Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La guerra di Alan

Di

Editore: Coconino Press

4.2
(53)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 88 | Formato: Altri

Isbn-10: 8888063870 | Isbn-13: 9788888063874 | Data di pubblicazione: 

Genere: Comics & Graphic Novels , History

Ti piace La guerra di Alan?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un racconto basato sui ricordi di Alan Ingram Cope, un veterano americano della Seconda Guerra Mondiale sbarcato in Francia otto mesi dopo i suoi compagni, nel giorno del suo ventesimo compleanno. La testimonianza di Alan si appunta su momenti di vita quotidiana, su piccole osservazioni. L'amicizia di Guibert con Alan è durata cinque anni, sino alla morte del secondo, e ha finito per arricchire una narrazione umana, intima, mai "spettacolare" o chiassosa, che finisce per rendere la figura di Alan una sorta di "nonno universale". Questo primo volume è dedicato al periodo precedente la partenza per il fronte, quello del lungo e faticoso addestramento negli Stati Uniti, a Fort Knox.
Ordina per
  • 3

    Prima puntata della vita di Alan, americano in guerra, ovvero, che si prepara alla guerra. Grafica essenziale, netta, diario coinvolgente, una vita banale che trova la sua espressione vitale quando la si porta alla luce come paradigma dell'America degli ani trenta/quaranta. Aspetto di leggere le ...continua

    Prima puntata della vita di Alan, americano in guerra, ovvero, che si prepara alla guerra. Grafica essenziale, netta, diario coinvolgente, una vita banale che trova la sua espressione vitale quando la si porta alla luce come paradigma dell'America degli ani trenta/quaranta. Aspetto di leggere le puntate successive.

    ha scritto il 

  • 4

    La guerra nei ricordi del soldato Alan Ingram Cope, disegnata da Emmanuel Guibert.
    Sono tutti episodi "minori" quindi niente grandi eventi, niente momenti storici, ma giornate "normali" di un soldato normale: e funziona - cavolo, se funziona - anche grazie ai dei disegni bellissimi.

    ha scritto il 

  • 5

    Ne avevo sentito parlare e non ha tradito le attese. Una graphic novel di eccezionale livello. Emmanuel Guibert racconta con il suo affascinante disegno ad acqua la storia del soldato americano Alan Ingram Cope dal reclutamento nell'esercito alla fine della seconda guerra mondiale in Europa. La d ...continua

    Ne avevo sentito parlare e non ha tradito le attese. Una graphic novel di eccezionale livello. Emmanuel Guibert racconta con il suo affascinante disegno ad acqua la storia del soldato americano Alan Ingram Cope dal reclutamento nell'esercito alla fine della seconda guerra mondiale in Europa. La durezza dell'addestramento, i rapporti con la famiglia, le amicizie con i commilitoni, persino i problemi pratici di tutti i giorni vengono descritti in modo mai banale e coinvolgente. Viene assolutamente voglia di passare al secondo libro!

    ha scritto il 

  • 4

    Ricorda Maus per struttura narrativa (la II guerra mondiale raccontata all'autore da un ex soldato).
    Bella anche la tecnica usata per il disegno usando l'acqua.
    Potete vederlo all'opera qua:
    http://www.youtube.com/watch?v=zIMdBK8yr_g

    ha scritto il 

  • 5

    commovente, coinvolgente

    non vedo l'ora di leggere la II parte: una narrazione fluida, intensa, coinvolgente di cosa può voler dire prepararsi alla guerra
    Una gioventù molto diversa dalla nostra raccontata con gran sensibilità

    ha scritto il 

  • 4

    i ricordi di un soldato americano durante la seconda guerra americana.
    Disegno etereo e gentile, con acquarello monocromatico.
    Anche i testi seguono lo stesso tono: intimo, sincero ma asciutto.
    Assente la fastidiosa componente di autocommiserazione, drammaticità ed eroismo che c ...continua

    i ricordi di un soldato americano durante la seconda guerra americana.
    Disegno etereo e gentile, con acquarello monocromatico.
    Anche i testi seguono lo stesso tono: intimo, sincero ma asciutto.
    Assente la fastidiosa componente di autocommiserazione, drammaticità ed eroismo che caratterizza tanti racconti di guerra.
    l'unico difetto è avere diviso il racconto in due episodi pubblicati separatamente.
    il racconto si interrompe davvero in modo brusco, quando appena cominci ad affezionarti alla storia.
    d'altra parte hanno raggiunto il loro scopo: mi comprerò anche il volume 2.

    ha scritto il