Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La leggenda di Earthsea

By Ursula K. Le Guin

(1459)

| Paperback | 9788842915225

Like La leggenda di Earthsea ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Earthsea, il mondo dei grandi arcipelaghi e degli immensi oceani, l'universo lontano dove la magia è ancora potente, la terra misteriosa in cui uomini e draghi hanno convissuto e dove, secondo una leggenda, un mago sconfiggerà le forze del male per r Continue

Earthsea, il mondo dei grandi arcipelaghi e degli immensi oceani, l'universo lontano dove la magia è ancora potente, la terra misteriosa in cui uomini e draghi hanno convissuto e dove, secondo una leggenda, un mago sconfiggerà le forze del male per riportare l'Equilibrio della vita... A Gont, una delle isole di Earthsea, vive un giovane pastore, Ged, il quale, grazie ai suoi straordinari poteri, conquista il privilegio di diventare apprendista dei grandi maghi dell'Arcipelago. Il ragazzo, che assume il nome di Sparviero, è destinato a essere un grande domatore di draghi, ma è altresì consumato dal desiderio d'imparare troppo in fretta. L'uso poco saggio dei suoi poteri aprirà dunque uno spiraglio nel mondo dei defunti e farà comparire l'Ombra della sua stessa morte, che cercherà di afferrarlo nella propria morsa e di annientarlo... Per la prima volta in Italia vengono presentati in un unico volume i cinque romanzi che compongono la Saga di Earthsea, grandiosa rappresentazione del drammatico confronto tra le forze della luce e quelle delle tenebre, perché "la luce e l'ombra sono un tutt'uno, i due poli dell'Equilibrio. La vita nasce dalla morte e la morte dalla vita; nella loro opposizione esse rinascono in continuazione..." Un'opera di maestoso respiro, che ha entusiasmato la critica e il grande pubblico al pari degli altri capolavori della letteratura fantastica come "Il Signore degli Anelli" e "Le cronache di Narnia".

152 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un ciclo di rara bellezza e profondità. Tolkien era il Professore, ma la Le Guin è la Maestra del fantasy.

    Is this helpful?

    Gimli8488 said on Sep 26, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    In realtà si tratta di una rilettura: me lo regalarono anni addietro e ricordo che feci abbastanza in fretta a divorarmelo tutto quanto.
    Così, complice il fatto che mi sono da poco comprata il dvd I racconti di terramare, ispirato agli ultimi libri, ...(continue)

    In realtà si tratta di una rilettura: me lo regalarono anni addietro e ricordo che feci abbastanza in fretta a divorarmelo tutto quanto.
    Così, complice il fatto che mi sono da poco comprata il dvd I racconti di terramare, ispirato agli ultimi libri, ho colto l'occasione per rileggere tutta la saga

    Considerato che si tratta di una raccolta di cinque libri, trovo più giusto fare delle recensioni differenti, anche perché differenti sono i pareri che ho su ciascuno di essi.

    Il mago di Earthsea
    Come libro introduttivo non c'è male (direi tre stelle e mezza): si intuisce come Ged sia il classico personaggio che deve affrontare un percorso per crescere. Le vicende contro la creatura da lui evocata sono forse un po' lente nella seconda parte, una volta andato via da Roke. Più che altro trovo i vari episodi leggermente staccati, ma in questo primo libro non è un problema.

    Le tombe di Atuan
    E' decisamente il mio preferito (cinque stelle): il personaggio di Tenar è meraviglioso e tutta l'ambientazione è veramente coinvolgente. Si è catturati dall'atmosfera di quel posto così isolato, dove sono i senza nome a farla da padrone, ma dove vige anche una spietata lotta di potere politico che la protagonista ribalta.

    La spiaggia più lontana
    E' il libro che mi è piaciuto di meno (due stelle), ed è una delusione considerando che arriva subito dopo la perla delle Tombe di Atuan. Il personaggio di Arren è molto interessante, così come la vicenda che lui e Sparviero devono affrontare, ma è troppo troppo lento in tutte le tappe che essi affrontano. E' quasi uno sforzo arrivare alla fine.

