Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La isla del tesoro

(Biblioteca Tematica)

By

Publisher: Alianza (Buenos Aires, AR)

4.0
(6871)

Language:Español | Number of Pages: 280 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , Chi simplified , German , Catalan , Italian , French , Czech , Portuguese , Dutch , Swedish , Basque , Greek , Japanese , Korean , Hungarian , Polish , Romanian

Isbn-10: 8420636657 | Isbn-13: 9788420636658 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Mass Market Paperback , Others , Board Book , Softcover and Stapled , Leather Bound

Category: Fiction & Literature , Sports, Outdoors & Adventure , Travel

Do you like La isla del tesoro ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
El escritor escocés se quejaba de que el público lector lo reconocía casi de forma exclusiva como autor de un solo libro, La isla de tesoro. La queja tenía algún fundamento, pues a pesar de ser cierto que R. L. Stevenson es bien conocido de los lectores por otras obras (por mencionar una tan sólo, El extraño caso del doctor Jekyll y Mr. Hyde), sin embargo, La isla del tesoro contiene una serie de elementos que han singularizado esta novela en la historia de las letras contemporáneas. Enumerar estos elementos no es tarea sencilla, porque se debe tener en cuenta que las sucesivas generaciones de lectores y las cambiantes condiciones han proporcionado diferentes contextos a la lectura de la obra. Sobresale entre aquellos elementos el hecho de que se trata de una obra juvenil a la que vuelve con gusto el lector adulto y sobresale, asimismo, que se haya mantenido con éxito, desde el siglo XIX al siglo XXI, la nostalgia por un mundo que propiciaba o posibilitaba la aventura. El lector juvenil ve reconocido su derecho a hacerse oír en el mundo de los adultos, mientras que el lector adulto regresa a una intensidad que se relaciona con un mundo irreal que conoció exclusivamente a través de la lectura de obras como La isla del tesoro.
Sorting by
  • 4

    In compagnia di quello scavezzacollo di Jim e dei pirati mi sono divertita moltissimo e mi è anche venuta voglia di recuperare un po' di altri classici per ragazzi che avevo snobbato da piccina pensan ...continue

    In compagnia di quello scavezzacollo di Jim e dei pirati mi sono divertita moltissimo e mi è anche venuta voglia di recuperare un po' di altri classici per ragazzi che avevo snobbato da piccina pensandoli troppo da "maschio" :P

    said on 

  • 4

    I read Treasure Island for the first time when I was a kid, and, to be honest, I didn’t appreciate it very much. At that time, I was more attracted by Salgari’s pirate novels, I liked his vivid desc ...continue

    I read Treasure Island for the first time when I was a kid, and, to be honest, I didn’t appreciate it very much. At that time, I was more attracted by Salgari’s pirate novels, I liked his vivid descriptions of the exotic places where his stories were set.

    On the contrary, Stevenson’s book is much more a coming of age story than an adventure novel, no wonder it wasn’t welcomed by someone more interested in plot than in the psychology of the characters, and I was such a boy. Now, I’ve rediscovered the book, and seen it under a completely different perspective.

    One of the most striking feature of this work is that the whole story revolves around the ambiguity of morality; though that might be seen as an unusual topic for children literature, I think that Stevenson’s mastery was to make accessible to everyone the fact that we live in a non ideal world, where wise decisions are often the result of a compromise. There could be good or bad compromises, however the choice among different options depends entirely on us.

    After all, Jim Hawkins, both main character and narrator, at the end of the story says: “all of us had an ample share of the treasure and used it wisely or foolishly , according to our nature”.

    said on 

  • 4

    15 uomini sulla cassa del morto... e una bottiglia di rum

    Parlando del suo primo libro, Stevenson scrisse nel 1894: "Doveva essere un racconto per ragazzi, senza alcun bisogno di psicologia o di bello scrivere" e ne è venuto fuori un romanzo per adulti, ricc ...continue

    Parlando del suo primo libro, Stevenson scrisse nel 1894: "Doveva essere un racconto per ragazzi, senza alcun bisogno di psicologia o di bello scrivere" e ne è venuto fuori un romanzo per adulti, ricco di pathos e con uno stile ammirevole. Vero è che quando si ha la penna del vero scrittore non si può non usarla, a dispetto delle intenzioni e della modestia. Nata quasi per caso, da un disegno fatto dall'autore per divertire il figliastro tredicenne, la storia del giovane Jim alle prese con il mondo violento e infido dei pirati ha conquistato lettori di ieri e di oggi e ispirato scrittori di fama come Steinbeck. Un consiglio: non cercate di leggerlo tutto d'un fiato, rispettate il lento beccheggiare della Hispaniola e le lunghe giornate di bordo, datevi il tempo di conoscere i protagonisti uno per uno perché in fondo trovare il tesoro di Flint non è il vero scopo della vita.

    said on 

  • 4

    il mito dell'isola

    c'è sempre un isola... un luogo in cui arrivare, per trovare un tesoro, per rompere la noia, per diventare uomo. E anche questa non fa differenza.
    Apparentemente è una storia di pirati e di eroi, in r ...continue

    c'è sempre un isola... un luogo in cui arrivare, per trovare un tesoro, per rompere la noia, per diventare uomo. E anche questa non fa differenza.
    Apparentemente è una storia di pirati e di eroi, in realtà è una storia sulla ricerca di qualcosa.
    E alla fine quasi tutti troveranno qualcosa, forse non proprio quello che cercavano ma sicuramente qualcosa che gli appartiene

    said on 

  • 3

    Bel racconto, ben scritto, ricco di vicende e con un ritmo sempre ben tenuto. Senza idee enormi (forse anche dovuto al fatto che ormai la storia è di dominio comune) riesce a tenerti attaccato alle pa ...continue

    Bel racconto, ben scritto, ricco di vicende e con un ritmo sempre ben tenuto. Senza idee enormi (forse anche dovuto al fatto che ormai la storia è di dominio comune) riesce a tenerti attaccato alle pagine.

    said on 

  • 3

    Diciamo un libro bello per l'avventura in sè contenuta, ma il linguaggio di un certo tempo addietro e i termini nozionistici navali lo rendo in alcuni punti un bell'ostacolo da sormontare.

    said on 

  • 5

    Rilettura!

    A. Mondadori Editore - Finito di stampare il 10 maggio 1942 -

    Traduzione di Angiolo Silvio Novaro.

    Fatto rilegare in tela dalla mia famiglia.

    said on 

  • 4

    Davvero un bel libro con una trama fluida ed avvincente. L' unica pecca, a mio parere, sta nell'utilizzo eccessivo di termini specifici relativi all'ambiente marinaio (es. le parti della nave), che do ...continue

    Davvero un bel libro con una trama fluida ed avvincente. L' unica pecca, a mio parere, sta nell'utilizzo eccessivo di termini specifici relativi all'ambiente marinaio (es. le parti della nave), che dopo un po' danno noia.

    said on 

Sorting by