La isla del Dr. Moreau

By

Publisher: Bruguera

3.8
(727)

Language: Español | Number of Pages: 236 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , Catalan , Italian , French , Dutch , Turkish , Portuguese , German , Czech , Polish

Isbn-10: 8402091466 | Isbn-13: 9788402091468 | Publish date: 

Also available as: Others , Mass Market Paperback , Paperback

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like La isla del Dr. Moreau ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    Qualche nota a margine:
    - Non è quello che mi aspettavo. La parodia dei Simpson mi aveva traviato.
    - A tratti disturbante, di quel disturbante che ti fa sentire un ipocrita a dire di amare gli animali ...continue

    Qualche nota a margine:
    - Non è quello che mi aspettavo. La parodia dei Simpson mi aveva traviato.
    - A tratti disturbante, di quel disturbante che ti fa sentire un ipocrita a dire di amare gli animali per poi mangiare carne senza battere ciglio.
    - L'explicit è spettacolare, vale da solo la lettura di tutto il resto.

    said on 

  • 5

    UNA BESTIA DI SCIENZIATO!

    Come si può pensare di umanizzare delle bestie quando l’uomo stesso ha in sé connotati bestiali?
    Ebbene, il dott. Moreau lo ha pensato ed, intorno a questa sua discutibile scelta etico-scientifica, We ...continue

    Come si può pensare di umanizzare delle bestie quando l’uomo stesso ha in sé connotati bestiali?
    Ebbene, il dott. Moreau lo ha pensato ed, intorno a questa sua discutibile scelta etico-scientifica, Wells imbastisce un capolavoro di narrazione che, strizzando l’occhio, per certi versi, alle settecentesche disquisizioni relative al rapporto tra la “legge di natura” e la “la legge morale”, querelle che chiamerà in causa filosofi quali J.J. Rousseau e T. Hobbes, ci fa comprendere come la linea di demarcazione tra l’essere umano e l’essere bestiale sia, a volte, decisamente sottile.

    said on 

  • 4

    un classico immancabile

    Uno dei libri più famosi di Wells, non delude le aspettative, buttando il lettore in un mondo inquietante e misterioso...

    said on 

  • 4

    We cannot help looking in the mirror

    Bellissimo il finale dell'introduzione di Alan Lightman: "Advances in science, as in arts, will continue to reveal us in our entirety. We cannot help looking in the mirror".
    L'orrore in questa storia ...continue

    Bellissimo il finale dell'introduzione di Alan Lightman: "Advances in science, as in arts, will continue to reveal us in our entirety. We cannot help looking in the mirror".
    L'orrore in questa storia è grande, anche se, come al solito, in inglese finisco per perdermi un po' alcuni passaggi, e l'atmosfera cupa finisce per essere "lost in translation". Il succo resta comunque nel capitolo centrale e sembra anche evidente come il resto della storia sia stato costruito tutto attorno ad esso. È l'unico difetto, in una lettura che inevitabilmente mi porterò dietro per sempre a livello concettuale.
    C'è qualcosa nell'ultimo capitolo che...

    said on 

  • 4

    A metà tra "Robinson Crusoe" e "Frankenstein", con tanto di scienziato pazzo che ritiene di poter perfezionare la Natura modificandola con la scienza, senza scrupoli di sorta. A un livello di lettura ...continue

    A metà tra "Robinson Crusoe" e "Frankenstein", con tanto di scienziato pazzo che ritiene di poter perfezionare la Natura modificandola con la scienza, senza scrupoli di sorta. A un livello di lettura diverso, vi si può rintracciare la paura, tipica anche di altri romanzi inglesi coevi (Dracula, Dr. Jekyll e Mr. Hyde, "Lei" di H.Rider Haggard), dell'ibridazione tra razze diverse, e delle sue possibili conseguenze storico-politiche (indebolimento dell'impero britannico, con rovesciamento dei ruoli tra dominatori e dominati).

    said on 

  • 4

    Ispirato da Frankenstein e da Lo Strano Caso del Dr. Jekyll... costituisce una base per la nascente sci-fi

    Vero e proprio capolavoro scritto da un H.G. Wells alle prime armi ma già maestoso. Abile esame sociologico/religioso presentato nella forma di un romanzo d'avventura con forti elementi fantascientifi ...continue

    Vero e proprio capolavoro scritto da un H.G. Wells alle prime armi ma già maestoso. Abile esame sociologico/religioso presentato nella forma di un romanzo d'avventura con forti elementi fantascientifici, fantastici e horror. Da leggere.

    Qua una mia biografia completa: http://giurista81.blogspot.it/2014/12/recensione-narrativa-lisola-del.html

    said on 

  • 3

    Un classico che ha leggermente disatteso le mie aspettative

    Avevo grandi speranze verso questo breve romanzo scritto dal celebre H.G.Wells , visti i temi trattati e l'innovativa (per l'epoca) idea di base.
    Pur riconoscendone i grandi meriti e la forte connotaz ...continue

    Avevo grandi speranze verso questo breve romanzo scritto dal celebre H.G.Wells , visti i temi trattati e l'innovativa (per l'epoca) idea di base.
    Pur riconoscendone i grandi meriti e la forte connotazione avanguardista di una storia al periodo mai vista prima,incentrata sulla figura ormai iconica del "mad doctor" e dei suoi esperimenti ,"L'isola del dottor Moreau" non è riuscito a convincermi a pieno e non mi ha rapito come credevo.

    La vicenda è assolutamente interessante e oltre all'aspetto "ludico" abbiamo una precisa volontà dello scrittore di far riflettere e ragionare il lettore, usando quindi le potenti metafore del racconto fanta-horror. Purtroppo ,almeno per questo volume , non ho apprezzato lo stile di Wells: quest'ultimo infatti passa repentinamente da situazioni blande ad altre concitate senza dare il tempo di abituarsi alla storia e a quello che circonda il protagonista. Personalmente non sono riuscito mai a sentirmi trasportato su quell'isola in mezzo a creature nate da folli esperimenti , ho trovato il tutto fin troppo freddo e distaccato per coinvolgere davvero.
    La storia manca di atmosfera e mistero , tutto ci viene subito spiegato e mostrato perdendo cosi una carta importante già all'inizio.

    I personaggi non hanno riscosso le mie simpatie , hanno caratterizzazioni affrettate e forse la breve lunghezza del racconto ha influito su quest'aspetto.

    Positivi i risvolti sociali della vicenda , ottime alcune intuizioni come quella dei comandamenti ripetuti come un mantra o il finale chiarificatore.

    Nel complesso un classico che rimane un'opera notevole nonostante gli anni ed è da leggere assolutamente. Il mio rammarico rimane per le alte aspettative non rispettate da un libro cosi vicino alle mie corde e alle mie preferenze.

    said on 

Sorting by