Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La mano izquierda de la oscuridad

By Ursula K. Le Guin

(35)

| Mass Market Paperback | 9788445073872

Like La mano izquierda de la oscuridad ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

"El mundo de invierno de Ursula K. Le Guin es real, y en la última página el lector sale de ese mundo con un temblor y un escalofrío" (Damon Knight)

Premio Nebula 1969
Premio Hugo 1970

133 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Fantascienza genderqueer

    Quanto il genere sessuale influenza la società?

    Is this helpful?

    Rumble_Fish said on Jul 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ★★★½

    tre stelline e mezza

    Is this helpful?

    Yupa said on Jul 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ancora una volta l'incantesimo della Le Guin riesce.
    La storia è quella dell'ingresso di un nuovo mondo, Gethen, nell'Ecumene, entità difficile da definire, che garantisce commerci e soprattutto scambi culturali fra gli ottantatre pianeti che già ne ...(continue)

    Ancora una volta l'incantesimo della Le Guin riesce.
    La storia è quella dell'ingresso di un nuovo mondo, Gethen, nell'Ecumene, entità difficile da definire, che garantisce commerci e soprattutto scambi culturali fra gli ottantatre pianeti che già ne fanno parte. Il responsabile del primo contatto con gli indigeni del gelido pianeta è Genly Ai, un terrestre. L'altro grande protagonista, nel corso del romanzo, sarà Therem Harth rem ir Estraven, getheniano nativo del Dominio Karhidiano.
    Entrare nella storia non è facilissimo. Si rimane a tutta prima spaesati di fronte a significati di gesti e parole sconosciuti, si condivide in questo il sentimento di Genly. Man a mano, però, si entra nel vivo del gioco politico in corso, si ha modo di comprendere le usanze, le mentalità dei Getheniani. Tutto è estremamente vivido, il gusto quasi antropologico con cui la buona vecchia Ursula tratteggia questa civiltà di esseri androgini è evidente. La trama si dipana con lentezza, ma non annoia; certi momenti sono più convulsi e vanno letti d'un fiato. In generale non si perde mai il senso di movimento, la percezione di assistere a un'evoluzione. I personaggi cambiano, svelano nuovi lati della loro personalità, imparano nuove cose. Io stesso, come lettore, mi sento una presenza viva al loro fianco, mi sento spinto alla riflessione, o semplicemente mi lascio trascinare nella evocazione di certe situazioni e ambienti.
    Come sto imparando, leggere la Le Guin è un'attività da portare avanti con calma. La ricchezza dei suoi romanzi è magnifica. Si gode su più livelli e ci si sente motivati alla rilettura. Nelle sue storie si avverte sempre con chiarezza cosa significa che è il percorso la cosa più importante, non l'arrivo.

    Is this helpful?

    Nicolaj said on Jul 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Esta novela está ambientada en el mismo universo que Planeta de Exilio, El nombre del mundo es bosque y Los desposeídos (entre otros) sin por ello estar ligados entre si, se puede leer de manera independiente ya que solo comparten el universo donde s ...(continue)

    Esta novela está ambientada en el mismo universo que Planeta de Exilio, El nombre del mundo es bosque y Los desposeídos (entre otros) sin por ello estar ligados entre si, se puede leer de manera independiente ya que solo comparten el universo donde se encuentran. Algo que se agradece ya que al parecer lo que está de moda son las sagas, series, ciclos, etc.

    A mi me parece que es una excelente novela que al mismo tiempo es un estudio de la condición humana con un reproche contra el sexismo, nacionalismo, racismo y todos los demás "ismos" que basan su postura ideológica en la diferencias entre los individuos

    Is this helpful?

    Victor said on Mar 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    — Ancora non capite, Genry, per quale motivo abbiamo stabilito e pratichiamo la Profezia? — No... — Per dimostrare ed esibire la perfetta inutilità di conoscere la risposta alle domande sbagliate.

    Un libro davvero bello, profondo, denso di idee, degno di essere considerato(come in effetti è) un classico della fantascienza. Alcune cose mi hanno ricordato DUNE, più per associazione mentale che non per somiglianza reale.

    Si parla di sessismo, di ...(continue)

    Un libro davvero bello, profondo, denso di idee, degno di essere considerato(come in effetti è) un classico della fantascienza. Alcune cose mi hanno ricordato DUNE, più per associazione mentale che non per somiglianza reale.

    Si parla di sessismo, di patriottismo, di amicizia, si riflette sul senso del tempo e dello spazio, e ci si gode una bella avventura, il tutto in meno di 300 pagine.

    davvero consigliato!

    Leggerò di certo altri libri di questa autrice, sicuramente quelli ambientati in questo universo narrativo.

    Is this helpful?

    Ktulu said on Feb 1, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book