La luna fredda

Di

Editore: Mondolibri

3.9
(1821)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 465 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Tedesco , Ceco , Olandese , Giapponese , Francese , Polacco , Spagnolo

Isbn-10: A000011663 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico , Paperback , eBook

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace La luna fredda?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    La coppia Rhyme e Sachs ancora una volta non delude. Il perfetto meccanismo...ad orologeria messo in piedi da Deaver non presenta una sbavatura, favorendo una lettura veloce e ricca di colpi di scena ...continua

    La coppia Rhyme e Sachs ancora una volta non delude. Il perfetto meccanismo...ad orologeria messo in piedi da Deaver non presenta una sbavatura, favorendo una lettura veloce e ricca di colpi di scena soprattutto nella fase finale. Il personaggio dell'orologiaio è ben descritto e tutto fa presagire che la sua storia non termini con l'ultima pagina del libro...

    ha scritto il 

  • 5

    Che dire... Io amo i libri con i colpi di scena e "La luna fredda" di Jeffery Deaver ne è pregno. Non conosco ancora bene questo autore, ma mi pare di aver capito che questa sia una caratteristica anc ...continua

    Che dire... Io amo i libri con i colpi di scena e "La luna fredda" di Jeffery Deaver ne è pregno. Non conosco ancora bene questo autore, ma mi pare di aver capito che questa sia una caratteristica anche degli altri suoi romanzi, che non vedo l'ora di leggere.
    Ho adorato tutti i personaggi, in particolar modo Rhyme e Kathryn Dance. Avrei sperato in un finale meno aperto, ma nel complesso: 5 stelle!

    ha scritto il 

  • 3

    Sono i colpi di scena a dare corpo a questo romanzo, a dare un senso a oltre metà della lettura che altrimenti risulterebbe piuttosto deludente. Nel complesso mi è piaciuto, ma resta molto lontano dai ...continua

    Sono i colpi di scena a dare corpo a questo romanzo, a dare un senso a oltre metà della lettura che altrimenti risulterebbe piuttosto deludente. Nel complesso mi è piaciuto, ma resta molto lontano dai migliori dellla serie.

    ha scritto il 

  • 4

    La settima avventura di Lincoln, Amelia e company

    Come al solito mi trovo a tessere le lodi dei libri di questa saga. Avventura molto bella, ben scritta (come al solito), ricca di avvenimenti, di intrecci, di colpi di scena. Deaver ha la capacità di ...continua

    Come al solito mi trovo a tessere le lodi dei libri di questa saga. Avventura molto bella, ben scritta (come al solito), ricca di avvenimenti, di intrecci, di colpi di scena. Deaver ha la capacità di tessere delle trame complesse senza che queste risultino pesanti, al contrario scorrono e si seguono benissimo. L'evoluzione dei personaggi prosegue, ormai mi pare di conoscerli da anni. E' una saga che mi ha davvero coinvolta!

    ha scritto il 

  • 5

    Errore irrimediabile...

    ...l'aver letto prima "Il filo che brucia", in cui l'Orologiaio riappare in tutta la sua pericolosità. Non si dovrebbe mai fare, soprattutto nei thriller, perché alcune ipotesi vengono immediatamente ...continua

    ...l'aver letto prima "Il filo che brucia", in cui l'Orologiaio riappare in tutta la sua pericolosità. Non si dovrebbe mai fare, soprattutto nei thriller, perché alcune ipotesi vengono immediatamente a cadere quando si sa che il criminale riapparirà (e come riapparirà). Dico questo perché è ovvio che, nella lettura del thriller, ciascuno di noi prova a vestire i panni dell'investigatore (o a sedersi sulla Storm Arrow, nel caso di Lincoln Rhyme).
    Tolta (in parte) la suspence per la conclusione, tutto il resto è assolutamente coinvolgente, con il frenetico mutamento delle carte in tavola, che qui è spinto al massimo, rispetto ai romanzi precedenti. La squadra di Rhyme è al gran completo, inclusa la Dance in visita (e poi reclutata come esperta di cinesica) dalla California, dove Deaver ambienta le storie che la vedono protagonista autonoma. Sachs e Sellitto in grande spolvero, Cooper e Pulasky preziosi e intuitivi, poca autocommiserazione da parte del detective (che a volte risulta pesante alla lettura). Sull'altro fronte, Orologiaio a parte, un mix di creduloneria e perfidia da non perdere.
    Capolavoro del genere e riuscitissima avventura, da applausi.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Settimo libro della saga di Lincoln e Amelia che leggo, naturalmente in ordine. Non il migliore ma cmq bello. Sapevo che qui sarebbe apparsa per la prima volta Kathryn Dance e aspettavo di conoscere i ...continua

    Settimo libro della saga di Lincoln e Amelia che leggo, naturalmente in ordine. Non il migliore ma cmq bello. Sapevo che qui sarebbe apparsa per la prima volta Kathryn Dance e aspettavo di conoscere il personaggio per iniziare la sua saga. Non mi ha deluso :) in effetti in questo romanzo è un po' meno presente Lincoln e le varie analisi scientifiche, ma ci sta per una volta. Pollice in su per il personaggio di Pulaski già apprezzato nel romanzo precedente.

    Ho apprezzato che alla fine L'orologiaio se la sia cavata. Per una volta un avversario degno che rende più realistico il tutto, dove non sempre il colpevole viene catturato.

    ha scritto il 

  • 4

    Un consiglio: se fossi in lei, darei valore a ognuno di quei secondi. L'Orologiaio

    Settimo capitolo o settima indagine del Duo Rhyme & Sachs. Questa volta avranno a che fare con un criminale molto particolare, intelligente e preciso come un cronografo che si fa chiamare L'Orologiai ...continua

    Settimo capitolo o settima indagine del Duo Rhyme & Sachs. Questa volta avranno a che fare con un criminale molto particolare, intelligente e preciso come un cronografo che si fa chiamare L'Orologiaio. In supporto ci sarà anche l'agente del CBI , Dance (protagonista di altri libri di Deaver come la bambola che dorme, la strada delle croci , etc).
    Come sempre Deaver si porta a spasso x gran parte del libro costringendoci a sforzarci di capire chi sia il colpevole e perchè..ma per chi ha imparato a conoscerlo sa che mai farsi ingannare, il finale è sempre una sorpresa!
    Non il migliore dei 7(letti fin ora) ma bello !

    ha scritto il 

Ordina per