La lunga strada verso casa

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.5
(207)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 412 | Formato: Altri

Isbn-10: 8882742830 | Isbn-13: 9788882742836 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. M. Griffini

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Rosa

Ti piace La lunga strada verso casa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Nonostante l'infanzia dorata, Gabriella Harrison è sempre stata infelice:l'indifferenza, se non addirittura le angherie dei genitori, l'hannoindelebilmente segnata. Suo unico sfogo, la passione per la scrittura, suosolo rifugio, un convento di New York, dove ha imparato cosa significa amareed essere amati. Ora, rientrata nel mondo, Gabriella deve percorrere ancorauna lunga strada, ma la sua voglia di tornare a sorridere prevarrà su tutto.
Ordina per
  • 2

    Ricordavo di aver letto qualcos'altro di questa Autrice, che non mi era dispiaciuta, ma non ricordavo precisamente che impressione mi avesse fatto.
    Questo romanzo non mi ha esageratamente appassionata ...continua

    Ricordavo di aver letto qualcos'altro di questa Autrice, che non mi era dispiaciuta, ma non ricordavo precisamente che impressione mi avesse fatto.
    Questo romanzo non mi ha esageratamente appassionata. Abbastanza piacevole la trama, anche se un po' scontata, come la maggior parte dei romanzi d'amore. Anche se questo, proprio d'amore non si può definire, data la quantità d'innumerevoli violenze alle quali viene sottoposta la protagonista. Non è male anche la descrizione di personaggi, situazioni ed ambienti. Quello che mi ha veramente disturbata sono le ripetizioni. Spesso, troppo spesso, il medesimo concetto viene ripetuto più volte non sempre usando parole diverse o messe in un diverso ordine! Questo mi ha dato l'impressione di una volontà di rimpolpare il romanzo, che non credo ne avesse bisogno. Questo me ne ha reso un po' pesante la lettura, ma nel complesso ho trovato abbastanza buono questo libro.

    ha scritto il 

  • 4

    Gabbie cerca riscatto per un'infanzia tolta da genitori inesistenti o meglio esistenti solo tramite il dolore da infliggere a lei...Gabbie è forte nonostante gli abbandoni...Gabbie è forte per ritrova ...continua

    Gabbie cerca riscatto per un'infanzia tolta da genitori inesistenti o meglio esistenti solo tramite il dolore da infliggere a lei...Gabbie è forte nonostante gli abbandoni...Gabbie è forte per ritrovare la strada verso casa.

    Mi ha commossa la carica di sentimenti verso le persone considerate sue colonne...ho pianto per i legami forti che non potevano esser più vissuti.

    ha scritto il 

  • 2

    Tutte, ma proprio tutte, a Gabriella!

    All'inizio questo romanzo si presenta come una denuncia dei maltrattamenti minorili, per poi trasformarsi in una sorta di "uccelli di rovo" dai risvolti drammatici, passando poi per un amore maledetto ...continua

    All'inizio questo romanzo si presenta come una denuncia dei maltrattamenti minorili, per poi trasformarsi in una sorta di "uccelli di rovo" dai risvolti drammatici, passando poi per un amore maledetto e criminale, affrontando quindi il percorso di accettazione, perdono e redenzione dal passato che conduce a "casa".
    Leggerò qualcos'altro della Steel ma questo non mi ha proprio convinta.

    ha scritto il 

  • 3

    Primo libro della Steel che io abbia letto a cui mi senta di dare la sufficienza, e credevo che questo giorno non sarebbe mai venuto!
    Diversamente che in altre occasioni, qui la Steel riesce a sfrutta ...continua

    Primo libro della Steel che io abbia letto a cui mi senta di dare la sufficienza, e credevo che questo giorno non sarebbe mai venuto!
    Diversamente che in altre occasioni, qui la Steel riesce a sfruttare abbastanza bene la buona idea alla base della trama, perdendosi un po' nella seconda parte, ma tutto sommato senza lasciarsela sfuggire tra le mani come invece fa in Immagine allo specchio o Dolceamaro, solo per citarne un paio.

    Aggiungo solo che, benché solitamente detesti quando in traduzione il titolo di un libro viene modificato rispetto all'originale (tranne nei casi in cui si tratti di qualcosa di intraducibile), stavolta il titolo è sinceramente orrendo, una delle poche volte in cui mantenersi fedeli all' originale (The Long Road Home) non è stata una buona idea.

    ha scritto il 

  • 5

    Lettura semplice e rilassante. Consigliato a chi come me piacciono i romanzi d'amore, le storie intense e struggenti. Il finale è un pò scontato, come in tutte le storie d'amore, dove "tutto è bene qu ...continua

    Lettura semplice e rilassante. Consigliato a chi come me piacciono i romanzi d'amore, le storie intense e struggenti. Il finale è un pò scontato, come in tutte le storie d'amore, dove "tutto è bene quel che finisce bene", nonostante la protagonista ne abbia passate davvero tante!

    ha scritto il 

  • 4

    libro molto bello che fa riflettere , toccando una tematica molto importante quella della violenza sui minori facendo capire cosa spinge a questo "almeno in questo caso " pieno di sentimenti , un lun ...continua

    libro molto bello che fa riflettere , toccando una tematica molto importante quella della violenza sui minori facendo capire cosa spinge a questo "almeno in questo caso " pieno di sentimenti , un lungo percorso verso la felicità

    ha scritto il 

  • 3

    ho letto poco della Steel...ma bhò...non mi ha mai preso molto...eppure ha pubblicato quintalate di romanzi!
    cit.:“Che nessun bambino debba più morire perché non ha avuto il nostro amore, il nostro co ...continua

    ho letto poco della Steel...ma bhò...non mi ha mai preso molto...eppure ha pubblicato quintalate di romanzi!
    cit.:“Che nessun bambino debba più morire perché non ha avuto il nostro amore, il nostro coraggio o la nostra pietà”

    ha scritto il 

Ordina per