Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La grande storia di Roma

Di

Editore: Mondolibri, S.p.A.

3.8
(229)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 540 | Formato: Altri

Isbn-10: A000044878 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida

Genere: History , Non-fiction

Ti piace La grande storia di Roma?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Sono contento di aver dedicato del tempo alla lettura di questo buonissimo libro di divulgazione, scritto in maniera scorrevolissima e piacevole da cima a fondo, magari un po' essenziale nel racconto ...continua

    Sono contento di aver dedicato del tempo alla lettura di questo buonissimo libro di divulgazione, scritto in maniera scorrevolissima e piacevole da cima a fondo, magari un po' essenziale nel racconto dei singoli eventi ma molto efficace nel descrivere il contesto: prima di tutto perché colma in qualche modo una lacuna culturale che io, bieco ragioniere, mi portavo dietro dagli anni delle superiori. E poi perché sollecita tanti spunti di riflessione. Su avvenimenti e personaggi, prima di tutto. Per esempio Giuliano l'Apostata definiva il cristianesimo: "una religione violenta, ipocrita, ingannevole, dominata da rozzi dogmi e da intrighi; come un coacervo di superstizioni buono per popolazioni di creduloni e per matrone in menopausa. Quanto magnifica appariva al suo confronto la sottigliezza intellettuale della filosofia greca e della raffinata letteratura classica!" Visto quello che sarebbe capitato durante il medioevo, come dargli torto?

    Ma anche su un piano più ampio, sull'ineluttabilità della Storia, su come le radici del declino di una civiltà affondino nello stesso terreno in cui essa è cresciuta e su come le prospettive degli avvenimenti prendano tutt'un altro aspetto viste da lontano, nel tempo se non nello spazio. Come racconteranno gli storici dell'anno 4000 l'Italia e il Mondo a cavallo tra XX e XXI secolo? Qualche pagine con la poca farina dei fatti realmente rilevanti dopo averla separata dalla tanta crusca della propaganda e delle perdite di tempo. Più o meno quello che ha fatto Spinosa con la storia di Roma.

    Un libro importante, insomma, da leggere.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro dallo stile elegante e ricco di piccole e grandi curiosità.

    Ho gradito l'eleganza nella scelta del linguaggio, la descrizione scorrevole dei fatti, le curiosità sui personaggi più noti. In questo libro ho trovato estremamente interessante che l'autore abbia sc ...continua

    Ho gradito l'eleganza nella scelta del linguaggio, la descrizione scorrevole dei fatti, le curiosità sui personaggi più noti. In questo libro ho trovato estremamente interessante che l'autore abbia scelto di fare spesso riferimento direttamente agli scritti originali dell'epoca narrata; è bello poter vedere Roma con gli occhi dei "cronisti" dell'epoca ed arrivare così a conoscere anche tutti quei pettegolezzi su Caracalla, Messalina ed altri personaggi noti dei quali, in fin dei conti, sappiamo ben poco oltre al loro ruolo "ufficiale".
    "La grande storia di Roma" è un libro che può risultare noioso per chi non è abituato ai temi storici ed al linguaggio poco colloquiale dell'autore ma va assolutamente letto se si nutrono piccole curiosità su quel vasto periodo storico.

    http://www.mr-loto.it/recensioni/la-grande-storia-di-roma.html

    ha scritto il 

  • 5

    Ben scritto e avvincente. Una bellissima sintesi di piu di 1200 anni di storia. Ottimo per avere una visione complessiva di quello che e` stato l'impero romano e ripassare tutte le vicissitudini studi ...continua

    Ben scritto e avvincente. Una bellissima sintesi di piu di 1200 anni di storia. Ottimo per avere una visione complessiva di quello che e` stato l'impero romano e ripassare tutte le vicissitudini studiate troppi anni fa. Ora tanta voglia di approfondire e leggere nel dettaglio le vite di tanti imperatori che, per esigenze di sintesi, sono stati descritti brevemente.

    ha scritto il 

  • 4

    divulgativo, forse un po' troppo sintetico nella parte della decadenza, ma del resto perché dilungarsi su imperatori che venivano assassinati due mesi dopo essere stati messi al potere dai propri legi ...continua

    divulgativo, forse un po' troppo sintetico nella parte della decadenza, ma del resto perché dilungarsi su imperatori che venivano assassinati due mesi dopo essere stati messi al potere dai propri legionari o pretoriani?

    ha scritto il 

  • 3

    Libro iniziato nel novembre 2010, finito dopo tre mesi: credo che questo dica tutto. Ero convinta di non aver letto altro di Spinosa, invece mesi dopo mi accorsi che non era così: sei anni prima avevo ...continua

    Libro iniziato nel novembre 2010, finito dopo tre mesi: credo che questo dica tutto. Ero convinta di non aver letto altro di Spinosa, invece mesi dopo mi accorsi che non era così: sei anni prima avevo letto infatti La saga dei Borgia. Se me ne fossi ricordata, non avrei mai preso in mano un altro libro di uno che è riuscito a rendere noiosa perfino la storia dei Borgia!

    L'idea di raccontare la storia di Roma così come la riportano gli autori dell'epoca, però, è fantastica; spero che un divulgatore capace un giorno o l'altro la riprenda.

    Voto: 6+/10, ma solo perché è impossibile affossare completamente la storia di Roma.

    ha scritto il 

  • 3

    Una storia basata sulle fonti antiche

    Sconsigliato come manuale di storia romana, una lettura discreta per chi vuole conoscere come i Romani stessi vedevano la propria storia senza prendersi la briga di leggere tutte le fonti antiche. Sul ...continua

    Sconsigliato come manuale di storia romana, una lettura discreta per chi vuole conoscere come i Romani stessi vedevano la propria storia senza prendersi la briga di leggere tutte le fonti antiche. Sulle sole fonti antiche si basa infatti il libro di Spinosa, che non è uno storico di professione, ma è pure autore di diversi libri storici. Il problema è che le fonti non vengono citate e soltanto chi già le conosca può individuare, tra le righe, parafrasi di Livio e altri storici romani.
    Uno è il punto di vista, che viene indicato precisamente nella premessa. Più che di battaglie, politica e istituzioni, si parla di grandi personaggi e di prodigi, di generali e consoli in trionfo. Una storia di Roma basata dunque sulle in buona parte sulle leggende raccontate dagli stessi Romani. Ma questo seguire le fonti antiche fa esaltare eventi di minima importanza ed eclissa episodi capitali.
    Utile per una consultazione cursoria per rinfrescarsi la memoria di personaggi, anche minori, e prodigi. Fortemente sconsigliato per studiare o ripassare la storia evenemenziale.

    ha scritto il