Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La libertà come stile di vita

Di

Editore: Rizzoli

3.9
(49)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 318 | Formato: Altri

Isbn-10: 8817016004 | Isbn-13: 9788817016001 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: I. Katerinov

Genere: Non-fiction , Philosophy , Social Science

Ti piace La libertà come stile di vita?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Dopo aver tessuto l'elogio dell'ozio nel suo precedente libro ("L'ozio comestile di vita"), Tom Hodgkinson prosegue la sua ironica battagliaper una vita più piena e felice. Questa volta l'obiettivo è superare ciò chelimita o annulla la libertà: le esigenze del lavoro, la necessità diprocurarsi il denaro per soddisfare i propri bisogni, i vincoli da rispettare.Affrontando e smontando i nemici della libertà - dall'ansia alla burocrazia,dalla moda ai lavori domestici - e seguendo gli insegnamenti dei più grandipersonaggi della storia (da Aristotele a san Francesco, da Oscar Wilde aGeorge Orwell, passando per la filosofia degli hippie e dei punk), questolibro diventa una fonte di ispirazione per una vita diversa.
Ordina per
  • 5

    Non delude il seguito de "l'ozio come stile di vita".
    L'autore questa volta, sempre citando degli scritti tratti dalla storia dei secoli passati, ci fa capire come oggi siamo diventati schiavi, dipendenti dal Sistema e molto più poveri dei nostri antenati, al contrario di quello che i luogh ...continua

    Non delude il seguito de "l'ozio come stile di vita".
    L'autore questa volta, sempre citando degli scritti tratti dalla storia dei secoli passati, ci fa capire come oggi siamo diventati schiavi, dipendenti dal Sistema e molto più poveri dei nostri antenati, al contrario di quello che i luoghi comuni ci fanno credere. Ci mostra poi, capitolo per capitolo, come nel suo piccolo lui è riuscito a limitare al minimo questa schiavitù.

    ha scritto il 

  • 0

    Avete le scatole piene di tante paranoie borghesi con cui parenti e conoscenti vi affliggono? Non sopportate più i genitori degli amici dei vostri figli in perenne competizione sulle prestazioni dei pargoli o sull'ordine della casa? Non sopportate più i colleghi in perenne competizione su chi sfo ...continua

    Avete le scatole piene di tante paranoie borghesi con cui parenti e conoscenti vi affliggono? Non sopportate più i genitori degli amici dei vostri figli in perenne competizione sulle prestazioni dei pargoli o sull'ordine della casa? Non sopportate più i colleghi in perenne competizione su chi sfoggia più status symbol? Vi sentite un po' morire all'idea di dover fare la spesa all'ipermercato? Non avete più voglia di lavorare? Leggete questo libro. A sentir lui c'è il modo di dare un calcio a tutte queste inutili zavorre; c'è modo di lavorare meno, guadagnare meno e vivere molto più liberi e felici. Secondo me è "tanto" da prendere tutto insieme ma innegabilmente ci sono molte idee interessanti e consolanti (perchè non sono la sola a essermi trovata a pensare e provare le stesse cose, vedi il capitolo sui supermercati, sulle buone maniere, sulla pulizia della casa..). Il signor Hodgkinson mantiene il suo ruolo di potenziale guru, reso ancora più saldo dal fare nel libro numerosi accenni alla Permacultura; non mi spiego però del tutto la sua fascinazione per il Medioevo. Forse non sono ancora abbastanza libera, ma preferisco esser nata in quest'epoca che mille anni fa..

    ha scritto il 

  • 4

    Meno dirompente de "L'ozio come stile di vita", ma forse solo per il fatto che, conoscendo già lo stile e le idee dell'autore, quel saliscendi fra genio e follia sconcerta un po' meno. Resta comunque una lettura interessante, divertente, appassionante, non posso certo dire di essere d'accordo su ...continua

    Meno dirompente de "L'ozio come stile di vita", ma forse solo per il fatto che, conoscendo già lo stile e le idee dell'autore, quel saliscendi fra genio e follia sconcerta un po' meno. Resta comunque una lettura interessante, divertente, appassionante, non posso certo dire di essere d'accordo su tutto quello che Hodgkinson pensa, ma di spunti validi adattabili alla propria vita e su cui riflettere ce ne sono a iosa, e lo stile è così deliziosamente irriverente che potrei leggerne mille pagine.

    ha scritto il 

  • 3

    "la decrescita come stile di vita"

    Che fatica! Annunciatomi dall'amica come la risposta alle mie esigenze di avere una vita più libera, meno soffocante... l'ho cercato disperatamente, trovato dopo tre mesi di ricerche... e... una totale delusione. Perchè io intendevo libertà vera, quella della mente, entre qui assistiamo ad una de ...continua

    Che fatica! Annunciatomi dall'amica come la risposta alle mie esigenze di avere una vita più libera, meno soffocante... l'ho cercato disperatamente, trovato dopo tre mesi di ricerche... e... una totale delusione. Perchè io intendevo libertà vera, quella della mente, entre qui assistiamo ad una decrescita serena (che vive l'autore), come dire: "accontentati del poco e sarai felice". Incursioni in un medioevo che non conoscevo (simpatiche, ma rifiuto di pensarlo come ad una età dell'oro), continui riferimenti troppo inglesi, o addirittura legati alla sua contea, costringono il lettore ad esercizi mentali per giungere ad un dunque che non arriva. Visto che vivo già senza orologio e senza centri commerciali .. ne consiglio la lettura solo a quanti effettivamente sono triturati dal malessere della "civiltà del supermercato". Per quelli che ricercano la vera libertà di pensiero invece... cosa dite, creiamo un nuovo gruppo su Anobii?

    ha scritto il 

  • 0

    Vai in bicicletta


    Dai un calcio alla carriera


    Sii Bohèmien


    Butta via la Tv


    Smetti di votare


    Non sottomertterti più alle macchine: usa le mani


    Liberati dal mutuo e diventa un allegro vagabondo


    Rifiuta lo spreco e scegli la frugalità


    Smetti di ...continua

    Vai in bicicletta

    Dai un calcio alla carriera

    Sii Bohèmien

    Butta via la Tv

    Smetti di votare

    Non sottomertterti più alle macchine: usa le mani

    Liberati dal mutuo e diventa un allegro vagabondo

    Rifiuta lo spreco e scegli la frugalità

    Smetti di lavorare: inizia a vivere

    Sii libero!

    ha scritto il 

  • 0

    Non sono riuscita ad assegnare le stellette a questo libro. Mi è piaciuto e lo ho trovato a tratti illuminante. Un'analisi della nostra schiavitù nei confronti del lavoro, del denaro e delle mille gabbie della nostra società per cui tutto è identificato, riduttivamente, nel lavoro. L'autore fa an ...continua

    Non sono riuscita ad assegnare le stellette a questo libro. Mi è piaciuto e lo ho trovato a tratti illuminante. Un'analisi della nostra schiavitù nei confronti del lavoro, del denaro e delle mille gabbie della nostra società per cui tutto è identificato, riduttivamente, nel lavoro. L'autore fa analisi storiche forse discutibili, ma azzeccate, e si ingegna in mille consigli pratici per sfuggure alla morsa del dio denaro e del consumismo. Diciamo che verso la fine arriva a fare affermazioni quanto meno esagerate su come possa essere felice la vita di chi non lavora. Non so, a volte mi ha lasciata perplessa per certe derive estremistiche. Comunque interessante e pieno di spunti utili in cui mi sono riconosciuta.

    ha scritto il