Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La gioia di vivere

By Emile Zola

(128)

| Paperback | 9788817169899

Like La gioia di vivere ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Nell'ironia amara della Gioia di vivere Emile Zola ha rappresentato un insieme prodigioso di umanità. Pochi fra i suoi romanzi più importanti sono grandi come la storia di questa semplice famiglia borghese, i cui drammi mediocri e terribili si svolgo Continue

Nell'ironia amara della Gioia di vivere Emile Zola ha rappresentato un insieme prodigioso di umanità. Pochi fra i suoi romanzi più importanti sono grandi come la storia di questa semplice famiglia borghese, i cui drammi mediocri e terribili si svolgono nello scenario maestoso del mare, un mare feroce come la vita, al pari della vita spietato e infaticabile, un mare che lentamente inghiotte un povero villaggio di pescatori costruito nell'ansa di una scogliera. E sull'intero libro plana, nero uccello dalle ali spiegate, la morte.

GUY DE MAUPASSANT

8 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    Un romanzo in cui la frustrazione, il dolore e la morte predominano, ma anche, in antitesi, la "joie de vivre" alla quale si aggrappa la protagonista, Pauline, per superare tutte le delusioni, una dopo l'altra, da cui è colpita. Straordinarie le des ...(continue)

    Un romanzo in cui la frustrazione, il dolore e la morte predominano, ma anche, in antitesi, la "joie de vivre" alla quale si aggrappa la protagonista, Pauline, per superare tutte le delusioni, una dopo l'altra, da cui è colpita. Straordinarie le descrizioni dell'agonia del cane Mathieu e del difficile parto di Louise.
    Zola ci stupisce anche con i suoi romanzi meno conosciuti

    Is this helpful?

    Chaetleschats said on Dec 28, 2012 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Forte figura femminile

    L'ennesima figura femminile esaltata nelle sue qualita', al limite dell'incredibile. Pauline ha sulle sue spalle una missione, dare gioia di vivere a chi le sta intorno, anche a chi la sfrutta ignobilmente col sorriso sulle labbra, le ruba il cuore e ...(continue)

    L'ennesima figura femminile esaltata nelle sue qualita', al limite dell'incredibile. Pauline ha sulle sue spalle una missione, dare gioia di vivere a chi le sta intorno, anche a chi la sfrutta ignobilmente col sorriso sulle labbra, le ruba il cuore e la serenita', che lei con sforzi sovrumani recupera di volta in volta proprio per il bene delle stesse persone che la stanno martoriando. Insomma: una figura in bilico tra la santita' e l'autolesionismo. Nell'Ottocento la forza di questo romanzo doveva essere dirompente. Anche per le vicende raccontante che oggi pero' (nel bene e nel male) non scandalizzano nessuno.
    Il romanzo e' scritto benissimo e vola, pero' si sente un certo eccessivo "peso".

    Is this helpful?

    Brilz said on Sep 21, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro cupo, immerso in un'atmosfera tragica, anche quando va in scena la gioia di vivere di una fanciulla tanto stoica da sfinire il lettore. Perché, benedetta ragazza, non hai preso la via di fuga che la vita a un certo punto ti ha offerto? Zola com ...(continue)

    Libro cupo, immerso in un'atmosfera tragica, anche quando va in scena la gioia di vivere di una fanciulla tanto stoica da sfinire il lettore. Perché, benedetta ragazza, non hai preso la via di fuga che la vita a un certo punto ti ha offerto? Zola come te lo aspetti.

    Is this helpful?

    Carla said on Jul 31, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il male di vivere?

    Date le amenità di sapore schopenhaueriano che l’autore meditava come alternative (La valle di lacrime, La speranza del nulla, Il vecchio cinico, La miseria del mondo, La sacra quiete del nulla, La cupa morte, Il tormento dell’esistenza e I ...(continue)

    Date le amenità di sapore schopenhaueriano che l’autore meditava come alternative (La valle di lacrime, La speranza del nulla, Il vecchio cinico, La miseria del mondo, La sacra quiete del nulla, La cupa morte, Il tormento dell’esistenza e Il triste mondo), è ragionevole pensare che La gioia di vivere sia un titolo antifrastico. Italo Svevo non colse l’ironia. Nella sua recensione al romanzo pubblicata con lo pseudonimo di Ettore Samigli sul giornale triestino "L’indipendente" l’8 marzo 1884, il venticinquenne Aron Hector Schmitz riassume la trama tagliando l’atroce finale e considerando Pauline l’incarnazione assoluta della gioia di vivere. Niente di più falso, ma all’epoca Svevo non aveva la più pallida idea di chi fosse Arthur Schopenhauer e non comprese l’importanza della sua filosofia per l’interpretazione del romanzo. Che comunque si legge senza Il mondo come volontà e come rappresentazione accanto. Su Zola e i suoi Rougon-Macquart sotto il secondo Impero si può dire tutto: che è manicheo, semplicistico, didascalico, incline al patetismo, amico degli intrecci facili, dei colpi di scena successivi e dei simbolismi elementari. Ma i suoi romanzi si godono e si finiscono in una serata.

    Is this helpful?

    Lucyinthewind said on Feb 8, 2011 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    proprio una gioia... il vivere...

    In realtà tutto il romanzo è impostato sul dolore, sulla bontà che non serve a nulla e sulla paura della morte. Pauline è il centro della vicenda e della famiglia Chanteau che la adotta perchè orfana. E' buona e dedita al prossimo in modo incredibile ...(continue)

    In realtà tutto il romanzo è impostato sul dolore, sulla bontà che non serve a nulla e sulla paura della morte. Pauline è il centro della vicenda e della famiglia Chanteau che la adotta perchè orfana. E' buona e dedita al prossimo in modo incredibile, ma alla fine viene sempre fregata... prima dei soldi, poi dell'amore e poi del futuro di una famiglia sua. Ma è l'unica che riesce nel dolore e nella bontà ad essere felice.

    Is this helpful?

    Maya 1978 said on Oct 15, 2010 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    PAOLINE QUENU VIENE ADOTTATA DAGLI ZII ALLA MORTE DEI PROPRI GENITORI E PUR DONANDO GIOIA E DENARI NON RIESCE A FARSI ACCETTARE COMPLETAMENTE. ANCHE SUO CUGINO CHE L'AMA LE FARA' PESARE IL SUO RUOLO NELLA NUOVA FAMIGLIA.
    E' UN ROMANZO CHE DALLA MORTE ...(continue)

    PAOLINE QUENU VIENE ADOTTATA DAGLI ZII ALLA MORTE DEI PROPRI GENITORI E PUR DONANDO GIOIA E DENARI NON RIESCE A FARSI ACCETTARE COMPLETAMENTE. ANCHE SUO CUGINO CHE L'AMA LE FARA' PESARE IL SUO RUOLO NELLA NUOVA FAMIGLIA.
    E' UN ROMANZO CHE DALLA MORTE E DAL DOLORE CI PORTA ALLA GIOIA DI VIVERE CHE E' INNATA IN NOI E DEVE ESSERE DIFESA ANCHE FACENDO MOLTI SACRIFICI.

    Is this helpful?

    Gaggarillo said on Sep 28, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (128)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 500 Pages
  • ISBN-10: 8817169897
  • ISBN-13: 9788817169899
  • Publisher: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
  • Publish date: 1994-01-01
  • In other languages: other languages English Books , Livres Français
Improve_data of this book