La luce sugli oceani

Di

Editore: Garzanti (Narratori Moderni)

4.0
(853)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 366 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8811670624 | Isbn-13: 9788811670629 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Alba Mantovani

Disponibile anche come: Altri

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura

Ti piace La luce sugli oceani?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Isabel ama la luce del faro tra gli oceani, che rischiara le notti. E adora le mattine radiose, con l'alba che spunta prima lì che altrove, quasi quel faro fosse il centro del mondo. Per questo ogni giorno scende verso la scogliera e si concede un momento per perdersi con lo sguardo tra il blu, nel punto in cui i due oceani, quello australe e quello indiano, si stendono come un tappeto senza confini. Lì, sull'isola remota e aspra abitata solo da lei e suo marito Tom, il guardiano del faro, Isabel non ha mai avuto paura. Si è abituata ai lunghi silenzi e al rumore assordante del mare. Ma questa mattina un grido sottile come un volo di gabbiani rompe d'improvviso la quiete dell'alba. Quel grido, destinato a cambiare per sempre la loro vita, è il tenue vagito di una bambina, ritrovata a bordo di una barca naufragata sugli scogli, insieme al cadavere di uno sconosciuto. Per Isabel la bambina senza nome è il regalo più grande che l'oceano le abbia mai fatto. È la figlia che ha sempre voluto. E sarà sua. Nessuno lo verrà a sapere, basterà solo infrangere una piccola regola. Basterà che Tom non segnali il naufragio alle autorità, così nessuno verrà mai a cercarla. Decidono di chiamarla Lucy. Ben presto quella creatura vivace e sempre bisognosa d'attenzione diventa la luce della loro vita. Ma ogni luce crea delle ombre. E quell'ombra nasconde un segreto pesante come un macigno, più indomabile di qualunque corrente e tempesta Tom abbia mai dovuto illuminare con la luce del suo faro.
Ordina per
  • 4

    Un bel libro finalmente

    ...Quasi come un classico. Scorrevole e mai noioso. Tema molto interessante. Assolutamente da leggere, anche se secondo me più gradito e adatto a un pubblico femminile.

    ha scritto il 

  • 5

    È stata una lettura davvero emozionante, che ti lascia qualcosa nel cuore. Mentre leggi quelle pagine ti sembra di essere lì con Isabel e Tom, di vivere prime le gioie e poi i dolori che la vita gli r ...continua

    È stata una lettura davvero emozionante, che ti lascia qualcosa nel cuore. Mentre leggi quelle pagine ti sembra di essere lì con Isabel e Tom, di vivere prime le gioie e poi i dolori che la vita gli riserva..
    Lettura caldamente consigliata

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Libro ben scritto e molto scorrevole, con la giusta dose di suspence, soprattutto verso la fine che, fortunatamente, non è scontata...
    Globalmente una buona lettura che invita a meditare su quanto sia ...continua

    Libro ben scritto e molto scorrevole, con la giusta dose di suspence, soprattutto verso la fine che, fortunatamente, non è scontata...
    Globalmente una buona lettura che invita a meditare su quanto sia legittimo che "in amore ed in guerra è tutto lecito".

    ha scritto il 

  • 5

    UNO DEI LIBRI PIU' BELLI CHE ABBIA MAI LETTO

    è stato impossibile, per me, non immedesimarmi sia in Isabel che in Hanna e nel loro dolore. Il tema è sicuramente molto delicato, ma trattato con grande sensibilità e realismo.

    ha scritto il 

  • 4

    Storia ben ambientata e ben raccontata: ottime premesse per rendere un romanzo godibile e non facile da dimenticare e così è stato per me. È una storia di vita, la vita di una coppia su un'isola al la ...continua

    Storia ben ambientata e ben raccontata: ottime premesse per rendere un romanzo godibile e non facile da dimenticare e così è stato per me. È una storia di vita, la vita di una coppia su un'isola al largo della costa australiana a partire dagli anni venti del '900 e del destino di una bambina. Nella narrazione si possono individuare due parti ben distinte: la prima più descrittiva e piana, volta all'ambiente, alla quotidianità e alla riflessione; la seconda più di sostanza, straziante e conflittuale. Forte può essere la tentazione di schierarsi , ma come l'autrice evita giudizi morali, limitandosi al racconto dei fatti, spero che il regista del film appena uscito abbia rispettato questa scelta.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Va assaporato pian piano, con lentezza e dolcezza.

    La luce sugli oceani è un romanzo che non mi ha conquistata subito dalle prime pagine, come mi è capitato con altri mille libri. Proprio come le onde del mare... o dell'oceano, La Luce sugli oceani è ...continua

    La luce sugli oceani è un romanzo che non mi ha conquistata subito dalle prime pagine, come mi è capitato con altri mille libri. Proprio come le onde del mare... o dell'oceano, La Luce sugli oceani è un romanzo che va assaporato pian piano, con lentezza e dolcezza.

    È una storia basata su ciò che è giusto e su ciò che è sbagliato e sui mille, diversi modi in cui giusto e sbagliato vengono percepiti. A volte, dal mio punto di vista in questa lettura, ciò che è sbagliato prevale su ciò che è giusto.

    Nella storia, il filo conduttore è l'eterna ed atavica diatriba sulla mamma naturale e sulla mamma biologica ed il lettore si ritroverà a combattere con sé stesso, sentendosi a volte in colpa, nel parteggiare per l'uno o per l'altro punto di vista. Inoltre, mentre la storia si dispiega, si è portati a porsi mille domande di carattere etico e morale, in una specie di camminata sul filo sottile che divide il giusto dall'ingiusto.

    La luce sugli oceani è un romanzo che parla di maternità negata, agognata e strappata ed è un romanzo che indirettamente tocca il tasto dolente delle adozioni. Una storia forte che mi ha fatto riflettere.

    Leggendo il libro La luce sugli oceani, l'isola di Janus è diventata la mia isola, perché descritta nei minimi particolari ed anche grazie all'aiuto dei nomi che Isabel dava ad ogni luogo, mi vedevo lì, semplicemente a contemplare il mare. Mi vedevo ad ammirare ogni alba e ogni tramonto e sentivo persino il rumore ed il profumo del mare.

    Tom è il guardiano del faro dell'isola di Janus, un uomo dal passato oscuro e da un'infanzia burrascosa, reduce di guerra, che ha visto e vissuto sulla sua pelle tanti orrori, che ha dovuto anche uccidere per sopravvivere e che quindi conosce bene la sofferenza.

    Isabel è la sua amorevole moglie che si innamora follemente di lui tanto da lasciare la sua città e partire per un'isola deserta, in cui i soli abitanti sono lei e Tom.

    Il tempo sull'isola è scandito dal faro, curato come un figlio da Tom, e dal battello che arriva sull'isola ogni sei mesi, per portare viveri e beni di prima necessità.

    Un giorno, la vita di Tom e di Isabel viene stravolta dal ritrovamento di una barchetta naufragata sull'isola. A bordo c'è il cadavere di un uomo e una neonata; unici indizi: un maglione da donna ed un sonaglino in argento, che poi diventerà cruciale nel dispiegarsi della storia.

    Isabel decide di accudire la bambina e convince Tom, riluttante, restio ed assalito da mille dubbi, ad aiutarla. Isabel è sempre più convinta che la neonata sia un dono del cielo, visti i suoi due precedenti aborti ed un figlio nato morto. La loro decisione porterà ad un allontanamento della coppia, con un Tom sempre più indeciso e pieno di sensi di colpa ed una Isabel sempre più fermamente convinta che la decisione presa sia quella giusta.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per