La legge di questa atmosfera

Di

Editore: Il Saggiatore

2.9
(7)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 256 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8842818844 | Isbn-13: 9788842818847 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace La legge di questa atmosfera?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Una riunione segreta nello studio del più geniale architetto italiano dà inizio a una cospirazione a largo spettro, impensabile e sconcertante esperimento sociale: anziché costruire, con esplosioni spettacolari si demoliscono luoghi altamente simbolici in piena Milano. Sorprendentemente le persone iniziano ad ambire ad abitare le cave ciclopiche create dalle distruzioni programmate. Un intrico di complotti all’ombra del Duomo dà inizio a una umanità di nuova specie: neoprimitiva, desiderosa di abolire agi e consumi e gabbie della civiltà precedente, cioè la nostra attuale. Domanin sorprende con una scrittura al tempo stesso leggibile e iperbolica, alle latitudini ballardiane, ma anche di DeLillo e Houellebecq.
Ordina per
  • 4

    Trovandoci a vivere in un'epoca dove essere epigoni è di rigore, Domanin ha voluto spingere l'ironia del suo talento sino a creare quel personaggio che epigone non è. Insolito ,ambiguo, irritante ma d ...continua

    Trovandoci a vivere in un'epoca dove essere epigoni è di rigore, Domanin ha voluto spingere l'ironia del suo talento sino a creare quel personaggio che epigone non è. Insolito ,ambiguo, irritante ma dall'inesauribile vena creativa, risponde al nome di Arrigoni l'archistar, profeta del decostruttivismo e padre europeo dei sogni organici in architettura che, sfidando i luoghi comuni della geometria e giocando al contempo con la natura circostante, prova ad imporre, in una Milano ormai allo sfascio, una poetica destrutturata e disomogenea, apoteosi dell'umana imbecillità e carica di un inutile utopismo che distrugge e non costruisce.
    Ma, come è noto, non c'è opera che non si ritorca contro il suo autore: il poema annienterà il poeta, il sistema il filosofo, l'avvenimento l'uomo d'azione. Colui che, rispondendo alla propria vocazione e portandola a compimento, si agita dentro la storia, è causa della propria rovina.
    Le pagine di Domanin comunicano al lettore una scossa allarmante per ogni certezza e sarebbe un'inutile lode sottolineare la chiaroveggenza di questo libro. La prosa amara e corrosiva di Domanin diventa una compagnia salutare per tutti coloro che si trovano, loro malgrado, a vivere in un mondo unificato nel grossolano e nel terribile senza potervi porre rimedio.
    E' la legge di questa atmosfera !!

    ha scritto il