Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La incredibile e triste storia della candida Erendira e della sua nonna snaturata

Di

Editore: Mondadori

3.9
(1577)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 173 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Portoghese , Croato

Isbn-10: A000223758 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Fiction & Literature , Philosophy , Science Fiction & Fantasy

Ti piace La incredibile e triste storia della candida Erendira e della sua nonna snaturata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un paese arido e spopolato, bagnato da un mare crudele che lo ricopre di "pattume", improvvisamente pervaso da un insopprimibile odore di rose.
Un vecchio decrepito, con enormi ali naturali, imprigionato in un pollaio e fatto oggetto dell'attenzione generale, per finire poi dimenticato.
Un immenso transatlantico fantasma che appare periodicamente, in una notte di marzo, agli occhi attoniti di un ragazzo.
Il cadavere di un annegato, dalle dimensioni sovrumane e dalla bellezza travolgente, che, approdato sulla spiaggia di un minuscolo villaggio caraibico, ne sconvolge per un attimo la lenta vita.
Le straordinarie creazioni di Babilano, ciarlatano e inventore, indovino e taumaturgo, mago e artista.
L'incontro del senatore Onesimo Sanchez con la donna della sua vita, a sei mesi e undici giorni dalla sua morte.
Una giovane mulatta costretta dalla dispotica e avida nonna a prostituirsi per ripagarla dei danni provocati dalla sua sbadataggine.
Queste le fantastiche immagini ispiratrici dei sette racconti-fiaba che testimoniano la stagione più consapevole e felice di Gabriel Garcia Marquez
Ordina per
  • 4

    Gioielli di realismo magico

    Prendete un grosso cappello a cilindro, mettetici dentro: dei personaggi strampalati, un pizzico di poesia, parecchia fantasia, uno stile visionario, dei titoli che sono delle storie e delle storie che parlano di reale e surreale allo stesso tempo, di amori e tragedie, di vita e di morte, scuotet ...continua

    Prendete un grosso cappello a cilindro, mettetici dentro: dei personaggi strampalati, un pizzico di poesia, parecchia fantasia, uno stile visionario, dei titoli che sono delle storie e delle storie che parlano di reale e surreale allo stesso tempo, di amori e tragedie, di vita e di morte, scuotete forte e vi troverete da leggere 7 racconti fantastici che vi trasporteranno in un altro mondo e dove potrete perdervi come nel più assurdo dei sogni. Tutto accade e tutto può accadere, senza regole, senza normalità. Lasciatevi catturare da questo mondo alla rovescia e leggete tutti e 7 i racconti a testa in giù…

    Consigliati a chi non conosce Marquez e vuole assaggiare qualcosa di diverso e consigliati a chi vuole ritrovare l'incanto delle atmosfere di Cent’anni di solitudine.

    ha scritto il 

  • 4

    decidamente migliore delle raccolte di racconti precedenti, qui c'è tutto il Marquez che ci si aspetta e si desidera, con racconti molto diversi per tono e stile narrativo in un crescendo di bellezza che si conclude con gli ultimi due piccoli gioelli di realismo magico.

    ha scritto il 

  • 4

    Realismo mágico estilo García Márquez

    Un señor muy viejo con unas alas enormes - Realismo mágico al más puro estilo Gabriel García Márquez, con esos personajes que saben y no saben de lo que los rodea y que se alegran cuando desaparecen porque ya no deben preocuparse más cuando se dan cuenta que está allí.


    El mar del tiempo pe ...continua

    Un señor muy viejo con unas alas enormes - Realismo mágico al más puro estilo Gabriel García Márquez, con esos personajes que saben y no saben de lo que los rodea y que se alegran cuando desaparecen porque ya no deben preocuparse más cuando se dan cuenta que está allí.

    El mar del tiempo perdido - Con este relato, Márquez me hizo acordar mucho de la narrativa de Carpentier, ese realismo mágico que raya en la locura y lo completamente inverosímil con toques de fantasía; en dos palabras, raro y entretenido.