    L'isola del drago
    Si piazza al secondo posto della mia personale classifica di questa raccolta (quattro stelle) . E' tutto un bellissimo percorso di crescita cullato dalle stagioni e dal passare del tempo lento e tranquillo della realtà contadina. Troviamo una Tenar molto diversa da quella delle tombe di Atuan, donna ormai matura, ma con quella visione del mondo diversa rispetto a quella degli altri. Ed è dolcissimo il personaggio di Therru, bambina carica di sorprese, ma che affascina fin dal primo momento che la si incontra.

    I venti di Earthsea
    Senza infamia e senza lode particolare (tre stelle e mezza): fa piacere ritrovare vecchi amici ed è interessante vedere Arren destreggiarsi tra doveri del regno ed una principessa di cui non sa bene che farsene. Però si sente un po' la stanchezza di una saga che sotto certi punti di vista si era già esaurita nel libro precedente.

    Insomma, la Leggenda di Earthsea è una raccolta con alti e bassi. L'autrice punta tutto sul tema della crescita dei personaggi attraverso i viaggi, dove ogni tappa è un piccolo tassello che aiuta loro a capire qualcosa e a maturare. I personaggi sono abbastanza riusciti, con perle come Tenar, ma a volte pagano un'eccessiva lentezza nel racconto.
    In ogni caso è una colonna del fantasy e l'ambientazione in se è molto interessante. L'autrice ha creato un buon mondo, dove anche i fattori "religiosi e della magia/potere" sono abbastanza definiti.

    Come voto complessivo do fra le tre stelle e mezza e le quattro meno meno

    Is this helpful?

    Erin said on Aug 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lento ma coinvolgente

    Pur non amando le letture lente ho apprezzato molto questo libro. Anche se il primo libro inizia parecchio lento e l'autrice ce la metta tutta per farti odiare il protagonista (cosa che avverrà con i protagonisti dei primi tre libri), è piacevole ved ...(continue)

    Pur non amando le letture lente ho apprezzato molto questo libro. Anche se il primo libro inizia parecchio lento e l'autrice ce la metta tutta per farti odiare il protagonista (cosa che avverrà con i protagonisti dei primi tre libri), è piacevole vedere come ogni personaggio maturi all'interno di ogni storia, specialmente il protagonista del primo libro che diventerà mano a mano più marginale nei successivi ma, nonostante ciò, continuerà a essere ben sviluppato e realistico. Devo dire che il mio libro preferito rimarrà sicuramente il secondo, mi sono innamorata delle tombe di Atuan e della protagonista ben costruita e perfettamente credibile. Insomma un libro lento con una scelta narrativa che non sempre ho approvato (trovo che approfondisca parti superflue mentre analizzi velocemente parti che personalmente avrei trovato interessanti con qualche dettaglio in più), ma che ti lascia sicuramente bei ricordi e un piacevole appagamento una volta portato a termine. Lo consiglio vivamente ma, se volete cimentarvi nell'impresa, assicuratevi di avere parecchio tempo a disposizione e pazientate nei punti più lenti, ne varrà sicuramente la pena!

    Is this helpful?

    la_calabrisella_nordica said on Feb 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il libro comprende tutti i 5 libri della saga, quindi ho deciso di commentarli separatamente man mano che finisco di leggerli.

    1.Il Mago di Earthsea ✰✰✰

    Inizia molto lentamente la saga di Earthsea. Nell'incipit capiamo che il protagonista è ...(continue)

    Il libro comprende tutti i 5 libri della saga, quindi ho deciso di commentarli separatamente man mano che finisco di leggerli.

