Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La marcia

By Edgar L. Doctorow

(64)

| Paperback | 9788804581390

Like La marcia ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

29 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    America Ieri

    un romanzo corale per un evento fondativo degli Stati Uniti: la marcia del generale William Tecumseh Sherman alla testa delle truppe Unioniste nel profondo del territorio Confederato attraverso Georgia, South Carolina e North Carolina. Il respiro è a ...(continue)

    un romanzo corale per un evento fondativo degli Stati Uniti: la marcia del generale William Tecumseh Sherman alla testa delle truppe Unioniste nel profondo del territorio Confederato attraverso Georgia, South Carolina e North Carolina. Il respiro è ampio e ambisce ad una epica moderna, quella che racconta i grandi leader nelle proprie meschinità e debolezze e gli umili uomini nel loro coraggio e tenacia.
    Doctorow è efficace nel mostrare la guerra come evento traumatico che sconvolge storie personali e identità antiche, in particolare per questa impresa di Sherman, basata sul fare terra bruciate del Sud.
    La scelta di seguire le vicende di molti personaggi che si intrecciano tra loro ricorda lo stile di Robert Altman ed è felice, perché mantiene vivo l'interesse e premette di dipingere un panorama completo - i personaggi vagano in une terra devastata alla ricerca di un luogo nuovo senza chiare mete e obiettivi.
    Alcune parti sono più riuscite di altre, evocative e ricche di originalità: Pearl nera, ma bianca di pelle, Albion Simms l'uomo con un chiodo in testa per cui "E' sempre adesso", Arly ribaldo e voltagabbana che si muta in fanatico attentatore. Peccato invece che le pagine dedicate ai veri personaggi storici come Sherman, KilkPatrick risultino meno fresche e sorprendenti - le pochi righe dedicate a Lincoln non lasciano segno. Verso la fine del libro c'è una piccola scivolata verso una prosa icastica e declamatoria troppo retorica, ma sono piccoli nei in un ottimo libro.

    Is this helpful?

    Habemus_Apicellam said on Jul 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    bello, non era il suo momento nella mia vita però. Onore alle armi.

    Is this helpful?

    Renzobrollo said on Jul 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Anche se le vicende procedono con la lentezza di una marcia, il libro è ben scritto e i personaggi sono interessanti. La guerra si snoda in tutta la sua barbara insensatezza.

    Is this helpful?

    Odette said on Dec 7, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    “La marcia” è quella che, nella fase finale della guerra civile americana, vide impegnati lungo sessanta miglia, in Georgia, Sud Carolina e Nord Carolina, sessantamila nordisti agli ordini del generale William Sherman: una marcia di guerra, e dunque ...(continue)

    “La marcia” è quella che, nella fase finale della guerra civile americana, vide impegnati lungo sessanta miglia, in Georgia, Sud Carolina e Nord Carolina, sessantamila nordisti agli ordini del generale William Sherman: una marcia di guerra, e dunque di morte, ma anche di liberazione dei neri del sud dalla schiavitù, e dunque della loro rinascita come uomini liberi.
    Il romanzo propone una costellazione di frammenti e una ridda di personaggi: troppi, gli uni e gli altri; nella progressione faticosa, l’unitarietà è demandata al lettore, peraltro già infastidito da una prosa poco scorrevole, anche per scelte stilistiche discutibili come quella del discorso diretto non segnalato da punteggiatura… Insomma: non ho gradito.
    P.S.: Dell’autore avevo apprezzato “Ragtime”, romanzo scritto trent’anni prima…

    Is this helpful?

    Frabe said on Jul 26, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La lunga marcia che, durante la Guerra Civile americana, le truppe agli ordini del generale Sherman fece attraverso Georgia, Carolina del Sud e Carolina del Nord e che portò alla vittoria delle truppe dell'Unione.
    Un lunga fiumana blu di soldati nor ...(continue)

    La lunga marcia che, durante la Guerra Civile americana, le truppe agli ordini del generale Sherman fece attraverso Georgia, Carolina del Sud e Carolina del Nord e che portò alla vittoria delle truppe dell'Unione.
    Un lunga fiumana blu di soldati nordisti che dilaga negli stati del Sud, lasciando dietro di sé distruzione, devastazione, saccheggi, morti, sangue, lacrime. Al loro seguito una massa di schiavi liberati, civili disperati e allo sbando che si trovano di fronte all'orrore di una guerra che toglie loro tutto, li sradica dalle loro case, dalle loro vite, dalle loro radici. Un libro da cui mi aspettavo moltissimo ma che, alla resa dei conti, mi ha entusiasmato meno di quanto mi aspettassi. Sono state poche le pagine di vero pathos e, in generale, mi è rimasta l'impressione di una storia ben raccontata, certo, ma forse in cui l'autore non è riuscito ad infondere una vera "anima".

    Is this helpful?

    Giangian said on May 31, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (64)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 378 Pages
  • ISBN-10: 8804581395
  • ISBN-13: 9788804581390
  • Publisher: Mondadori (Oscar contemporanea)
  • Publish date: 2012-01-01
  • Also available as: Hardcover
Improve_data of this book