
    E' il modo in cui la ragazza o il ragazzo vuole "inchiodare" lo sguardo delle persone che gli sono Accanto.
    In primis i familiari, per i quali spesso provano una rabbia e un malcontento che non riescono ad accettare e a esprimere in maniera cosciente.
    Che negano perchè è troppo doloroso da affrontare, ma che allo stesso tempo in maniera masochista portano alla luce con la malattia.
    In secondo luogo il bisogno di affermazione, la sfida narcisista che il corpo scheletrico impone agli occhi dei passanti.
    La persona anoressica prova una sorta di odio-amore per questi sguardi che si posano su di loro.
    Li odiano, ma ne sono irresistibilmente attratti.
    C'e qualcosa di "alto" nella malattia, un bisogno di essere eteree, slanciate, pure, distanti dalle passioni umane, un bisogno di portare il diadema che le identifichi in qualcosa di "unico".
    La paura più grande è di perdere il controllo e l'unico modo per ovviare è contare e ricontare le calorie, ridurre le misere dosi, astenersi, lottare contro il nemico-cibo.
    E' una guerra che sfinisce loro e i familiari che sono costretti ad assistere a questa lenta morte, morte fisica e morte dei sentimenti, delle emozioni di cui hanno il terrore altrettanto quanto quello di ingrassare.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi diceva sempre: 'MANGIA!', come se guadagnare cinque chili potesse essere la soluzione dei miei problemi. Non lo è. E' risolvere i miei problemi che mi farà mangiare.

    ha scritto il 

  • 5

    CAPIRE L'ANORESSIA OCN HILDE BRUCH

    Di gran aiuto per comprendere nel migliori dei modi e con grande semplicità la malattia dell'anima che colpisce ad oggigiorno anche donne over 40: l'anoressia.
    grande medico e conoscitrice di queste malattie dell'anima , Hilde Bruch ci rivela cosa voglia dire effettivamente alla famiglia un ...continua

    Di gran aiuto per comprendere nel migliori dei modi e con grande semplicità la malattia dell'anima che colpisce ad oggigiorno anche donne over 40: l'anoressia.
    grande medico e conoscitrice di queste malattie dell'anima , Hilde Bruch ci rivela cosa voglia dire effettivamente alla famiglia una ragazza anoressica: perchè il malessere di una ragazza afflitta da questa malattia è un malessere generale della famiglia, che ella però reputa solo suo.. fa capire l'importanza della presenza dei genitori alle terapie perchè si deve comprendere che il malessere manifesto della ragazza funge come campanello dall'allarme per indicare che vi è qualcosa di sbagliato nelle basi interelazionali della famiglia tra i membri stessi.
    Utilissimo per chi cerca risposte alle proprie domande e ai propri dubbi, inerente proprio a questa esperienza estenuante di ricerca di indipendenzza, autonomia e considerazione nella propria vita.

    ha scritto il 

  • 3

    I sintomi delle giovani e giovanissime pazienti anoressiche come ars retorica muta o come codice unico e variegato di una lingua, soggettiva e comune, caparbiamente 'proclamata'. L'autrice-psicoterapeuta è altrettanto caparbia nell'accoglierla e nell'esplorarla.
    L'operazione in sé (mi) risu ...continua

    I sintomi delle giovani e giovanissime pazienti anoressiche come ars retorica muta o come codice unico e variegato di una lingua, soggettiva e comune, caparbiamente 'proclamata'. L'autrice-psicoterapeuta è altrettanto caparbia nell'accoglierla e nell'esplorarla.
    L'operazione in sé (mi) risulta oggi più utile dei contenuti.

    ha scritto il 

Ordina per