    1.Il Mago di Earthsea ✰✰✰

    Inizia molto lentamente la saga di Earthsea. Nell'incipit capiamo che il protagonista è ora un grande e potente mago, ma immediatamente torniamo ai primi anni della sua vita, quando ancora bambino scopre per la prima volta la meraviglia della magia.
    Mi ha colto impreparata lo stile con cui è scritto, molto molto meno semplice di un comune fantasy e realmente più simile ad un romanzo epico, una scrittura ricercata e un linguaggio alto ed evocativo, non proprio scorrevole e veloce ma certamente suggestivo. Nel primo libro vediamo come Sparviero si guadagna il bastone di mago, ma a causa di un grave errore di gioventù è costretto a rincorrere un'ombra che lo tormenta ovunqe vada, e solo una volta sconfitta potrà esercitare i suoi poteri in libertà e andare dove vuole. E così si conclude il primo libro, alla fine di una lunga ed estenuante corsa da un capo all'altro del mondo, l'ombra è finalmente sconfitta. Perciò bisogna armarsi di santa pazienza, ora, perché la storia è appena cominciata.

    2.Le tombe di Atuan ✰✰✰✰

    Lasciamo Sparviero per conoscere un altro personaggio. La protagonista di questo secondo libro è una sacerdotessa, istruita da bambina a una religione chiusa e limitata, che a un certo punto si rende conto essere l'unica a crederci veramente e ciecamente, mentre coloro che la circondano seguono il dio potere o non seguono nessun dio, ma semplicemente sono stati costretti a quella vita e sognano di poterla cambiare. Segue una prevedibile e gustificata crisi di coscienza dopo l'incontro con (finalmente) Sparviero, verso la fine del volume, che la aiuta ad andare avanti nonostante tutto, ad aprire definitivamente gli occhi e a non farsi prendere dal panico.
    Questo secondo libro inizia ancora più lentamente del primo, tanto che c'ho messo il doppio del tempo a leggerlo, ma una volta entrata nella storia mi sono resa conto che era più interessante, e gli ultimi capitoli li ho letti tutti d'un fiato. Anche se piccola, mi è piaciuta molto la parte di Sparviero in questa vicenda e forse, in fondo in fondo, è possibile che ci abbia visto un qualcosa di tenero tra i due. Forse perché il mio lato romantico ogni tanto salta fuori anche quando non interpellato, o forse perché non mi è chiaro quanti anni abbiano i personaggi. Staremo a vedere.

    La spiaggia più lontana ✰✰½

    Avrei voluto dare 2 stelline a questo libro, ma poi il picco che c'è verso la fine mi ha fatto cambiare idea.
    Il problema di questa saga è che è veramente troppo noiosa. La storia è bella e la scrittura è buona, ma manca di entusiasmo e di vivacità. Non mi prende e non mi coinvolge, e mi ritrovo sempre lì in attesa di un colpo di scena, di un momento topico, di una svolta che mi farà entrare finalmente e completamente nella storia da 450 pagine, ormai, e ancora niente. Perciò sono veramente molto indecisa se abbandonare o andare avanti. Per il momento metto in pausa, poi si vedrà.

    Is this helpful?

    Samo 萨莫 said on Jan 8, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Un classico capolavoro del fantasy al femminile

    Bisogna ricordarsi sempre di Ursula K. Le Guin, perchè rimane una delle più grandi scrittrici del fantastico, fantascienza, horror o fantasy che sia, e questo libro ne sancì la consacrazione definitiva in ambito fantasy a suo tempo, con anche l'anime ...(continue)

    Bisogna ricordarsi sempre di Ursula K. Le Guin, perchè rimane una delle più grandi scrittrici del fantastico, fantascienza, horror o fantasy che sia, e questo libro ne sancì la consacrazione definitiva in ambito fantasy a suo tempo, con anche l'anime giapponese dei Racconti di Terramare.
    Sono cinque romanzi, ne manca uno ancora del tutto inedito, è uno dei pochi esempi di fantasy che va assolutamente letta, per la sua originalità e la sua non scadenza nel banale come succede oggi con montagne di spazzatura di questo genere.

    Is this helpful?

    DeadChannel said on Dec 22, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (1459)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 832 Pages
  • ISBN-10: 884291522X
  • ISBN-13: 9788842915225
  • Publisher: Nord
  • Publish date: 2007-01-01
Improve_data of this book