Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

La matrice spezzata

By Bruce Sterling

(39)

| Others

Like La matrice spezzata ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

40 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Condivido al 100% le parole di Procellaria Westlandica di cui ho chiesto di poter usare le parole: "(...) Linguaggio involuto, che sconfina a tratti nella supercazzola. Insomma, culturalmente interessante, ma lettura poco piacevole."

    Is this helpful?

    Silstreet said on Nov 10, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La Matrice Spezzata

    La Matrice Spezzata
    di Bruce Sterling (1985)

    La prima cosa che ho pensato una volta iniziato a leggere La Matrice è stata: “Sterling è un ottimo narratore”. Questo mio pensiero è stato confermato proseguendo con la lettura: le città all’interno dei ...(continue)

    La Matrice Spezzata
    di Bruce Sterling (1985)

    La prima cosa che ho pensato una volta iniziato a leggere La Matrice è stata: “Sterling è un ottimo narratore”. Questo mio pensiero è stato confermato proseguendo con la lettura: le città all’interno dei mondi circumlunari, i gruppi etnici di questi ultimi e le sensazioni provate da Lindsay nei suoi continui viaggi e cambiamenti organici sono descritti con una raffinatezza e una precisione chirurgiche, come se fossero pezzi di tessuto muscolare sezionati a dovere. Ma la cosa che più mi ha colpito è stato il modo di descrivere la manipolazione dei meccanismi metabolici e ormonali che i personaggi subiscono, sia quando sono sotto l’effetto di droghe e farmaci, che quando vengono presi dalla passione più sfrenata. Una cosa che affascina e che allo stesso tempo fa provare invidia è la totale libertà con cui Lindsay agisce: la libertà del viaggiatore eterno, di colui che vuole esplorare l’inesplorato, dell’uomo che lotta contro il tempo, contro il deterioramento fisico e mentale, contro le costrizioni della legge, contro le divisioni culturali e politiche, per poter ambire al tutto, all’Assoluto, per poter abbracciare l’Universo intero. Come si fa a non invidiare questo personaggio faustiano? Come si fa a non voler essere come lui? Un immortale pirata cosmico continuamente alla ricerca dell’ignoto; un uomo che riesce ad abbandonare il proprio passato per poter rinascere a nuova vita; un essere in continuo divenire che anela all’essenza ultima, che può essere chiamata con molti nomi: Dio, Assoluto, Tutto, Verità, ect… a seconda di quello che il lettore voglia che sia. Tuttavia, come ho già detto, coloro che riusciranno ad apprezzare quest’epopea di Sterling, una volta terminata la lettura, proveranno un sentimento che io tuttora provo: l’invia per l’estrema libertà di Abelard Lindsay.

    Is this helpful?

    Lettore Cibernetico 87 said on Jun 11, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Splendido. Abelard Lindsay attraversa centinaia di anni di storia di una umanità esplosa nel sistema solare. Allontanata dalla Terra, divisa in centinaia di fazioni sempre in evoluzione, sparpagliata in inuumerevoli minuscoli ecosistemi, in piccole c ...(continue)

    Splendido. Abelard Lindsay attraversa centinaia di anni di storia di una umanità esplosa nel sistema solare. Allontanata dalla Terra, divisa in centinaia di fazioni sempre in evoluzione, sparpagliata in inuumerevoli minuscoli ecosistemi, in piccole città stato agganciate a qualsiasi piccola roccia del sistema solare l'umanità si prepara ad andare oltre. Abelard, sospeso fra plasmatori e mechanist, fra umani e alieni è un fantastico io narrante di un umanità che ripete sempre gli stessi errori, che usa la consueta violenza ma che ha ancora speranza. Da leggere e rileggere.

    Is this helpful?

    Invernomuto said on Jun 5, 2013 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    Sfilacciato, anche volutamente sfilacciato. Non c'è empatia con i personaggi. Tranne con Kitsune, a cui è stato sostituito l'utero con tessuto cerebrale. So cosa si prova. Longevismo, grande longevismo, longevismo a fiotti. Interessanti spunti specul ...(continue)

    Sfilacciato, anche volutamente sfilacciato. Non c'è empatia con i personaggi. Tranne con Kitsune, a cui è stato sostituito l'utero con tessuto cerebrale. So cosa si prova. Longevismo, grande longevismo, longevismo a fiotti. Interessanti spunti speculativi sul transumanesimo, post-umanesimo, etc. Giustamente influente sulla letteratura fantascientifica più recente. Linguaggio involuto, che sconfina a tratti nella supercazzola. Insomma, culturalmente interessante, ma lettura poco piacevole.

    Is this helpful?

    Procellaria Westlandica said on Oct 20, 2012 | 2 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection