La leggenda del santo bevitore

Voto medio di 3845
| 296 contributi totali di cui 276 recensioni , 19 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
"La leggenda del santo bevitore" fu pubblicato per la prima volta nel 1939, pochi mesi dopo la morte di Joseph Roth, esule a Parigi – e può essere considerato, per molti versi, il suo testamento, la parabola trasparente e misteriosa che racchiude la ...Continua
Elena Cassola
Ha scritto il 15/08/18
Immedesimarsi è ovvio..
Breve ma intenso, un romanzo che molto rispecchia la vita dell'autore. Ogni lettore, credo, può mettersi nei panni dello sventurato ma miracolato protagonista. Molti dei pensieri espressi dal protagonista sono condivisi da chi legge. Aspettiamo tutti...Continua
TheBluE
Ha scritto il 13/08/18
Ho un debito con una donna.
Se pur breve (peccato) è un racconto molto significativo e pieno di sostanza. Un Uomo,minatore polacco arrivato a Parigi per lavoro si trova a vivere come un " senzatetto" sotto i ponti della Senna. Ma l'incontro con un generoso uomo da il via a un...Continua
Gabe57
Ha scritto il 28/07/18
Un'opera testamentariia

Un bellissimo apologo morale.
Le circostanze della sua genesi e uscita in coincidenza della morte di Roth - alcolizzato come il protagonista - rendono ancora più stupefacente l'opera. Speriamo che a lui lo aspettasse la sua Thérèse.

**Noesis81**
Ha scritto il 24/06/18
Cosa succederebbe se, un bel giorno, un perfetto sconosciuto si avvicinasse ad un clochard e gli donasse una generosa somma di denaro? Ci sarebbe da pensare a un miracolo e, di fatto, il protagonista continua a viverne uno dopo l'altro, come se qualc...Continua
Nettuno84
Ha scritto il 06/06/18
La morale dubbia
Libro breve dalla morale ben evidente. La lettura scorre velocemente. La storia, tra "miracoli" e disavventure, si incentra su un personaggio ben caratterizzato e dalla morale non sempre all'altezza del titolo. Il protagonista non sempre sfrutta al m...Continua

Elena Cassola
Ha scritto il Aug 15, 2018, 11:01
"Ecco quel che sono veramente; cattivo, sbronzo, ma in gamba. Joseph Roth."
Frà Mella
Ha scritto il Oct 21, 2016, 21:45
"Fece ingresso nel giorno, uno dei suoi soliti giorni che ormai da tempo immemore era abituato a dissipare (...) "
Pag. 16
Frà Mella
Ha scritto il Oct 21, 2016, 21:43
"Perché a nulla si abituano gli uomini più facilmente che ai miracoli (...)"
Pag. 36
shanumi
Ha scritto il Oct 12, 2014, 22:41
Una sera di primavera dell'anno 1934 un signore di età matura scese gli scalini di pietra che da uno dei ponti della Senna conducono alle rive del fiume. Là sono soliti dormire, o meglio accamparsi, i vagabondi di Parigi, cosa nota quasi a tutti, ma...Continua
Pag. 9
Raperîn
Ha scritto il Jan 10, 2014, 19:46
Vide il film dell'uomo che camminava nel deserto bruciato dal sole. E già quasi trovava simpatico l'eroe del film e se lo sentiva vicino quando, bruscamente, il film piegò verso un lieto fine che nessuno si aspettava, e l'uomo del deserto fu salvato...Continua
Pag. 40

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Jul 07, 2016, 07:56
833.91 ROT 4788 Letteratura Tedesca

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi