La linea sottile - Vol. 1

Di

Editore: CreateSpace Independent Publishing Platform (La linea sottile)

3.5
(17)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 224 | Formato: Paperback

Isbn-10: 1500452327 | Isbn-13: 9781500452322 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fantascienza & Fantasy

Ti piace La linea sottile - Vol. 1?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando Beth torna dal college per l’estate nella piccola cittadina di Queen’s Creek, in Arizona, non sa che la sua vita sta cambiare. Senza rendersi conto di come o perché, si ritrova a passare attraverso uno specchio e finisce in un mondo apparentemente simile al suo, ma non del tutto identico. Nella realtà al di là dello specchio, infatti, la madre di Beth, morta suicida anni prima, è viva e vegeta e le appare davanti canticchiando mentre si appresta a fare il bucato. Anche suo fratello maggiore, Joe, scomparso da mesi, si aggira per casa in tutta tranquillità e la sua sorellina più piccola, Amy, da tempo ricoverata in una clinica psichiatrica, sembra stare alla grande. Beth scopre che qualsiasi specchio diventa una porta, sotto le dita di chi, come lei, possiede il Dono. E che attraverso quella porta si può avere accesso a infinite possibilità. Infiniti mondi alternativi. Assieme al suo amico immaginario, Peter, e alla sua migliore amica, Charlie, Beth scoprirà la verità sulla sua famiglia e verrà coinvolta in un qualcosa che si rivelerà essere più grande di lei. Qualcosa che potrebbe mandare in frantumi la sua vita. Riuscirà a vegliare su coloro che ama e, allo stesso tempo, a fare la cosa giusta prima che sia troppo tardi?
Ordina per
  • 3

    poteva essere migliore

    La scrittura di questa autrice è molto semplice e lineare, di lettura veloce forse anche un po' troppo. Non mi sono immedesimata tanto nella protagonista che per qualche oscura ragione non mi è piaciu ...continua

    La scrittura di questa autrice è molto semplice e lineare, di lettura veloce forse anche un po' troppo. Non mi sono immedesimata tanto nella protagonista che per qualche oscura ragione non mi è piaciuta in modo particolare. mi sono affezionata di più a Charlie, la sua migliore amica, ecco che troviamo un bel personaggio e ben caratterizzato. Una trama abbastanza interessante anche se già vista, la grossa pecca di questo romanzo è che risulta poco coinvolgente e io credo il problema stia proprio nello stile di scrittura della Aronica che dovrebbe ampliare un po' la narrazione con descrizioni più evocative e migliorare l'ambientazione che pare inesistente.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    3 stelle e 1/2

    La storia mi è piaciuta, è originalissima, ha molto potenziale e non vedo l’ora che esca il secondo volume, perché questo finisce sul più bello! Sono davvero curiosa, vorrei poter averlo subito tra le ...continua

    La storia mi è piaciuta, è originalissima, ha molto potenziale e non vedo l’ora che esca il secondo volume, perché questo finisce sul più bello! Sono davvero curiosa, vorrei poter averlo subito tra le mani per scoprire tutto quanto e per vedere come andrà a finire con i due Peter. Mi è dispiaciuto molto per Charlie! Era proprio necessario?? :( Comunque la trama scorre avanti velocissima (forse anche troppo in alcuni punti) e nonostante un paio di cose non mi abbiano proprio convinta al 100% non mi sono affatto pentita dell'acquisto, è un libro che consiglierei sicuramente!! Ottimo esordio :)

    ha scritto il 

  • 4

    Recensione completa qui: http://abookislife.blogspot.it/2015/02/recensione-12-la-linea-sottile-di.html

    Questo libro mi è piaciuto molto :) Mischia una trama affascinante, narrata in modo semplice e s ...continua

    Recensione completa qui: http://abookislife.blogspot.it/2015/02/recensione-12-la-linea-sottile-di.html

    Questo libro mi è piaciuto molto :) Mischia una trama affascinante, narrata in modo semplice e scorrevole a personaggi davvero ben fatti, che hanno instaurato dei legami talmente ben descritti da sembrare reali :)

    ha scritto il 

  • 2

    Questo è uno dei pochissimi autopubblicati che sono riuscita a leggere fino in fondo, perciò per prima cosa ringrazio l'autrice per la cura ed il meticoloso lavoro di impaginazione (non perfetta, ma m ...continua

