Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

La madre che vorrei

Di

Editore: Garzanti Libri (Narratori moderni)

3.5
(39)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 350 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8811741084 | Isbn-13: 9788811741084 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Laura Prandino

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Ti piace La madre che vorrei?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Seduta al capezzale della madre, Ros osserva il suo viso addormentato. A settant'anni, Lillian è ancora stupenda, i riccioli rossi appena offuscati dal grigio dell'età. Svegliata dalla carezza della figlia, cerca a fatica di parlare. C'è una cosa importante che le vuole dire, qualcosa che non può aspettare. Ma Ros non l'ascolta, presa dai suoi mille impegni. Le condizioni di sua madre non sono critiche, in fondo potranno sempre parlare domani. C'è tutto il tempo del mondo.
Ma nella notte Lillian si è aggravata e le sue ultime parole nessuno le ha sentite. Oggi, un anno dopo, quel ricordo ritorna continuamente nella mente di Ros, come uno schiaffo. A quarantacinque anni è sola, il suo matrimonio è finito, i suoi due gemelli sono partiti per un lungo viaggio e sua madre ha lasciato dietro di sé un vuoto incolmabile. A niente servono i nuovi tagli di capelli, gli audaci tatuaggi alla caviglia, le tisane calmanti e le sedute di yoga. Il vuoto e il senso di colpa le attanagliano lo stomaco. Perché Lillian voleva confidarle qualcosa di molto importante prima di morire e lei non l'ha ascoltata. Ed è proprio per cercare di rimediare al proprio errore che stanotte Ros è salita in soffitta. Una pallida luce lunare filtra attraverso il lucernario, illuminando la vecchia valigia. Ros la guarda come se fosse la prima volta che la vede, come se non avesse sempre saputo che si trovava lì. Ma finalmente ha trovato il coraggio di aprirla. Dentro, seminascosto tra vecchie lettere e fotografie, si trova un quaderno rilegato in pelle azzurra. È il diario di Lillian, una donna bellissima e particolare, con una personalità affascinante, ma anche imprevedibile e spesso gelida, che sembrava nascondere molti misteri dietro uno sguardo altero e impenetrabile. Grazie alle pagine ingiallite e polverose Ros può finalmente riprendere il discorso così dolorosamente interrotto e scoprire il terribile segreto che, come un muro invisibile, l'ha sempre separata dalla madre.
La madre che vorrei è un romanzo toccante e acuto che con grande sensibilità indaga l'amore conflittuale fra madre e figlia, un amore che spesso alterna momenti di profondo amore e ricerca di approvazione a momenti di irritazione e fuga. Ma, comunque, l'amore più importante della nostra vita. Un libro per ogni figlia che crede di conoscere sua madre fino in fondo.
Ordina per
  • 3

    Il titolo mi diceva molto di più di tutta la storia messa insieme. Pensavo di trovare più psicologia probabilmente, mentre non l'ho trovata, neanche un poco. Mi ha pesato abbastanza questo romanzo, con le lagne della protagonista, con la lentezza.. solo alla fine ha iniziato a prendere un po' vit ...continua

    Il titolo mi diceva molto di più di tutta la storia messa insieme. Pensavo di trovare più psicologia probabilmente, mentre non l'ho trovata, neanche un poco. Mi ha pesato abbastanza questo romanzo, con le lagne della protagonista, con la lentezza.. solo alla fine ha iniziato a prendere un po' vita, ma non abbastanza.

    ha scritto il 

  • 4

    Storia di una madre

    Questo romanzo, indaga l'amore conflittuale fra una madre e una figlia. Un amore tenero, semplice, ma anche terribilmente complesso. Un rapporto che va oltre ogni difficoltà e ogni discussione; forse l'unico amore realmente sincero. Questa è la prima parte della storia: i tanti problemi, le mille ...continua

    Questo romanzo, indaga l'amore conflittuale fra una madre e una figlia. Un amore tenero, semplice, ma anche terribilmente complesso. Un rapporto che va oltre ogni difficoltà e ogni discussione; forse l'unico amore realmente sincero. Questa è la prima parte della storia: i tanti problemi, le mille cose mai dette, le tante tensioni. Dall'altra parte abbiamo Ros,la protagonista, figlia di Lillian, che deve affrontare tutti gli ostacoli che la sua vita gli pone davanti: un matrimonio sul baratro del fallimento, i figli che se ne vanno di casa, e la madre tanto desiderata, che muore. E' proprio attraverso tante peripezie che Ros riesce a comprendere il mistero che ha avvolto per anni la sua vita e quella di sua madre. Un romanzo intrigato, e ricco di suggestioni. Bello!

    ha scritto il 

  • 4

    Che dire...

    tutto sommato, niente male. In realtà mi aspettavo qualcosa di diverso, più del tipo "introspezione psicologica", però poi mi ha preso e alla fine l'ho trovato piacevole. In certi momenti un po' scontato, ma, a tratti, anche intrigante e con qualche colpo di scena. Alcuni capitoli poteva risparmi ...continua

    tutto sommato, niente male. In realtà mi aspettavo qualcosa di diverso, più del tipo "introspezione psicologica", però poi mi ha preso e alla fine l'ho trovato piacevole. In certi momenti un po' scontato, ma, a tratti, anche intrigante e con qualche colpo di scena. Alcuni capitoli poteva risparmiarseli: il libro sarebbe risultato meno pesante e, tuttavia, non avrebbe perso un certo appeal. Sinceramente, meglio di tante ciofeche lette negli ultimi tempi.

    ha scritto il 

  • 4

    cavoli, però il titolo originale era "Cose che tua mamma non ti ha detto" ... cosa aveva di sbagliato?
    il libro inizia ad effetto, sui buoni schemi delle scuole di scrittura, con ben 2 drammi. la scrittura è scorrevole e piace. la trama si fa avvincente, il tono commosso ma sempre di buon ...continua

    cavoli, però il titolo originale era "Cose che tua mamma non ti ha detto" ... cosa aveva di sbagliato?
    il libro inizia ad effetto, sui buoni schemi delle scuole di scrittura, con ben 2 drammi. la scrittura è scorrevole e piace. la trama si fa avvincente, il tono commosso ma sempre di buon umore. certo un buon progresso rispetto alle "Ricette di Chloe Zivago"

    ha scritto il 

  • 4

    Nonostante il linguaggio sia semplice e non particolarmente ricercato, le parti sul passato della madre che troppo spesso ci dimentichiamo sia stata una persona mi ha fatto riflettere sul rapporto molto complicato che ho con la mia. Spassosi gli accenni al sesso ed ai figli adolescenti. Un libro ...continua

    Nonostante il linguaggio sia semplice e non particolarmente ricercato, le parti sul passato della madre che troppo spesso ci dimentichiamo sia stata una persona mi ha fatto riflettere sul rapporto molto complicato che ho con la mia. Spassosi gli accenni al sesso ed ai figli adolescenti. Un libro vero, che racconta una bella storia, con momenti commoventi ed altri divertenti. Non è cosa da poco.

    ha scritto il 

Ordina per