    El ahogado más hermoso del mundo - Este relato ha sido muy poético! Más allá de que lo que cuenta debería resultar escalofriante, la forma en que se presenta al ahogado es parecida a la cual se puede utilizar para describir a un amante; no había visto antes una narración tan poética como esta de Gabo.

    Muerte constante más allá del amor - Este es el relato que menos me ha llamado por ahora, será que al ser el protagonista un político no ha sido de mi agrado XD pero es que el desarrollo y la historia no me han gustado mucho tampoco.

    El último viaje del buque fantasma - Este ha estado genial, el protagonista se ha vengado a lo grande con algo que resultaría totalmente inverosímil, eso de los barcos fantasmas es mi debilidad; los fantasmas en general son mi debilidad cuando aparecen dentro del realismo mágico.

    Blacamán el bueno, vendedor de milagros - Este relato ha sido demasiado crudo, malvado y perverso, matizado por un realismo de lo más mágico.

    La increíble y triste historia de la cándida Eréndira y de su abuela desalmada - Para que negar que es una historia de lo más triste y desgraciada, diría que para todos los personajes, aunque por supuesto la que más sufre es Eréndira. El final no me convenció del todo, aunque claro siendo tan rara la historia no iba a ser uno de cuentos de hadas. Una deuda pendiente de clásico menos.

    ha scritto il 

  • 4

    Una excepcional novela corta que viene acompañada por una buena colección de relatos.
    El Nobel colombiano vuelve a sorprendernos con estos cuentos llenos de ingenio, magia, ternura y drama.
    Su lenguaje y estilo son, como siempre, fascinantes.

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissima raccolta di Marquez, racconti unici nel loro genere , vi si ritrovano le atmosfere magiche e quali ancestrali di cent' anni di solitudine, e altri gradevoli sorprese, ogni racconto è un mondo a se stante ,un bellissimo mondo a se stante, perfettamente completo e evocativo nella sua bre ...continua

    Bellissima raccolta di Marquez, racconti unici nel loro genere , vi si ritrovano le atmosfere magiche e quali ancestrali di cent' anni di solitudine, e altri gradevoli sorprese, ogni racconto è un mondo a se stante ,un bellissimo mondo a se stante, perfettamente completo e evocativo nella sua brevità. Vale la pena comprarlo anche solo per i primi 4 racconti , ma anche gli altri sono belli , se vogliamo quello che mi è piaciuto meno , è proprio quello che da il nome al libro , pur essendo il più lungo ed articolato gli manca qualcosa.Se siete alla ricerca di atmosfere oniriche e di racconti da leggere di notte ( e sopratutto in queste torride e corti notti d' estate)ma anche negli asfissianti è torridi pomeriggi di questo periodo , questo è il vostro libro.

    ha scritto il 

  • 0

    Marquez ci trasporta, con questa raccolta di racconti, nel suo universo di personaggi forse strampalati ma certamente poetici, anche quando sono crudeli ed irriconoscenti.
    Una solitudine a tratti densissima dalla quale non c'è salvezza, ma che diventa tollerabile proprio grazie alla poesia. ...continua

    Marquez ci trasporta, con questa raccolta di racconti, nel suo universo di personaggi forse strampalati ma certamente poetici, anche quando sono crudeli ed irriconoscenti.
    Una solitudine a tratti densissima dalla quale non c'è salvezza, ma che diventa tollerabile proprio grazie alla poesia.
    Insomma il suggerimento di sempre di Marquez è che la poesia lenisce e (forse) salva.

    ha scritto il 

  • 4

    La magia di Marquez è inimitabile ... e quell corsa finale di Erendira, così veloce, così disperata e felice allo stesso tempo è un vero e proprio inno figurativo alla libertà di azione, pensiero, parola ...

    ha scritto il 

Ordina per