    Questo è uno dei pochissimi autopubblicati che sono riuscita a leggere fino in fondo, perciò per prima cosa ringrazio l'autrice per la cura ed il meticoloso lavoro di impaginazione (non perfetta, ma migliore degli altri).
    Devo dire che un po' ci sono rimasta male, nel vedere tante recensioni positive. Non perché il romanzo faccia schifo, ma perché credo che Denise Aronica potrebbe crescere, e molto. Sa scrivere, ha saputo trovare un'idea originale e interessante. Tuttavia, il mio coinvolgimento nella storia è stato turbato da un paio di cose.
    Prima cosa: i nomi. Mi rendo conto che si tratta dell'ambientazione, ma... perché? Ho da poco letto un manuale di scrittura in cui un editor disperato consigliava di non insistere con l'inglese a tutti i costi, e devo dire che 'sti nomi li ritrovo spesso. Solo... perché? Era necessario? Mi hanno fatto subito storcere il naso.
    Seconda cosa: poca introspezione. No, non voglio dire che l'autrice avrebbe dovuto riempire pagine e pagine spiegando cosa pensano i personaggi e, al contrario, ho apprezzato parecchio che la storia non sia un'autobiografia ma abbia una trama ben precisa. Però... io questi personaggi non li ho sentiti molto. Non mi sono rimasti dentro, non sono rimasta con il fiato sospeso per loro. Non hanno niente di particolare. Peccato.
    Terza cosa: qualche punto un po' ridicolo. Fingersi agenti dell'FBI? La conclusione mi è parsa un po' troppo... mah, boh... eccessiva, in certi punti. Non starò a criticare ogni piccola cosa, ma... consiglierei di rileggere ponendosi da un punto di vista molto, molto esterno. Supernatural può essere bello (non lo conosco), ma è meglio scrivere con tanta pudicizia del ridicolo. Secondo me, eh.

    Spero che questa recensione non venga accolta come un'offesa. Si scrive per migliorare, e qui il nucleo pulsante che aspetta di venir fuori c'è. Facciamolo uscire.
    Grazie per aver lavorato a questo romanzo, Denise. Leggerlo mi ha fatto piacere e ha aiutato anche me a crescere un po'.

    Aggiungo che non sono affatto contro l'autopubblicazione, e sto cercando il capolavoro. Datemelo, santo cielo, datemelo.

    ha scritto il 

  • 3

    La linea sottile

    Un bel primo libro, scritto molto bene, senza errori, e che scorre molto velocemente. La storia è originale, mi è piaciuta molto, si la questione dei viaggi attraverso lo specchio, che quella degli es ...continua

    Un bel primo libro, scritto molto bene, senza errori, e che scorre molto velocemente. La storia è originale, mi è piaciuta molto, si la questione dei viaggi attraverso lo specchio, che quella degli estrattori e del consiglio, sicuramente il prossimo mi riempirà le lacune e i dubbi. Non ho apprezzato molto i personaggi, cioè non sono entrata in sintonia con loro. Ho trovato Beth troppo lagnosa e gli altri protagonisti un po' troppo perfettini, non so se sono riuscita a spiegarmi. Comunque non vedo l'ora di continuare la storia, speriamo esca presto il proseguo

    ha scritto il 

  • 4

    "In ogni universo parallelo le cose sono differenti, le persone lo sono. Si tratta di una linea sottile."

    Mi capita spesso quando leggo un libro che mi piace di finire a raccontarlo a mia madre.
    "Sai mamma, sto leggendo un libro davvero bello, parla di questi bambini speciali..."
    "Mamma, sto leggendo un l ...continua

    Mi capita spesso quando leggo un libro che mi piace di finire a raccontarlo a mia madre.
    "Sai mamma, sto leggendo un libro davvero bello, parla di questi bambini speciali..."
    "Mamma, sto leggendo un libro bellissimo, parla di due ragazzi di nome Dante e Aristotele..."
    "Mà, ti devo raccontare di questo libro particolarissimo con protagonista una ricca famiglia che passa le estati in un'isola privata..."

    Beh, ieri a cena non sono riuscita a trattenermi.
    "Mamma, sto leggendo il libro di Deni. Parla di fantasmi."
    "Uuuh, come Ghost Whisperer?"
    "Mh...non proprio. Parla anche di universi paralleli, realtà alternative che la protagonista può raggiungere."
    "Sembra interessante."

    E lo è.
    La Linea Sottile di Denise Aronica è molto interessante.
    E' un susseguirsi rapido di eventi e rivelazioni.
    Una protagonista da un passato tragico e da un presente tutt'altro che roseo.
    Un dono che viene tramandato da generazioni.
    Un tenerissimo amico immaginario.
    Una storia d'amore tristemente impossibile.
    Un cliffhanger degno di un finale di stagione da serie televisiva.

    E' un primo volume abbastanza breve, che non sazia tutte le curiosità e le domande del lettore.
    Ma affascina.
    Chi di noi non vorrebbe attraversare uno specchio e curiosare in un universo parallelo? Chi vi troveremmo? Saremmo sempre noi? O come dice il nonno di Beth, troveremmo persone diverse, perché diverse sono le scelte che nei vari universi facciamo?
    E come non parlare delle figure un po' macabre e suggestive ma allo stesso tempo intriganti degli Estrattori. Individui che vagano nelle varie dimensioni perché incaricate di rubare l'anima di un alterego in una realtà per riportare in vita quello di un'altra.

    La Linea Sottile ha molto potenziale.
    Sono convinta che Denise saprà sfruttarlo al meglio.
    Aspetto il secondo volume. E aspetto Peter <3

    ha scritto il