La materia del nulla

Voto medio di 19
| 8 contributi totali di cui 5 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 05/09/14
Gentili signore e signore,Illustratissimi signori,eccomi qui tra le mani dell'ingrato compito di scrivere qualcosa intorno questa cosa che ha avuto il dispiacere di guardarmi negli occhi; io, che non ne ho certo l'altezza nè la misura nè la musica ...Continua
  • 15 mi piace
  • 4 commenti
Ha scritto il 14/08/14
Diamo oggi alle stampe l’ultimo romanzo cattivo e il primo romanzo buono. Quale sarà il migliore? Perché il lettore non opti per quello del genere da lui prediletto disdegnando l’altro, abbiamo disposto che la vendita sia indivisibile; dato che ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 18/03/14
"Nascere è una beffa: arriviamo e già ci sono altri. In quantità così immensa che in senso stretto è peggio essere uno di loro che non essere." (p. 119)
  • 4 mi piace
Ha scritto il 21/11/13
Nulla. Punto.
Questo libro-raccolta è una visione, uno scorcio del nulla che è tutto. In realtà non ha un corpo, è un susseguirsi slegato di stralci sui più svariati temi: da lettere a brindisi, da racconti surrealisti a dissertazioni sulla metafisica e ...Continua
  • 1 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 30/07/12
Bella come reperire un sedile pieno di se stessi in un tram pieno di altri; occhi neri come la pena di chi non li ha visti.
Uscito nella mitica “La biblioteca blu” curata da Franco Maria Ricci questo è un libro bellissimo e fondamentale per conoscere Macedonio Fernandez. Leggo in quarta di copertina: “Eterogeneo florilegio tratto da eterogenei libri, fatti di ...Continua
  • 12 mi piace
  • 11 commenti

Ha scritto il Jul 23, 2014, 20:04
C’era una volta una Zucca che cresceva solitaria in ricche terre del Chaco. Favorita da una zona eccezionale che le dava di tutto, allevata con libertà e senza medicamenti, andò sviluppandosi con l’acqua naturale e la luce solare in condizioni ...Continua
Pag. 47
  • 1 commento
Ha scritto il Aug 31, 2012, 05:37
Sono molte le mie lettere che non arrivano, perché ometto busta, o recapito, o testo. Il che mi secca tanto, che vorrei pregare si venisse a leggere la mia corrispondenza da me.
Pag. 52
Ha scritto il Aug 30, 2012, 21:30
Macedonio possedeva in sommo grado le arti dell'inazione e della solitudine. La vita pastorale in un territorio quasi deserto aveva insegnato a noi argentini l'abitudine della solitudine senza noia; la televisione, il telefono, e, perché non dirlo?, ...Continua
Pag. 11

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi