La historia del amor

By

Publisher: Círculo de Lectores

4.0
(1242)

Language: Español | Number of Pages: 315 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Italian , French , German , Portuguese , Dutch , Slovenian , Catalan , Czech

Isbn-10: 8467220996 | Isbn-13: 9788467220995 | Publish date:  | Edition 1

Translator: Ana María de la Fuente

Also available as: Paperback , Softcover and Stapled , Mass Market Paperback , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like La historia del amor ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Ésta es la historia de Leo Gursky, un anciano que con un pie en la vida y otro en la muerte decide hacer balance de su existencia: una infancia sesgada por el nazismo, el exilio a Estados Unidos en busca de su gran amor, la soledad, las palabras escritas... Pero es también la historia de Alma, una adolescente que quiere encontrarle novio a su madre. Quizá sea un poco la historia de todos, porque ¿qué es la vida si no esa conjunción casi caprichosa de felicidad y dolor, de casualidades y determinación, de caminos tomados y posibilidades perdidas?
Sorting by
  • 5

    Un libro precioso

    Una historia tierna y conmovedora, o dos, mejor dicho, narradas con sentido del humor. Se entrelazan para acabar en un final esperado y deseado. Magníficamente narrado. Un gran libro, sin duda. ...continue

    Una historia tierna y conmovedora, o dos, mejor dicho, narradas con sentido del humor. Se entrelazan para acabar en un final esperado y deseado. Magníficamente narrado. Un gran libro, sin duda.

    said on 

  • 5

    The great tragedy of life is this then, our friends are not allowed to finish their stories.

    My second reading of this book bore out my feeling the first time I read it. The first two hundred pages a ...continue

    The great tragedy of life is this then, our friends are not allowed to finish their stories.

    My second reading of this book bore out my feeling the first time I read it. The first two hundred pages are a stunningly beautiful and moving account of love and loss and the stories hidden within stories and then, of a sudden, it’s as if Krauss handed the novel over to her distinctly less talented husband to finish off the book. She ruins it with the fourth of her narrators, the entirely preposterous whimsy of Bird who is a kind of identikit of Foer’s equally irritating cutesy cutesy little boy narrator in Extremely Loud. Bird is a mistake and the attempt to add still more madcap tomfoolery and another search for a missing person, a person who doesn’t exist, is just daft. Bird as a character is a joke that simply isn’t funny. And to make another mystery of a mystery, to create another story with the honeycomb of stories, backfires horribly so late in the novel. I don’t think I’ve ever read a novel that punctures so catastrophically towards the end and has left me feeling so angry and cheated.

    I'd forgotten how beautiful most of this novel is. How poignantly and succinctly Krauss conveys the childhood love of two Jewish children before the Nazis arrive. How magically she recreates Leo’s memory. And how alive and full of the heart is the old man recollecting himself as a boy in the narrative. Leo is a brilliant and heartwarming depiction of old age just as Alma is a fabulous evocation of adolescence.

    Krauss writes brilliantly about love, in all of its forms. She’s got a marvellous eye for epiphanies and evokes them with searing poetic simplicity. And the multi-layered form of the novel where three narrators are each telling missing parts of each other’s stories is brilliantly achieved. It also works great as a literary detective story. Almost you have to keep a list of the clues as you’re reading.

    So, absolutely brilliant until Krauss’ ultimate recourse to whimsy, as if she and her husband were sharing some private joke, and which comes very close to spoiling the poignant moving emotional fabric of this novel.

    said on 

  • 4

    "C'era una volta un ragazzo che amava una ragazza, e la sua risata era una domanda a cui lui avrebbe voluto rispondere per il resto della sua vita". Si può scrivere una storia d'amore senza scadere ne ...continue

    "C'era una volta un ragazzo che amava una ragazza, e la sua risata era una domanda a cui lui avrebbe voluto rispondere per il resto della sua vita". Si può scrivere una storia d'amore senza scadere nel banale? Sì, e questo romanzo ne è la riprova. Una storia talmente complessa, nella sua semplicità, da richiedere la più totale concentrazione. Scriverlo dev'essere stato tutt'altro che semplice; dare una connotazione così netta a quattro differenti voci in sole 298 pagine, avrà richiesto - suppongo - un lavoro certosino. Il risultato è una delle più belle ed originali storie d'amore che mi sia mai capitato di leggere.

    said on 

  • 4

    Un romanzo medioevale

    La storia dell'amore è un romanzo medioevale. Vi sono tutti gli elementi: l'amore imperituro, le peripezia, il valore misconosciuto, l'inchiesta e la ricerca. Naturalmente ogni elemento è riletto in c ...continue

    La storia dell'amore è un romanzo medioevale. Vi sono tutti gli elementi: l'amore imperituro, le peripezia, il valore misconosciuto, l'inchiesta e la ricerca. Naturalmente ogni elemento è riletto in chiave post-postmoderna. L'amore imperituro si trascina nel rimpianto, le peripezie rimandano all'orrore dello sterminio, il valore non appartiene a nobili cavalieri, ma a vecchietti patetici e a bambini sbandati, l'inchiesta sbanda, la ricerca è sempre sul punto di naufragare. Però, l'amore rimane puro, all'orrore si sopravvive, i vecchi e i bambini non demordono e la ricerca va in porto. Il libro dell'amore trova il suo autore, e noi lettori un pizzico di verità, un brandello di senso.

    said on 

  • 3

    La storia dell'amore sono incastri di passato, presente e presenti diversi, che si inseguono e intrecciano intorno alle pagine di un libro La storia dell'amore appunto. Devo dire che la prima parte de ...continue

    La storia dell'amore sono incastri di passato, presente e presenti diversi, che si inseguono e intrecciano intorno alle pagine di un libro La storia dell'amore appunto. Devo dire che la prima parte del romanzo mi è piaciuta e mi ha coinvolto, Leo mi ha intenerito e anche la piccola Alme, ma man mano che procedeva ho avuto la sensazione che sia sfuggita di mano la situazione all'autrice e che alla fine non sia riuscita a trovare un finale "completo". Per lo meno, ho avuto la sensazione che la storia muoia in un certo senso, senza che Alma e Leo arrivino ad un senso. O forse un senso alla storia dell'amore non può esserci.
    Bello però il percorso che possono fare le pagine di un libro e le mille vite che possono vivere attraverso chi le sfoglia e ama.
    Insomma, è la moglie di Jonathan Safran Foer e si sente.

    said on 

  • 3

    L’amor che move il sole e l’altre stelle…..

    Giugno 2012
    E in quel momento l'ho vista. Strano quello che può fare la mente quando è il cuore a dare ordini. Mi è sembrata diversa da come la ricordavo. Comunque, la stessa. Gli occhi: da quelli l'h ...continue

    Giugno 2012
    E in quel momento l'ho vista. Strano quello che può fare la mente quando è il cuore a dare ordini. Mi è sembrata diversa da come la ricordavo. Comunque, la stessa. Gli occhi: da quelli l'ho riconosciuta. Ho pensato è così che mandano l'angelo. Fermo all'età che aveva quando ti amava di più...

    said on 

  • 5

    Gran libro!!!!!

    Gran personaggio Leo Gursky, splendida la sua narrazione in prima persona, storia importante di una vita "invisibile" e parallelamente immaginaria.

    said on 

  • 5

    Magico

    Davvero ti ritrovi a leggere qualcosa di eccezionale, cosa che neanche altri libri della stessa autrice mi hanno dato. Visionario, molto poco lineare (ma quando mai la vita lo è?) e assolutamente stru ...continue

    Davvero ti ritrovi a leggere qualcosa di eccezionale, cosa che neanche altri libri della stessa autrice mi hanno dato. Visionario, molto poco lineare (ma quando mai la vita lo è?) e assolutamente struggente!

    said on 

Sorting by